LAPRESSE_20170920164007_24360998

Basi alla Russia e investimenti cinesi
Così il Nicaragua sfida gli Stati Uniti

L’America centrale è da sempre considerata un territorio di diritto appartenente alla sfera d’influenza americana. Il “cortile di casa” di Washington, come molti lo hanno definito, che si è trasformato nel tempo nella traduzione fisica della strategia statunitense per cui l’intero continente americano, da nord a sud, dovesse essere esclusivo monopolio della forza degli Stati Uniti. Già solo il fatto che gli Usa si autodefiniscano America, quasi a volersi considerare rappresentanti di tutte le terre emerse tra Atlantico e Pacifico, dimostra quanto sia sentita da parte degli Stati Uniti quest’idea di potenza egemonica. Questo dato è incontrovertibile alla luce della storia recente delle politiche statunitensi nel continente, dove ogni tentativo di sovvertire questi rapporti di forza è stato represso in modo più o meno drastico. Ed è stato altrettanto evidente nel caso in cui una superpotenza rivale abbia tentato di penetrare la rigida sfera d’influenza della Casa Bianca.

Gli ultimi anni hanno però dimostrato una porosità di questa struttura gerarchica. L’ascesa dei governi di stampo socialista in Sud America ha rappresentato un vulnus nell’influenza statunitense su tutta la regione E anche in America Centrale, nonostante la debolezza strutturale degli Stati che la compongono – ad eccezione del Messico – si assiste repentinamente a una penetrazione di altre potenze mondiali che scalfiscono l’eredità secolare dell’egemonia Usa. Parliamo in particolare di Russia e Cina, emblemi del nuovo mondo multipolare che sta nascendo in questi anni. Da un punto di vista militare ed economico, queste due superpotenze hanno da anni avviato una politica d’intromissione in America ed uno Stato, su tutti, può essere considerato un simbolo di quanto sta avvenendo: il Nicaragua. Paese passato alla storia per l’intervento statunitense a sostegno dei controrivoluzionari, i Contras, attraverso finanziamenti illeciti da parte della Cia.

Il Nicaragua negli ultimi anni sta tornando lentamente a essere una spina nel fianco degli Stati Uniti grazie alle relazioni sempre più strette fra il governo di Daniel Ortega con la Russia, in particolare, e in parte con la Cina. Sul fronte delle relazioni tra Cremlino e Nicaragua, la situazione per gli Stati Unit si sta facendo decisamente complicata. L’agenzia spaziale russa, Roscosmos, ha installato in Nicaragua la prima base satellitare d’America per il sistema di geolocalizzazione Glonass, ossia l’alternativa russa al sistema Usa noto come Gps. La base “Chaika” è un punto interrogativo per l’intelligence statunitense nel Paese, ma si sa per certo che riceverà segnali da almeno 24 satelliti russi e che può accedervi solo personale russo. E sono in molti tra gli analisti statunitensi a ritenere che dietro alla copertura dell’utilizzo per Glonass si nasconda in realtà una base per spiare le attività americane nell’area. E in molti sospettano che la base militare di Puerto Sandino si sia trasformata, negli ultimi anni, in una vera e propria base condivisa tra forze nicaraguensi e forze russe, arrivate per la prima volta nel Paese dopo un accordo per l’addestramento delle truppe locali in ambito umanitario. A questi sospetti si aggiungono poi le notizie, questa volta confermate, dell’accordo per l’arrivo di 50 carri armati russi T-72 siglato dai ministeri della Difesa dei rispettivi Stati.

Anche la Cina, negli ultimi tempi, ha iniziato a intavolare dei rapporti con il Nicaragua improntati sulla possibilità d’investimento. Per molto tempo, il governo cinese ha avanzato proposte concrete per la realizzazione di un canale che tagliasse il Paese sul modello di quello di Panama. Un progetto ambizioso che aveva trovato gli investitori cinesi, ma che nel tempo si è completamente paralizzato. Ma già il fatto che i cinesi fossero pronti a investire miliardi di dollari nella costruzione del canale, dimostra che Pechino aveva iniziato a considerare il Nicaragua in un’ottica di penetrazione del mercato infrastrutturale americano. E sembra che i media filoamericani abbiano mosso intrapreso una campagna fortemente contraria alla realizzazione del progetto tanto da condurre il governo a dover evitare i di proseguire nelle trattative per escludere possibili sollevazioni popolari. Ma non è detto che non si possano intraprendere nuovi progetti. In particolare dopo che il governo cinese ha avviato contratti di centinaia di milioni di dollari con Panama. La situazione economica nicaraguense non permette di escludere l’arrivo di investitori cinesi. E c’è chi ritiene prossimo l’abbandono del riconoscimento di Taiwan da parte del governo del Paese per poter intraprendere relazioni più solide con Pechino. Cosa che ha già fatto Panama, attraendo su di sé gli investimenti di Pechino nel giro di pochi mesi dalla scelta politica di abbandonare l’isola di Taiwan al suo destino.

  • John

    Mi sembra corretto che si installino basi militari in Nicaragua e magari in Venezuela, Equador , con tante belle navi militari russe e cinesi nei porti… seguite da stupende manovre militari congiunte..!!
    E’ quello che gli Usa attuano da sempre a casa d’altri per la nostra sicurezza….!!

  • Mr.Joe

    In passato, il Nicaragua era l’avamposto sovietico nel continente centroamericano fino agli anni 80 quando scoppiò Iran-Contra durante l’amministrazione Reagan. Per cui, i legami sono vecchi e facile da riaccendere visto l’astio che esiste ancora nei confronti dei “gringos”. Al contrario, gli Stati Uniti, che da oltre 40 anni navigano a vista in politica estera, sarebbero veramente degli sprovveduti mentali se pensassero di farsela franca rompendo i “marroni” ai russi e cinesi senza rischiare ritorsione nella loro “backyard”. D’altronde, i “Yanks” sotto il Rio Grande non sono così ben visti!!

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
    • Buon Giorno

      In futuro potrebbero ritrovarsi basi russe o cinesi in Messico.

      • Mr.Joe

        Beh, ci soldati americani in Ucraina e perché no?

      • Divoll79

        Il che corrisponderebbe alla legge del contrappasso e sarebbe, quindi, del tutto equo. Viste tutte le basi militari di cui hanno circondato la Russia da tutti i lati…………

  • best67

    sono tornati i sandinisti!

  • Demy M

    Nicaragua, Venezuela, Equador e Cuba per adesso, poi si vedrà. Continuando di questo passo, fra cancellazione del Nafta, muro ed altro, anche il Messico potrebbe “allinearsi” ad una nuova politica estera, con buona pace di chi fomenta e finanzia guerre in ogni angolo del mondo.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Russia con mezzo PIL portoghese che spende e spande mentre la maggioranza dei russi non sa più come arrivare alla metà del mese … https://uploads.disquscdn.com/images/68d985708642276485074d7df30d2880662a7a52a3834655c6e81e399f34e20a.png

      • deadkennedy

        saranno cazzi dei russi

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Purtroppo no, e vedi il loro trascorso …

          • elpocho

            ridicola . tabula rasa di geopolitica e conoscenza della società russa

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            La società russa ha innescato l’olocausto rosso, con oltre 100 milioni di morti, ha derubato i connazionali e collaborato con i nazisti, ha aggredito paesi confinanti, ed è oltremodo alcolizzata ed eroinomane …

          • deadkennedy

            olocausto rosso… causato dai bolscevichi che erano degli ebrei…. fatti delle domande. Poi io non mantengo con le mie tassi i russi… mentre con le mie tasse mantengo un sacco di parassiti, compresi i proprietari delle banche ebraiche che hanno sede a new york: loro hanno il monopolio ad “ottimizzare”, chissà perché il ns debito pubblico, assumono ogni ex ministro dell’economia quando cambia il governo e poi ci dobbiamo sorbire la gente come te!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ebrei in Cina che hanno derubato e ucciso milioni di cinesi?

          • deadkennedy

            ebrei in russia…. in ogni caso il comunismo è stato teorizzato da Marx… che tu sai benissimo essere un ebreo…. che poi sia la cosa più deleteria partorita da mente umana ci sta… in ogni caso i fautori del comunismo puro si sono rifatti alle idee di marx dopo aver visto all’opera lenin e stalin!

          • Zorz.zorz

            Buon dì.Tutti i miglior prodotti del genere umano erano ebrei.Ci sarà un perché…… saluti

          • deadkennedy

            Buon dì…. la cosa veramente interessante è che di ebraico non hanno nulla… almeno se ci intendiamo cosa sono gli ebrei…. in teoria negli ultimi 200 anni gli ebrei di cui parla tutto il mondo sono di etnia khazara… sono europei geneticamente.. ovvero sono di popolazioni che con i semiti non centrano una cippa…. in ogni caso i migliori prodotti del genere umano, almeno per quanto ne sappiamo non sono ebrei… faccia un giro sui siti seri dove cercano, non senza difficoltà, di fare una lista dei geni più importanti della storia: si renderà conto che gli ebrei (o presunti tali) sono una percentuale trascurabile… è solo la propaganda che è cambiata! saluti

          • Zorz.zorz

            Per ebreo non si intende categoria etnica,genetica.Ma culturale.Mi risparmi la barzelletta dei kazari.Fossanche vera,percentualmente al numero di queste persone in rapporto al genere umano,non c’è storia.Un ignorante( nel senso etimologico del termine ) si rapporta all’ acculturato in due maniere.Prima, meraviglia e rispetto.Seconda,frustrazione ed odio.saluti

          • deadkennedy

            la barzelletta kazhara è una realtà che le piaccia o no. per quanto concerne la meraviglia o l’odio dipende anche da quanto l’essere umano (indipendentemente di quale etnia sia) faccia per farsi piacere o compiacere. saluti

          • Zorz.zorz

            Una persona di cultura,neutra come empatia,suscita odio o ammirazione.Questi sentimenti dipendono dal cervello che li genera.saluti.

          • deadkennedy

            non saprei che dirle caro zorz… dipende da tante cose, ma in particolare dall’aarroganza! e i khazari ne hanno fin troppa di boria che sputano sul resto del mondo…di nuovo saluti!

          • virgilio

            gli ebrei come li pensi o li definisci tu non hanno cervello,gli ebrei sono lo specchio e il risultato di quello che e l’america adesso,non hanno mai niente inventato ne scoperto in qualsiasi campo……e dico bene in qualsiasi campo!!!
            (apparte qualche piccola eccezione)
            gli ebrei hanno solo rubato,imbrogliato,falsificato,traficato derrei degli ottimi usurai questo si!
            ed aggiungo anche criminali come esecutori e sopratutto come mandanti,
            la storia no si ripette ma spesso balbetta!!
            non per niente da quando e mondo sono sempre perseguitati,
            ce lo hanno nel DNA non ce niente da fare

          • Zorz.zorz

            Buona sera.Vada in Israele, capirà tante cose.Due nomi Albert Einstein e,per restare sul ” leggero” Bob Dylan…Se vuole poi continuo.Mi dica criminali ebrei,esecutori o mandanti….saluti

          • deadkennedy

            stalin? le va bene come criminale?

          • Zorz.zorz

            Stalin era puro georgiano con studi in seminario cristiano ortodosso.Spari altro colpo….

          • deadkennedy

            l’Importante e che ne sia convinto lei che era cristiano… come lenin si sa hahaha. a sto punto neanche l’olocausto c’è stato e ne sono convinti milioni di persone solo propaganda. ADDIO circonciso

          • Zorz.zorz

            ignoranza e razzismo sono due facce della stessa medaglia.Per sua curiosità il prepuzio ce lo ho tutto,anche se non lo reputo importante.saluti e studi.

          • deadkennedy

            be è anche un falso marrano. oltre che un servo del padrone. lavora di sabato obbligatoriamente immagino. io sono ignorante lei invece un coglione. per il cosiglio gia fatto ho un phd e un mba. saluti

          • Divoll79

            Guardi che Stalin era georgiano e ci andrei molto, molto piano a dargli del criminale.

          • telepaco

            Azzo, se neanche Stalin, responsabile della morte di 30 milioni di sovietici, molti dei quali ucraini volutamente lasciati morire di fame, responsabile delle purghe in cui elimino’ tanti ufficiali dell’Aramata rossa solo perchè sospettati di essere leninisti o troskisti, responsabile dell’eliminazione di qualsiasi sospettato di avere idee un minimo differenti dalle sue in seno allo stesso partico comunista sovietico, dicevo se neanche lui puo’ essere considerato un criminale allora sono tutti innocenti a sto mondo. Neanche il peggor serial killer ha mai potuto partorire azioni degne di Stalin, che fece uccidere da sicari Trosky in Messico addirittura….

          • deadkennedy

            la corrente bolschevica era quasi interamente piena di ebrei. può informarsi se desidera

          • virgilio

            Bob Dylan non ho mai aprofondito la mia musica e altra!!
            Albert Einstein invece lo conosco,imbroglione,falsario,traficante
            in poche parole un saltainbanco tutto fumo gnente arrosto!!

          • Zorz.zorz

            Ecco.ora capisco tante cose.saluti

          • virgilio

            sarebbe ora che metti qualcosa in quella zucca!!

          • Divoll79

            La teoria della relativita’ che Einstein sviluppo’ gli fu suggerita dalla moglie serba, Mileva Marić, eccellente fisico e matematico lei stessa.

          • deadkennedy

            è talmente culturale che infatti l’ebraismo, chissà? perchè si trasmette per linea di sangue materno. non scriva puttanate per favore.

          • Marcello Amati

            Si dovrebbe vedere anche quanti sono gli Ebrei e qua ti di questi sono riconosciuti nei propri campi.
            Direi che in relazione alla popolazione abbiano avuto un peso piuttosto importante, considerato poi anche il fatto che per secoli non potevano fare null altro che i banchieri e prestasoldi.

          • deadkennedy

            infatti la frustrazione abbiamo visto bene cosa ha poi prodotto.

          • virgilio

            ma quali prodotti???????????
            pantegane!!!!!!!
            tu sei completamente fuori

          • Divoll79

            Scusi, ma chi lo dice questo? I diretti interessati?………….

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Vuoi dire che i massacri comunisti sono opera del popolo ebraico?

          • deadkennedy

            se sai leggere bene altrimenti iscriviti a qualche scuola!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Leggo che in qualche modo vuoi scagionare i carnefici …

          • deadkennedy

            ma non scagiono i mandanti! e quelli si fanno la punta all’ammennicolo!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ci sono pure i mandanti, probabilmente ebrei?

          • deadkennedy

            no è topo gigio

    • Nerone2

      Qualche volta mi viene un ‘brivido’ nel pensare che…. e se il muro non venga eretto per non farci scappare? … e non sono l’unico da queste parti a pensarlo…

      • Demy M

        Basta chiedere alla CIA : centro informazioni admuzzum

  • Marcello Amati

    Un po’ come il tanto pubblicizzato nuovo canale… tanto rumore… per nulla….

    • Ubimauri

      Mentre scrivi balli di gioia?

      • Marcello Amati

        Se dovessi pensare per i miei (e non solo) interessi.. ben venuto il nuovo canale, farebbe diminuire le tariffe delle portacontainers e quindi i costi per l’importazione.. .poi pero’ c’e’ il mondo reale, dove tale canale sarebbe stata un assurdita’ economica.. non avrebbe potuto competere nei costi con Panama, ed e’ finito in una bolla di sapone, appunto, tanto rumore , per nulla.

        Non vedo comunque quale sia l’ utilità’ di un commento senza senso come quello che ha fatto.. mistero.

        • Ubimauri

          Per me invece e’un mistero come Lei si sia sentito in dovere di intervenire.

          • Marcello Amati

            Presumo che sia lo stesso “mistero” che abbia spinto lei a commentare con un intervento con un contenuto nullo?
            Stesso dubbio.. cosa l’ha spinta commentare?

            Presumo pure che si senta furbissimo con questi commenti… vuoti… sempre piu’ misterioso…

          • deadkennedy

            infatti preferiscono investire sulla nuova via della seta!

          • Marcello Amati

            Quella ha gia’ un senso economico maggiore, anche se e’ piu’ politico che altro, i costi di trasporto saranno, ceteris paribus, sempre minori via mare (per taluni prodotti la voce costo puo’ essere secondaria e la voce “tempistica” piu;’ importante), aprox il commercio e’ per il 90% via mare e cosi restera’ per il prevedibile futuro.

          • deadkennedy

            dici che sono minori? ho visto stime, e sono stime…, che potrebbero ribaltare facilmente quei ragionamenti. se hai 10 linee ferroviarie in parallelo…. e in siberia non ci sono ostacoli naturali di sorta e i treni sono lunghi diversi km all’ora il prezzo si abbatte di brutto… per spedire dalla cina all’italia ti servono diverse settimane… ad intermittenza dato che i cargo sono finiti. Con la nuova via della seta saresti a cadenza di 1 settimana max (una volta ottimizzata la logistica).

          • Marcello Amati

            Una nave portacontainer di ultima generazione, esempio la MSC Oscar puo’ portare in un solo viaggio piu’ di 19000 TEUS (1 TEU = 1 container da 20′), ovvero in aprox 60 giorni , A/R sulla stessa rotta Cina-Europa (esempio) puo’ portare aprox 40 mila containers.

            Nel 2018 le portacainers in arrivo ne portano sui 22 mila (aprox quindi 44 mila).

            Un treno ne porta sui 200, anche mettendo 10 linee parallele (che creerebbero solo colli di bottiglia , non tutti i posti sono “Siberia”), sarebbero 2000 Teus per “viaggio”, ovvero in due mesi, aprox la “flotta” di 10 treni avrebbe una capacita’ A/R di aprox 16000 teus (ipotetica, nella pratica meno), vs quasi 40 mila.

            Per talune tipologie di prodotti e’ piu’ importante la tempistica, per altre no.
            Per la stragrande maggior parte dei prodotti il costo per unita’ resta fondamentale.

            Ha piu’ senso economico rispetto al fantasmagorico canale in Nicaragua, ma il peso principale lo ha in senso politico, parlando strettamente di costi, il via mari non ha concorrenza, ne al presente ne nel prevedibile futuro.

          • deadkennedy

            guarda i treni di nuova concezione per quelle linee, sono 10 km di lunghezza e se hai 10 in partenza fa 100 km… considera che sua una tratta di 14000 km ne puoi infilare 100 di treni tranquillamente.. .che fa 1000 km di container…. il passaggio a questa tipologia di logistica richiederà anni ma li andranno a finire ed eviteranno di pagare le “prebende” doganali ai soliti. un’opera simile e la faranno perché si toglieranno dalle palle gli anglo sionisti… lo stanno già facendo con il dollaro!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller
          • deadkennedy

            parte dalla cina e transita x la siberia… che ci frega della produttività russa?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            3/4 del territorio russo è praticamente inabitabile e ostacola i trasporti. Pure il trasporto marittimo è ostacolato con il Mar Nero controllato dai turchi, e poi c’è la corruzione … inutile quindi farsi delle illusioni …

          • Marcello Amati

            Forse.. e dico FORSE, solo per le prime tratte, poi arrivano i colli di bottiglia, la geografia e’ quella, quelle sono stime fantasiose, non realistiche.
            Facendo finta che un treno quindi possa essere cosi, implicherebbe sui 1600 (molto ottimista) TEU per Treno, una portacontainer ne porta sempre (quelle in arrivo 44000).
            Puoi far partire 10 treni, cosi come puoi far partire 4 navi, i numeri sono sempre quelli.
            I costi per uita’ sono e saranno per il prevedibile futuro (considerevole) sempre a favore del via mare.

            Per il Dollaro, altra , numericamente parlando, fantasia.
            Possono diminuire l’ utilizzazione del dollaro nei loro interscambi, il che ha un reale impatto nei volumi del Forex quasi nullo.
            Basti considerare che TUTTA la produzione gioranliera di petrolio al mondo, (quindi anche considerando il petrolio non importato/esportato) “pesa” per un 0.07% del mercato di valute di ogni giorno, infatti, la Russia, nonostante si faccia pagare in euro, gia’ da anni, solo in titoli di Stato USA 101.3 mld di $ se li tiene, nonostante le dichiarazioni post Crimea di “abbandono del Dollaro”, solo in bonds ha quasi 1/4 delle riserve.

            Per i volumi attuali, e prevedibili, gira che ti rigira alla fine una quota parte di qualsialsi interscambio, diventa di colore “verde”.

            La stessa Cina, del resto, ha una valuta che e’ legata ad un paniere, nel quale la parte maggiore la fa il Dollaro.
            Hong Kong, la principale piazza per lo Yuan offshore, ha la valuta “pegged” al Dollaro Statunitense, mica allo Yaun.

          • deadkennedy

            sono trend innescati poi quanto ci mettano non lo sa nessuno e di certo non è una cosa avviene domani…. esistono anche cigni neri imorevedibili che possono interrompere e/o accelerare…ma il trend è partito e questo gli anglosionisti l’hanno capito fin troppo… infatti è un proliferare di propaganda anti russia e anti cina, in maniera sempre più spudorata.

          • Marcello Amati

            I colli di bottiglia non sono solo geografici.
            Il differenziale dei costi e dei numeri, resta sempre a favore del marittimo.

            I trends poi, per poter avere un impatto e modificare ciò che è, devono avere un volume che abbia un impatto, questo manca.
            La Cina paga il petrolio in Yuan dal 2012, L Iran accetta Euro per il suo greggio dal 2007, la Russia, il principale esportatore di energia al mondo da anni, effetti sul ruolo del Dollaro?
            Non pervenuti.

            Le transazioni di merce fisica sono aprox il 9-10% del forex giornaliero, troppo poco per modificare gli equilibri.

            In questi anni, di tante dichiarazioni contro il
            dollaro, il suo peso nel pagamento è passato dal 32% al 40%, e nel forex in generale è presente nel 88% delle transazioni.

          • deadkennedy

            dati tendenziosi e superati…. può fare a meno di leggere report macroeconomici “interessari” (a dir poco) dalla solita casa d’investimenti anglisionista. la cina ha uno stock di dollari immane che richiederà anni per essere smontato proprio per non perderci…. ma i suoi avanzi primari con l’america, principalmente, li sta riconvertendo in opere che per loro sono strategiche… tipo comprarsi mezza africa, tipo aprire basi nel mondo, tipo costruire isole artificiali, tipo pagare governi nell’asean molto prossimi allo stretto di malacca… la pensi come vuole o crede chi ha intuito al massimo si tiene i tbond che ha in portafoglio a più lunga scandenza per lucrare dal prossimo calo dei tassi (sa la deflazione da debiti è una brutta bestia). per il resto ha riposizionato il portafoglio su asset meno rischiosi. mi stia bene

          • Marcello Amati

            “dati tendenziosi e superati….”

            Dati reali ed attuali, facilmente comprovabili, ad esempio, puo’ controllare il tracker mensile della Swift (RMB monthly tracker” dove le da i dati per le prime 20 valute al mondo, quindi non so quali basi lei abbia per sentenziare cosi, ma i dati attuali non indicano la tua posizione, ne nessun radical cambiamento di trend.

            “. può fare a meno di leggere report macroeconomici “interessari” (a dir poco) della solita casa d’investimenti anglisionista. ”

            Lei sta presumendo qualcosa che e’ errato.

            Le sto riportando i freddi dati, non il contenuto di un analisi, quindi le sto riportando i dati sia del tracker mensile della SWIFT sia i dati pubblicati nell’ ultimo triennale della BIS.

            Sta ragionando troppo su basi ideologiche (” anglisionista”), cosi facendo perde di vista i “freddi” dati.

            “a cina ha uno stock di dollari immane che richiederà anni per essere smontato (proprio per non perderci)”

            Appunto, e non solo questo processo nel tal caso richiederebbe decenni, non semplici anni, ma non e’ nei fatti neanche iniziato.
            Esempio, ad Agosto 2016 la Cina deteneva bonds USA per 1185 mld, ad Agosto 2017, ultimi dati pubblicati 1200.50 miliardi e lo Yuan segue nel suo peg al Dollaro, ed HK, la principale piazza per gli Yuan offshore, neanche ci pensa a dismettere il suo peg con il Dollaro.

            “ma i suoi avanzi primari, con l’america, principalmente, li sta riconvertendo da tempo in opere che per loro sono strategiche”

            Certo, solo che continua ad accumulare dollari, questo ipotetico processo, non e’ proprio neanche iniziato, i numeri non hanno opinione.

            “. la pensi come vuole o crede chi ha intuito al massimo si tiene i tbond che ha in portafoglio a più lunga scandenza per lucrare dal prossimo calo dei tassi (sa la deflazione da debiti è una brutta bestia). per il resto ha riposizionato il portafoglio su asset meno rischiosi. mi stia bene:

            I numeri indicano altro, e su quelli tocca ragionare, semplicemente NON c’e’ al mondo mercato alternativo tanto profondo quanto liquido come quello dei treasuries.

            La Cina sta nei fatti, a livello internazionale, giocando al catch up, sempre parlando di numeri, il primo paese al mondo detentore di FDI, con lo stock maggiore di FDI, per un valore di oltre 5 trilioni di dollari, sono gli USA, crede che questo non abbia un impatto sul come si “pagano” tali soggetti?

          • deadkennedy

            la pensi come meglio crede. i dati li può reperire dallo swift, dalla bis, da varie banche centrali, da fmi, ba bloomberg, da reuters, se ha tanti soldi da markit…. li prenda tutti, ne prepari un dataset coerente di analisi, imposti una machine learning particolarmente raffnata, stressi il dataset 10^500 scenari sia micro, sia macro, sia congiunti. si affitti 16 terabyte di ram su azure e poo faccia elaborare una settimana. come dice lei i dati non hanno opinioni… infatti fa tutto una macchina per noi. però sul risultato un’opinione di scenario me la faccio…. in particolare sulla deflazione da debiti che sta attanagliando l’occidente e che ci è sfuggita di mano (sarà mica la trappola fi liquidità? non lo so quando fai queste domande glissano tutti)…. dicevo ti fai un’opinione, ti disegni uno scenario e strategie di allocazione (su n° orizzonti di portafoglio)….. l’esercizio è ripetuto settimanalmente (nonchè alimentato da sempre nuove fonti di dati che raffianno l’accuratezza e la robustezza statistica) ed esce sempre il solito trend…. siamo in 12 ad analizzare quel trend…. i soldi sono i ns…. dalle analisi noi ci siamo fatti un’opinione che oltretutto che ormai condividono molti clienti (pure ammerikkani e anglo sionisti tanto per dare un gusto ideologico alla cosa)…per il resto io accetto la sua visione.. mi stia bene e si rcordi la deflazione da debiti

          • Marcello Amati

            “. li prenda tutti ne prepari un dataset coerente di analisi (serie storiche dal 01 gennaio 1990 x datalake di quasi un petabyte… logicamente per le serie finanziarie una doverosa ripulitura dalle distorsioni prodotte dai QE) imposti una machine learning particolarmente raffnata, stressi il dataset 10^500 scenari sia micro, sia macro, sia congiunto/parametrico… si affitti 64 terabyte di ram su azure e poi faccia elaborare x quasi 3 giorni… come dice lei i dati non hanno opinioni… infatti fa tutto una macchina per noi, con processi, modelli e sistemi di governance che ci siamo fatti certificare… certo errori possono sempre ….
            ..
            Siamo in 10 nel comitato ad analizzare quel trend (e altri segnali ovviamente) per poi decidere (i soldi sono i ns… ma anche quelli di clienti che spaziano su tutto il mondo…”

            Le potrei ricordare il caso di Long-Term Capital Management.

            Sono , nei fatti, decenni, che si parla di dismissione del Dollaro, ricordo i grandi titoli e previsioni di hedge funds importanti, investitori globalmente conosciuti che parlavano del’ imminente crollo del Dollaro, nel 2007-2008, arrivo’ la crisi, ed il Dollaro non crollo’, al contrario si rafforzo’, non solo in termini “nominali”, ma anche come posizione, vi era nei fatti un Dollar Shortage a livello globale.

            A livello personale, nel 2007, aiutato nella mia personale analisi da un servizio che indicava le stesse basi di ragionamento, ma a differenza mia, usando un lapso di tempo maggiore, fu possibile “prevedere” sia il massimo che la tempitiscia, del Euro sul dollaro (1.60 aprox) cosi come entro il 2015 un ritorno verso 1.00 / 1.10 (si e’ arrivati nel 2015 a 1.04 aprox), ovviamente piu’ che disponibile a darle riferimenti.
            Questo per farle notare che non e’ un semplice ragionamento “alla buona”.

            Nel modello che sta descrivendo lascia fuori u particolare, che e’ sempre determinante, le variabili non quantificabili, per quanto preciso il modello, per quanto potente il sistema, le variabili non quantificabili esistono sempre, cosi come la tendenza umana nel selezionare e cercare di quantificare tali variabili, e quasi immancabilmente, lo si fa in base ai propri bias, e se permette, mi corregga pure se erro mi pare che i suoi bias al rispetto (‘anglosionisti”) siano piuttosto evidenti, sicuro che e; riuscito ad evitare in toto di lasciarli fuori dal suo modello?

            Per il debito, fattore “interessante” e che non so se ha considerato nel modello, dal 2009 al 2014, i paesi emergenti hanno emesso titoli sovrani denominati in Dollari, ed ancora piu’ importante, sotto legislazione delle stato di NY per aprox 5 trilioni di “verdoni”.
            Questo implica, anche solo restando a questi 5 Tr. che il finanziamento di tale debito, cosi come il ripagamento del capitale, roll-over o meno, gira che ti rigira e’ sempre in colore “verde”, ovvero, quale che sia la valuta utilizzata negl’interscambi commerciali, che sono largamente minoritari nel volume dei mercati valutari, alla fine la loro posizione netta, o prima o poi, si tingera’ di colore “verde”.

            Anche il discorso sugli investimenti Cinesi, che tot $ entrano e quindi sono reinvestiti nelle infrastrutture, benissimo, ma sono appunto investiti principalmente Dollari, la Cina paga tali rpgoretti in Dollari, chi li riceva riceve Dollari, che poi saranno utilizzati per investimenti, acquisti o quello che voglia, non e’ che svaniscono, cambia chi li usa, ma il volume nel forex e’ sempre quello.

            Non a caso, nonostante la Cina tratti il gtreggio in Yuan dal 2012, l’ Iran in Euro dal 2007, la Russia, gas e greggio in Euro da oramai anni ecc ecc.. il ruolo del Dollaro nei pagamenti e’ passato dal 32/33 al 40% ed il suo ruolo nel Forex e’ immutato.

            La Cina ha altresi avuto un paio d’anni di calo sostanzioso delle sue riserve (principalmente fuga di capitali), ma “stranamente” la sua quota di T-bonds e’ nei fatti rimasta invariata, nell’ ultmo anno leggermente aumentata. nonostante sia passata da aprox 4 tr. di riserve a quasi 3.

            Nonostante la Russia abbia dichiarato da anni di volersi disfare dei bond (ci ha provato nel 2014-2015, ha velocemente cambiato idea), poi alla fina ne ha ora come prima delle dichiarazioni.

            Come spiega bene Prasad nel suo libro “The Dollar trap”, volenti o meno, il ruolo del Dollaro e’ quello che e’ , e per il prevedibile futuro quello restera’.

            Si puo’ perfettamente ipotizzare, con premesse validate nei fatti e dati, che nel futuro prevedibile , avremmo Dollaro, Euro e Yuan come principali valute, con la differenza che il verdone sara’ un “primus inter pares” , ovvero nell’ area Europea/Mediterranea l’ euro sara’ “padrone” affiancanto al Dollaro (nei fatti gia’ e cosi) ed in Asia stesso discorso Rmb-Dollaro, a livello Globale pero’, c’e’ il Dollaro.

            Per il “mentecatto” ovviamente lo rispedisco al mittente, noto che se presto con argomenti non le resta molto altro che fare inutili attacchi ad hominem, credendosi furbo, le dico una ovvieta’, non lo e’, e si ricordi la fine di Long-Term Capital Management, le auguro non le succeda…

          • deadkennedy

            Nel modello che sta descrivendo lascia fuori un particolare, che e’ sempre determinante, le variabili non quantificabili, per quanto preciso il modello, per quanto potente il sistema, le variabili non quantificabili esistono sempre ( se ne accorsero i Nobel del LTCM), cosi come la tendenza umana nel selezionare e cercare di quantificare tali variabili, e quasi immancabilmente, lo si fa in base ai propri bias, e se permette, mi corregga pure se erro, mi pare che i suoi bias al rispetto (‘anglosionisti”) siano piuttosto evidenti, sicuro che e’ riuscito ad evitare in toto di lasciarli fuori dal suo modello?
            Avrei qualche dubbio.
            scrivi per dimostrare che sei un mentecatto…. i modelli econometrici e/o finanziari che vengono inseriti sono lavorati dalla macchina andando proprio ad ridurre ai minimi termini il rischio modello stesso.. infatti tutta l’attività viene esercitata sulla base dati e la sua disposizione gerarchico temporale…vincolando la stabilità del segnale e la sua lettura da parte del modello (o di più modelli in contemporanea)… questo, e non mi dilungo oltre, non elimina il rischio… ma lo confina % in uno spazio bene definito tale per cui la scelta non mai arbitraria su cosa o non cosa fare. in un universo stocastico ma allo stesso tempo discreto è impossibile eliminarlo a meno di un arbitraggio.
            per bais ci sono fonti di informazioni non ordinarie che intervengono durante il comitato investimenti trimestrale per dare un peso all’analsi di scenario o degli scenari.
            come più volte detto, e poi lo ammetti anche lei, ho semplicemente detto che il dollaro lo sfanculano: non ho mai detto che scompare ma che la sua egemonia è finita. Ci metterà 1 mese, 6 mesi , 1 anno o 10 non lo sappiamo con certezza ne noi ne voi e nessun altro… siamo nell’imponderabile; ciò che sappiamo e che si sta determinando il cambio di un paradigma!
            in ogni caso per come posti e argomenti non distingui la mano dal piede….

          • Marcello Amati

            “scrivi per dimostrare che sei un mentecatto…. i modelli econometrici e/o finanziari che vengono inseriti sono lavorati dalla macchina andando proprio ad ridurre ai minimi termini il rischio modello stesso.. infatti tutta l’attività viene esercitata sulla base dati e la sua disposizione gerarchico temporale…vincolando la stabilità del segnale e la sua lettura da parte del modello (o di più modelli in contemporanea)… questo, e non mi dilungo oltre, non elimina il rischio… ma lo confina % in uno spazio bene definito tale per cui la scelta non mai arbitraria su cosa o non cosa fare. in un universo stocastico ma allo stesso tempo discreto è impossibile eliminarlo a meno di un arbitraggio. ”

            Veramente le scrivo per farle notare che i modelli alla fine, anche se gestiti da macchine ecc ecc necessitano sempre di inputs umani (e qui entrano i bias personali, e lei mi pare che ne sia pieno… giudicando dal nervo scoperto evidentemente toccato, vista la sua stupidissima necessita’ dell’ attacco ad hominem, anche qui ripetuto credendosi furbo, le ripeto, NON lo e’), il margine d’errore poi, come lei ricorda, e’ impossibile da annullare, direi che questa semplice realta’ e’ la prima cosa che viene insegnata anche a FIN101.

            “come più volte detto, e poi lo ammetti anche lei, ho semplicemente detto che il dollaro lo sfanculano: non ho mai detto che scompare ma che la sua egemonia è finita. Ci metterà 1 mese, 6 mesi , 1 anno o 10 non lo sappiamo con certezza ne noi ne voi e nessun altro… siamo nell’imponderabile; ciò che sappiamo e che si sta determinando il cambio di un paradigma!”

            Fra il volerlo “sfanculare” e che poi POSSANO farlo, vi e’ una discreta differenza, anche io vorrei essere alto 2 mt, ma non lo sono.
            Si sta parlando poi del prevedibile futuro, cosa possa succedere fa 40-50 anni e’ nel regno delle speculazioni, anche una previsione a 10 anni potrebbe essere una speculazione, ma considerando che i trends sono delle brutte bestie da modificare (eventi in stile “fine del mondo” a parte), 10 anni sono relativamente “semplici” da considerare, nel lapso di tempo pluridecennale, puo’ accadere di tutto, anche che scoppi la montagna di debiti del sistema bancario ombra Cinese, che non e’ per nulla qualcosa d’impossibile, visto che continua a crescere come se fosse il 2009 (attualmente a 8.5 trllioni di dollari ed in crescita).

            “n ogni caso per come posti e argomenti non distingui la mano dal piede….”

            A me pare, che a parte risposte che cerchino di dare una risposta confusionaria dando l’ impressione di una spiegazione tecnica, nei fatti non sta ribattendo a nessuno dei punti evidenziati, forse le funzionera’ al bar, non le saprei dire, di certo non funziona qui.

            Esempio, qualcosa da dire sul fatto che l’impatto del greggio (parlando del petro-yuan del quale si sente parlare tanto ultimamente) nei fatti ha un peso totale dello 0.07% nel forex vs un 11% negli anni 70?
            Ovviamente le implicazioni… sono piuttosto evidenti, non trova?

            Qualcosa da dire sul fatto che nonostante le riserve Cinesi siano passate da 4 a 3 trillioni, la quantita’ di bonds e’ pressoche’ invariata?
            Qualcosa da dire sul fatto che la Cina investe in dollari e che quei Dollari , pagati per le infrastrutture poi nei fatti NON svaniscono?
            Tra l’altro.. la Cina nei fatti si paga a se stessa.

            I Cinesi quando “finanziano” un progetto infrastrutturale (quindi prestando i soldi al governo locale), pagato in Dollari, poi posizionano proprie aziende in loco, mandano anche la manovalanza e principalmente si autoriforniscono, quindi nei fatti pagano in Dollari e ricevono gli stessi di ritorno, sempre in Dollari.
            In Africa ne sanno qualcosa.

            Qualcosa da dire sui 5 trilioni di debito sovrano emesso da paesi terzi in dollari sotto giurisdizione di NY (USA), che quindi sono de facto obbligati a servire e rimborsare in dollari indipendentemente dai loro commerci fisici?

            Puo’ rispondere cercando di confondere con paragrafi che sono apparentemente competenti, o puo’ decidere di rispondere sui fatti in se, scelga lei.

            Come gia’ fattole notare, se vuole discutere sui dati, sui fatti, ben venga, se vuole asserire sue opinioni, e fare stupidissimi, ed inutili attacchi ad hominem, casca male.

          • Demy M

            Ciao, lascialo perdere, è un provocatore e basta.

          • Marcello Amati

            Lei ha qualche serio problema… sente la necessita’ di fare sempre questi commenti… (tra l’ altro pure fuori luogo.. nessuno ha obbligato Ubimauri ha fare nessun commento.. anche perche’ se evitava faceva meglio, ha fatto un commento sul nulla), facendo sempre finta di non leggere.. solo perche’ si e’ sentito ferito nell;’ orgoglio dal fatto che si e’ facilmente dimostrato che lei ha nozioni molto ma moto superficiali? Suvvia,…cresca.

  • BlackSail33

    Ormai la politica estera americana a suon di bombe, colpi di stato e primavere varie è diventata una barzelletta. Pian piano tutti gli si rivoltano contro. Chi semina vento raccoglie tempesta.

  • agosvac

    Gli USA hanno sempre “tentato” di avere la direzione del Centro America e dell’America del SUD. Peccato che sia il Centro America sia l’America del Sud sono di matrice spagnola pertanto ideologicamente estremamente distanti dalla mentalità USA che è del tutto anglosassone. Forse sarebbe meglio dire “mista”, ma la prevalenza è sicuramente Yankee.

  • telepaco

    Che palle quelli che polemizzano con Anita Mueller creando una serie infinita di risposte e controrisposte inutlil, ma la volete finire? Ogni forum c’è sempre qualcuno che raccoglie la provocazione di questa demente e continua imperterrito a riempire di inutili post, io non so se occorre tanto per ignorare questa che entra solo per dare fastidio, e basta dai….

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Non reggi la competizione, racconti frottole, e difendi una causa persa …

    • Divoll79

      Proprio per questo, io me la sono bloccata. Cosi’ non perdo tempo ne’ a leggere le sue corbellerie, ne’ a rispondere.

  • carlo

    la cosa curiosa una volta dovessero metterci veramente delle basi i russi, (cosa altamente improbabile tra l’altro) … sarebbe poi vedere il momento in cui il Nicaragua dovesse cambiare linea politica e pertanto andasse al potere un presidente e un governo dichiaratamente filo-americano …

    • Demy M

      La stessa cosa potrebbe verificarsi, in modo opposto, in Giappone, Corea del Sud, una parte della UE ( Ungheria,Slovacchia,Austria,Rep. Ceca, Moldavia, Romania, Bulgaria…..) e, in questo caso, cosa farebbero gli americani, bombardano tutti? Per intanto c’è il Nicaragua, Venezuela, Cuba, Equador e chissà, in un futuro non molto lontano, anche il Messico.

    • Demy M

      Ah, dimenticavo “anche” le Filippine. Dal ministro Sergei Shoigu e dal suo collega filippino Delfin Lorenzana.
      È stato firmato oggi un accordo tra il governo russo e l’esecutivo delle Filippine sulla cooperazione nel settore della difesa. Il documento è stato firmato dal ministro della Difesa Sergei Shoigu e dal suo collega filippino Delfin Lorenzana. Sempre oggi è stato siglato il primo contratto per la fornitura di lanciagranate RPG-7V russe a Paese asiatico. La firma è avvenuta a Clark, dove si terrà la riunione dei ministri della Difesa dell’Associazione dei Paesi dell’Asia del Sudest asiatico (Asean).

  • adalberto

    Interessante analisi dal punto di vista geopolitico. Peccato che l’autore si dimentichi di un fatto: il Nicaragua sotto Ortega è diventato una dittatura che nulla ha più a che vedere con socialismo, sandinismo o in generale sinistra. È una dittatura e basta. Corrotta, oppressiva e sanguinaria come sono solite essere le dittature. Questa con in più l’aggravante di usare spudoratamente icone e parole d’ordine della tradizione rivoluzionaria mondiale e latinoamericana in particolare. Più o meno 500 morti, 3000 feriti, centinaia di desaparecidos, e prigonieri politici, decine di migliaia di profughi all’estero in ormai cinque mesi di proteste. Questo è il record del governo di Ortega da quando il 18 aprile scorso i pensionati prima e gli studenti poi sono scesi in piazza per protestare contro l’ennesima misura, il taglio delle pensioni in questo caso, presa per coprire le incredibili ruberie della famiglia del dittatore e dei suoi gerarchi. E, si badi bene, le proteste non sono mai state un tentativo di colpo di stato, come sostiene cinicamente il regime, ma solo una più che legittima protesta contro i metodi autoritari e la corruzione. Lo attesta, se non bastassero le numerosissime testimonianze, un rapporto dell’Alto Commissariato ONU per i diritti umani, la cui pubblicazione nei giorni scorsi è valsa l’espulsione della sua delegazione dal Nicaragua. Dunque, va bene la geopolitica, però se ci si scorda dei popoli, anzi, delle persone e dei loro diritti, si finisce per non capire l’essenziale.

  • Alberto Refrattario

    LETTERA DI UNA ESULE NICARAGUENSE RIVOLTA AI ROSSO/BRUNI CHE IN ITALIA APPOGGIANO IL REGIMA GENOCIDA DI ORTEGA-MURILLO.

    Estimad@s rappresentanti e sostenitori del regime Ortega-Murillo

    Come potete difendere un regime con le mani sporche di sangue?
    Come potete difendere chi ha tradito i principi della Rivoluzione ?
    Come potete difendere l’indifendibile?

    Vi auguro di non avere mai bisogno della ANPDH e della CIDH , di non
    finire al Chipote o a La Modelo, di non essere sequestrati, torturati e
    violentati.
    Vi auguro di non dover piangere la morte dei vostri
    figli, di non dover fare plantones ( Sit -in ) davanti a nessun carcere,
    di non dover organizzare nessun funerale di un vostro famigliare, di
    non aver paura della polizia o degli squadroni della morte.
    Vi auguro di non essere mai costretti a fuggire dal vostro paese per salvarvi la vita.

    Vi auguro la libertà di dissentire dal potere e ribellarsi al governo
    di turno senza temere ritorsioni, di avere il coraggio di proteggere i
    perseguitati.
    Vi auguro di avere sonni tranquilli, senza l’incubo
    dei volti dei ragazzi assassinati dal regime Ortega-Murillo, senza le
    lacrime delle loro madri.
    Vi auguro di avere buona memoria per non dimenticare i desaparecidos, i torturati, i sequestrati, i morti.

    La storia non ha mai assolto nessun dittatore e neppure i suoi
    complici. Qué tengan un buen dia damas y caballeros, e non dimenticate
    che il detersivo che lava e sbianca le coscienze non esiste.