russia ucraina

Il nuovo fronte di guerra
dello scontro fra Russia e Ucraina

La crisi fra Ucraina e Russia si arricchisce di un nuovo fronte di guerra: il Mar d’Azov. Nelle ultime settimane, lo specchio d’acqua unito al Mar Nero dallo Stretto di Kerch è diventato oggetto di una pericolosa escalation non solo politica, ma anche militare. E dal momento che la guerra in Ucraina è il conflitto europeo più sanguinoso dalla guerra nei Balcani, ogni innalzamento delle tensioni non va sottovalutato.

Come riporta Agenzia Nova, in questi giorni “lo Stato maggiore delle Forze armate dell’Ucraina ha deciso di rafforzare il raggruppamento di truppe nella direzione di Azov. Queste misure sono prese a causa delle ‘azioni aggressive’ della Russia”.

L’annuncio è stato direttamente dal comandante delle forze terrestri ucraine, Sergej Popko e si inserisce nel quadro delle crescenti ostilità fra Kiev e Mosca su un’area marittima che, in fin dei conti, non rappresenta uno specchio d’acqua particolarmente ricco di risorse. Ma che dal punto di vista politico e strategico risulta, ad oggi, molto importante.

La situazione del Mar d’Azov è peggiorata, in quest’ultimo periodo, per le crescenti tensioni fra marina russa e ucraina riguardanti in particolare i pescherecci. A marzo, il Nord, un peschereccio di una compagnia della Crimea, è stato fermato dalle guardie ucraine perché accusato di aver violato le frontiere marittime di Kiev.

La violazione, negata apertamente sia dall’equipaggio dell’imbarcazione sia dalle autorità della Crimea, ha portato a una reazione da parte delle guardie di frontiera russa con un aumento esponenziale dei controlli su tutte le navi ucraine. Un’attività intensa e sicuramente a scapito degli ucraini ma del tutto lecita, perché tra Ucraina e Russia vige un accordo del 2003 che permette le attività di ispezione alla flotta di Mosca, ma che a detta degli ucraini si starebbe trasformando in un vero e proprio blocco navale.

La questione non è da sottovalutare. Quel tratto di mare rappresenta l’unica via di sostentamento per i pescatori ucraini. Quindi ci sono due comunità in conflitto che vivono grazie a quelle coste e che non hanno alcun interesse a giungere a un compromesso. 

Ma al netto dell’importanza economica per il settore ittico, il problema di quelle acque è che, per gli ucraini, la Russia avrebbe avviato una vera e propria campagna di assedio nei confronti di tutto il settore commerciale ed economico delle città costiere, a cominciare da Mariupol, per condannarle a un lento processo di isolamento.

Se l’Ucraina pensa che siano questi gli obiettivi della Russia, dall’altro è chiaro che per Mosca, la questione è molto differente. Il problema del Mar d’Azov agli occhi del Cremlino è che esso rappresenta uno specchio d’acqua che divide la Russia dalla Crimea. La penisola è stata recentemente collegata dal ponte di Kerch che rappresenta uno snodo cruciale per la strategia di Vladimir Putin nella regione annessa alla Russia.

Per il Cremlino è essenziale che quell’area sia garantita da qualsiasi influenza esterna, non solo ucraina. La possibilità che Kiev entri nella Nato comporta che quel tratto di mare possa trasformarsi, in futuro, in una pericolosa linea di confine fra il territorio russo e quello di uno Stato appartenente all’Alleanza atlantica e che possano dividere la Crimea dalla Russia.

Non a caso, non appena è stato costruito il ponte, Putin ha ordinato l’invio di tre navi a tutela dell’infrastruttura. Ed è importante sottolineare che il Dipartimento di Stato americano si sia inserito nello scontro fra Ucraina e Russia parlando di manovre russe tesa a “destabilizzare l’Ucraina”. Quindi gli Stati Uniti sono pienamente coinvolti nella vicenda. E lo sono per lo stesso motivo per cui erano interessati alla Crimea: togliere il più possibile appoggi ai russi nel Mar Nero e quindi nel Mediterraneo allargato.

In queste ore, proprio a conferma di questi timori russi, sono arrivare le parole di Franz Klintsevich, membro della commissione Difesa della Camera alta, che ha espresso il pericolo che la questione delle barche da pesca venga sfruttata da Kiev per avviare la militarizzazione del Mar d’Azov, dirigendosi verso una pericolosa escalation. Militarizzazione che, fino ad ora, è tutta a favore di Mosca, già presente nell’area con una flotta largamente superiore a quella ucraina. Ma il problema russo non è la flotta di Kiev quanto quela dei potenziali alleati.

E di fronte a un’Ucraina desiderosa di tutelare i propri diritti su quel mare e una Russia che teme una nuova area di conflitto in cui possa inserirsi il blocco atlantico, il rischio che si accenda un nuovo focolaio di tensioni è molto alto.  

  • potier

    questi miserabili russi ora che hanno costruito questa specie di ponte e per di più illegale e in barba a tutte le leggi internazionali, ora non contenti di occupare del suolo non appartenente a loro, stanno pure mettendo in atto una provocazione dietro l’altra IMPEDENDO letteralmente il legittimo attraversamento dello stesso alle navi ucraine dirette al porto di Mariupol, e questo sicuramente soltanto in segno di spregio e con un chiaro intento provocatorio che ha anzi e sicuramente l’intenzione di esasperare una situazione già parecchio critica e pericolosa.
    ma piccolo vermiciattolo che vivi tranquillamente e comodamente nel tuo studio del Cremlino,
    smettila ! smettila di farti gioco della comunità internazionale ! e sopratutto MOLLA l’osso !!!! molla l’Ucraina, molla Donetsk e Lugansk, molla la Crimea !

    • Mario Marini

      La comunità internazionale? O quella di Soros? O quella delle lobby usa e dei loro amiconi arabo-integralisti del golfo? Non si faccia scudo di enti fallimentari come l’ONU e La smetta di fare moralismo un tanto al chilo, lei è solo ridicolo. Lei è anche molto ignorante in storia, la quale insegna che una persona, uno stato (gli usa ndr) NON possono avere sempre e solo ragione…………lei sembra solo un curvaiolo da stadio, parla degli usa manco fossero Il Milan, L’Inter o la Juventus……

    • Mario Marini

      La Crimea è RUSSA dal lontano 1650, si rassegni. MOLLI L’OSSO LEI, SERVO SCIOCCO DEGLI ARROGANTI PREDONI NORDAMERICANI. Capisco che lei vorrebbe farla divenire un bordello a uso e consumo di qualche sceicco arabo-islamico ma, ormai lei in Europa è NETTA MINORANZA

    • Mario Marini

      Vermiciattolo era il negroide islamico Obama-banana e il ratto mc cain, finalmente andato all’inferno!

    • enricodiba

      Potete solo rosicare.

    • Ling Noi

      Soffri perchè gli ucraini non ancora bombardato il ponte di Kerch, ma tranquillo, non possono neanche tentarci perchè verrebbero tutti abbattuti dagli S400.

      • montezuma

        Dagli con sti S-400. Te li sogni anche la notte?

        • Ling Noi

          Va bene, allora visto che non è vero niente, andate a bombardare il ponte, come suggerito da Tom Rogan del Washington Examiner.

          • montezuma

            Fermo restando che io non sono a favore dei governanti banditi dell’Ucraina e penso che Putin sia un vero statista, stare a sottolineare continuamente i “pregi” di questo o quel sistema d’arma è segno di immaturità politica (per non usare altre parole!). Come ovunque, negli USA ci sono anche interessi contrastanti. Qualche volta vanno fatti confronti seri non il tifo da stadio.

          • Ling Noi

            Non era questione di tifo di un sistema o l’altro, io ho solo fatto notare che la Russia ha installato in Crimea gli S400 proprio per evitare sorprese, e malgrado ucraini, Nato e americani hanno minacciato di bombardare il ponte, sono rimaste parole nel vento.

    • Fabio Massimo Ciancio

      Putin dovrebbe mollare l’Ucraina? E perché? L’Ucraina con il Principato di Kiev rappresenta il principio della vicenda storica russa. Dall’Ucraina è cominciata l’espansione del popolo russo, a Kiev i russi guardano come alla loro città madre, sarebbe come chiedere ai francesi di rinunciare a Reims o agli spagnoli di rinunciare alla Catalogna. Il popolo russo non permetterà mai che l’Ucraina continui ad essere distaccata dall’insieme della continuità territoriale della Grande Madre Russia. L’Ucraina tornerà ad essere parte della Russia perché questo Storia, Religione, Lingua e tradizione richiedono e non c’è nulla che Comunità Europea e Stati Uniti con la loro ignoranza in tema di storia possano fare per impedirlo.

      • montezuma

        Può non piacere, ma è così!

      • potier

        stai pure sereno anche tu trollaccio russo, l’Ucraina se la sono giocata per sempre, su questo non c’è alcun dubbio, come è senza dubbio il fatto che presto entreranno nella NATO pure loro, pertanto chiusa la questione, questo è poco ma sicuro.
        poi quella secondo cui il popolo russo non permetterà mai che l’Ucraina continui ad essere distaccata è la barzelletta del secolo, resta poi sempre da capire in quale e in che modo, con le truppe !? e quali truppe ? quelle che non ci sono ? con quei quattro generali ubriachi che hanno e che comandano gente che arriva dalle lontane e periferiche terre asiatiche !? forse i troll come te non lo hanno ancora capito, ma gli ubriaconi del Cremlino devono andare a pescare reclute da macello sempre più lontano, nel Caucaso, in Siberia ecc ecc , perché il russo europeo di fare la guerra non ne ha proprio nessuna intenzione caro amico … e se al giorno d’oggi non hai soldati di mestiere non vai da nessuna parte ! questo mettetevelo bene in testa ! comunque forse non lo sai, e te lo spiego io, più passa il tempo, più il popolo ucraino e il suo esercito ucraino diventano ogni giorno che passa più coesi e i più forti nella regione, e quasi lo già attualmente lo sono. infatti se fossero i russi così forti come reclamato dai buffoni del Cremlino, già nel 2014 avrebbero portato i loro Tanks a Kiev.
        in quanto alle trite e ritrite farneticazioni senza nessuna base storica, secondo cui l’Ucraina era storicamente russa per religione e lingua !!?? lingua !!?? ma hai mai sentito parlare in ucraino e in russo !? c’è la stessa differenza che c’è ad es tra lo spagnolo e il portoghese … più o meno simili ma assolutamente non la stessa cosa, pertanto un’altra grossa balla di uno che non sa … sarebbe anzi meglio anzi ribaltare la questione, in quanto forse, è la Russia ad essere storicamente una costola di quella che fu l’entità di Ucraina Punto.

        • mauroc59

          vedi povero essere, cosi per caso andai per sbaglio in treno da krasnodar a volgograd in quel periodo scelta sciagurata ma interessante, perche’ sul lungo tragitto mi sono imbattuto in tre colonne di treni con tanti carri e obici piu che sufficienti per arrivare a Kiev. Cosa che non interessava ai Russi, prendersi sulle spalle l’Ucraina significava finire in bancarotta e ne sanno bene gli europei che sono stati derubati di un centinaio i mld. Chiaro che i soldi sono finiti nelle tasche dei tuoi padroni. Ah i soldatini fermi alle stazioni ricevevano cibo e fiori dalle popolazioni… hanno gia’ vinto! Se c’e’ bisogno sono pronto anchio a fare il mio dovere contro i demoni.

          • potier

            sei abbastanza patetico … se non penoso, e proprio alla luce del fatto che quella guerra scatenata da quella specie di innominabile nazista in pectore, i treni pieni di carri armati e obici in ucraina li ha fatti arrivare eccome ! ci sono persino testimonianze, fotografie e filmati a dimostrarlo e a raccontarlo, e anche nel mio piccolo ho testimonianze dirette circa quella vera e propria invasione, figurati che furono persino catturati tra gli altri un bel gruppo di parà originari di Pscov, si vabbè poi i bugiardi russi dissero che si erano persi … e proprio circa questa ipotizzata invasione a tutto campo dell’Ucraina potevano nel 2014 anche compierla, sicuramente perché sapeva molto bene quel vile e infame omino di San Pietroburgo, che in pratica un esercito ucraino vero e proprio quasi non esisteva, non avevano gli ucraini se non 6000 uomini degni di una qualche minima resistenza, proprio perché negli anni quella gente, MAI e poi MAI si sarebbero aspettati che, ripeto ancora una volta … un codardo e vile personaggio di tal fatta, potesse aggredirli proprio alle loro spalle e PROPRIO in virtù del fatto che sempre gli ucraini considerano, meglio dire consideravano i russi dei veri fratelli di sangue …
            e comunque non mi stancherò mai di ribadire di come questo tipo di vili aggressioni alle spalle nei confronti di popoli in inferiorità numerica e materiale solo i russi sono in grado di commetterle, Finlandia 1939, Polonia sempre 1939,
            Georgia 2008 Ukraine 2014 ancora in essere.

          • mauroc59

            stai facendo confusione e propaganda, mischi epoche storiche diverse. Non so se te ne sei accorto, ma nonostante le bugie della totalita’ del main stream a te tanto caro, la maggioranza della popolazione europea non crede alle vs balle. Che i russi abbiano aiutato loro confratelli del Donbass e’ vero, ma non hanno avuto bisogno di inviare reparti pesanti, a volte hanno bonificato l terreno con le artiglierie sparando denro i loro confini. In Ucraina e’ stato fatto un colpo di stato, al potere ancor piu’ di prima ci sono persone con doppio passaporto, un milioni di giovani ucraini devono lasciare la loro Nazione ogni anno, l’economia langue anche perche’ nessuno vuole metter soldi che spariranno in mani rapaci. Questo e’ quello che hanno fatto i tuoi eroi.

          • potier

            è vero, la maggioranza della popolazione europea non crede alle VOSTRE
            di balle … lei è solo un pappagallo che prende notizie e opinioni dai vari siti del Cremlino, che già sono stati sputtanati abbondantemente senza che vi sia la necessità di riportarli in questa sede …
            in quanto al colpo di stato in ucraina ma dove ? ma quando ? un milione di persone in piazza secondo lei sarebbe un colpo di stato ? guardi che in Ucraina c’è la democrazia !esattamente quella che non c’è a Mosca, il colpo di stato lo ha fatto il tizio che sta su a Mosca quando ha cominciato ad impadronirsi di tutto ciò che poteva accaparrarsi, dagli organi di informazione alla magistratura, ai centri di potere nell’industria mineraria dove ha piazzato tutti i suoi uomini per non parlare dei servizi segreti, l’esercito e quant’altro, e lei ha il coraggio di scrivere che in Ucraina fu fatto un colpo di stato !? sono state svolte nuove elezioni appena dopo i noti fatti rivoluzionari ! sveglia ! fu eletto subito dopo un nuovo presidente e un nuovo parlamento sveglia !
            e il prossimo anno 2019 si svolgeranno delle nuove presidenziali poi seguite da quelle parlamentari ! in quanto al Donbass lo sanno pure i sassi senza il pesante intervento dell’esercito russo dell’estate 2014 con armamento pesante al seguito, col cavolo si sarebbero ripresi metà del Donbass … smettetela di raccontare menzogne ! Punto.

          • mauroc59

            5 miliardi di usd e’ costato comprarsi l’apparato statale ucraino e organizzare truppe paramilitari e aggiungo organizzare l’assassinio di 80 pesone a Maidan. Questo non lo dico io, ma i tuoi beniamini. Aggiungo, qui di trolls non ne esistono se non personaggi come te e qualche altro a te consimile. Tuttavia la cosa importante e’ dovuta al fatto che nonostante i mains stream in mano ai tuoi eroi e questa opera di trollaggio continuo. i popoli mondiali, hanno capito cosa e’ successo e cosa succedera’ questo e’ il motivo per cui le cosidette eleites alcolizzate , stanno dando via di testa…. succedera’ di tutto perche’ il male che rappresentate non si fermera’ davanti a niente e’ chiaro, ma la valaga e’ gia’ partita. PS. Concludendo , tu hai padroni.. noi no.

        • alberto

          Ad essere onesti , caro monsieur Carlo , leggendo i commenti che ha partorito da ieri sera ad ora, viene il legittimo sospetto che :
          o e’ stato aspramente redarguito ed invitato ad essere piu’ ‘duro’ nei confronti della Russia o …ha ecceduto nell’uso di ‘strane sostanze’…:D:D:D
          Inutile ed infruttuoso ‘smontare’ i suoi mantra , falsi,ripetitivi ed oltremodo stucchevoli.
          Da notare poi , avendo dato fondo all’elenco in cui menziona treni,autostrade,ospedali, case, armi di cartone,vodka…ed ha esaurito il suo ‘dizionario’ , ora prende spunto dal ‘filologo’ Mr. Andri75 con la demenziale uscita:
          è la Russia ad essere storicamente una costola di quella che fu l’entità di Ucraina Punto.
          Come gia’ fatto notare al signor filologo (che non si capisce bene perche’ perseveri a rimanere in Russia e non venga da voi o comunque nel paradiso ue…), l’entita’ Ucraina, il toponimo Ucraina risalo a dopo la nascita della Russia ! ( ripeto: sembra che il primo ad usare questo toponimo sia stato Stefano I re di Polonia e Granduca di Lituania )
          Si consoli,comunque, siete purtroppo in molti a fare figure barbine.
          E’ di questi giorni la dichiarazione di Mr. Turchinov secondo il quale la Marina Ucraina ha una storia di piu’ di mille anni …:D…:D..:D
          Siamo alla demenza totale .

          • potier

            lei monsieur albert non perde occasione nel fare delle brutte figuracce … e lasci perdere i like che le danno i suoi sodali troll che tra parentesi non fanno testo e sono sempre curiosamente ben presenti quando ecc ecc … poi tra parentesi
            Mr. Andry75 è sicuramente uno studioso e lo si capisce da come è sempre e particolarmente informato a differenza del sottoscritto e di quasi tutti coloro che qui esprimono prevalentemente dei pareri personali, quindi tanto di cappello per Mr. Andry75.
            fatta la premessa, Mr. Turchinov ben noto politico ucraino già responsabile di molti dicasteri governativi non l’ha affatto sparata li a caso… vorrei soltanto farle presente che i marinai e ufficiali della marina Zarista di un tempo furono quasi tutti ucraini nel bene e nel male, nelle vittorie e nelle sconfitte, inoltre della marineria di questo paese se ne parla già dai tempi del Kievan Rus … quindi il riferimento è tra
            il secolo IX e la metà del sec XIII … pertanto e come al solito la demenza l’attribuirei
            ad altri … mi stia bene albert …

        • Fabio Massimo Ciancio

          Entreranno nella NATO? E con quali soldi? L’Ucraina è ufficialmente -dati dell’OCSE non miei, uno stato fallito che ormai si sostiene solo con i prestiti Ponte della Comunità Europea, uno Stato che deve farsi inviare le armi dagli Stati Uniti, armi che poi restano nei magazzini sorvegliate da militari USA, visto che Trump si sta sempre più convincendo dell’inutilita’ di difendere quella che ormai è una non nazione, a difendere l’Ucraina ormai è rimasta solo la Comunità Europea, anche se visti gli ultimi sommovimenti non penso che l’Europa unita durerà ancora molto. In quanto alle truppe, come dimostrato da Vostok II ci sono e sono molto ben organizzate e con una base europea molto ben definita e disciplinata.

          • potier

            anche lei è un fenomeno di tre quarti va … osservo semplicemente che la storia l’ha studiata secondo il punto di vista del Cremlino, e smontare punto su punto queste balle non è necessario essere degli storici di professione. l’unica cosa in cui ha ragione è il fatto che il termine Ucraina secondo molte teorie fu usata per la prima volta dai polacchi per definire quelle determinate zone come,
            e qui cito testuale; “paese” o limite, “nativo” “suo”e da qui Ucraina, che aveva come significato il contrario di straniero … in ogni caso precedentemente erano quelle terre nominate come Rutenia, Rus, Sarmazia, Hetman ecc ecc …
            ma in ogni caso qual’è il problema !? tutto è nato da qualcosa di diverso, persino il suolo che lei calpesta ! l’importante è QUELLO CHE SI DIVENTA DOPO ! riesce a capire il concetto ? e allora i russi che hanno preso il nome dal “Rus” di Kiev ? città che tra parentesi era già importante e crocevia di culture e di commerci mentre Mosca era semplice e sconosciuto villaggio di capanne ? in quanto alla lingua che si parla è stessa identica cosa, non è importante da dove deriva, allora la lingua russa da dove è nata !? l’importanza di una lingua e di una cultura è quello che definisce un popolo, delle genti, un modo di vivere e così via … inoltre la storia la puoi plasmare, cambiare come ti pare secondo la convenienza esattamente come fanno da sempre i suoi amici russi egregio ballista di tre quarti, potremmo stare qui a discutere per settimane, resta il fatto che i suoi amici da bravi prepotenti e sfruttatori di popoli altrui si sentono in diritto di calpestare ancora una volta, ancora una nazione, ancora un popolo che ha TUTTI i diritti di scegliersi da quale parte guardare, che in questa precisa fase storica non è più quella rivolta ad est !!!! MOLTO probabilmente se in passato i padroni della Russia avessero trattato un pochettino meglio l’Ucraina, e il suo popolo, forse e ripeto forse, ora questi ultimi continuerebbero a guardare ad Est e non a Ovest ma evidentemente così non è …

          • Fabio Massimo Ciancio

            Intanto ci sarebbe da precisare che quando Rus divenne capitale del Regno di Russia, Mosca non era ancora stata fondata e Kiev è da sempre, per il popolo russo la loro seconda capitale. In quanto alla lingua che definisce un popolo, delle genti, un modo di vivere ecc., non direi che l’Ucraina sia l’esempio più appropriato se si deve parlare di unità della nazione, con i ruteni che vogliono tornare con la Polonia e infatti parlano un dialetto del polacco, i popoli del Donetsk e di Luhansk che vogliono essere riuniti alla Russia, gli unici che vogliono mantenere l’indipendenza dell’Ucraina sono quelli che vivono a Kiev e nella regione circostante. Comunque casomai è lei che si riadatta la storia a suo piacimento, se si prendesse la briga di leggere un qualsiasi testo di storia, vedrebbe che non ho inventato niente, non ho aggiunto niente, non ho tolto niente. L’Ucraina fu il primo nucleo del Regno poi Impero di Russia, con Kiev come capitale religiosa in cui venivano incoronati i Re di Russia, e anche dopo che il luogo delle incoronazioni fu definitivamente stabilito a Mosca, Kiev rimase impirtantissima meta di pellegrinaggi per tutti i russi che volevano visitare le spoglie del principe Vladimir. In più fino al 1965 l’Ucraina non esisteva neanche come entità statuale all’interno dell’urss, fu Nikita Kruscev (guarda caso un ucraino) a creare una repubblica federata, in un territorio a stragrande maggioranza di lingua russa. Quando poi nel 1991 l’Ucraina si dichiarò indipendente ( con un atto formale mai ratificato dal parlamento russo e quindi illegale), il governo appena stabilito provvide ad espulsioni di massa dei cittadini di lingua russa (si parlò allora di circa 10 milioni di persone), e contemporaneamente a stabilire l’ucraino ( come ho già detto un dialetto del russo) come lingua ufficiale ottenendo lo splendido risultato di frantumare l’unità che la lingua russa aveva creato tra le popolazioni del territorio ucraino. Questa è la storia pura e semplice della nazione ucraina, uno stato allo sfascio, che si sta disgregando sotto la spinta di un’economia retta solo dai generosi contributi di un’Unione Europea sempre pronta a sostenere le cause perse, è di popolazioni sempre più convinte di potersi riunire alla loro madrepatria, i ruteni con la Polonia e le popolazioni del Donetsk con la Russia. L’Ucraina sta per diventare una nota in calce ai libri di storia e né gli Stati Uniti né la UE potranno farci assolutamente niente.

          • Divoll79

            Mykolayiv, Dnipropetrovsk, Luhansk, Kharkiv… Sono citta’ russe, di lingua e maggioranza russa, bisogna chiamarle col loro vero nome: Nikolaev, Dnepropetrovsk, Lugansk, Kharkov.

          • Fabio Massimo Ciancio

            Lo so benissimo, solo che la cartina che ho trovato riportava solo i nomi in ucraino. Io sono un fautore del ritorno dell’Ucraina in seno alla madrepatria russa. Comunque tanto per precisare la Repubblica di Ucraina nacque nel 1956, per iniziativa di Nikita Kruscev.

          • Divoll79

            Nikita Krusciov diede la Crimea all’Ucraina nel 1954 (tra l’altro un atto illegale secondo la legislazione sovietica dell’epoca), ma la repubblica socialista Ucraina fu creata, come tutte le altre, subito dopo la rivoluzione di ottobre (quindi subito dopo il 1917). Un vero errore di valutazione del futuro. Dovevano lasciare le cose com’erano durante la Russia zarista, quando l’Ucraina non esisteva proprio come tale e non era altro che la regione Malorossia (piccola Russia, nota anche come piccola madre, perche’ la Russia era nata da li’, dalla Kievskaja Rus’).

          • Fabio Massimo Ciancio

            La ringrazio per la correzione, figlio della scuola di Berlinguer ho dovuto studiarmi la storia praticamente da solo e con i pessimi testi che girano in Italia, devo essere incappato in un libro storicamente sbagliato.

          • Divoll79

            Di niente, sempre lieto di condividere quel che conosco.

        • Mario Marini

          Nato? Ungheria, Cekia,Slovacchia e Slovenia NON li vogliono, zerbino nordamericano

          • potier

            ma va là, cosa vuoi sapere te …

      • Divoll79

        Solo che alle origini non esisteva nessuna “Ucraina” (“u kraia” = terra al confine), ma solo la Kievskaja Rus’, poi Malorossia (piccola Russia). Fu un errore madornale creare, dopo il 1917, la Repubblica Ucraina. Il classico caso delle buone intenzioni che hanno lastricato la via verso l’inferno.

    • mauroc59

      calma e gesso, non perdere la pazienza!! tutto a suo tempo!

    • montezuma

      L’Ucraina è un Paese che non riesce a mantenere la dua integrità, come la Jugoslavia a suo tempo. Fa solo casino perché finisce in mano a uno o all’altro a seconda del momento.

    • Pino Scotto

      ehi che hai un’attacco di rabbia? ti posso portare dal veterinario.

    • alberto

      Monsieur Carlo:
      IMPEDENDO letteralmente il legittimo attraversamento dello stesso alle navi ucraine ?
      Uno sforzo ; ci dica dove l’ha letto? Chi glielo ha riferito ?

      • potier

        cosa vuole albert,, a differenza di molti ho l’abitudine di leggere, e se la stampa ucraina riporta che il ministro delle infrastrutture dell’ucraina Volodymyr Omelyan, ha dichiarato che

        “la Russia usa il ponte di Crimea costruito illegalmente e le sue forze navali del mar d’Azov
        per scoraggiare gli armatori dall’entrare nei porti di Mariupol e Berdiansk”

        e non penso affatto che un qualsiasi ministro possa dichiarare un falso di questo tipo, se non altro perché sarebbe piuttosto difficile se non impossibile smentire un’accusa del genere in Ucraina e non solo … perché è semplicemente sotto gli occhi di tutti in primo luogo degli armatori interessati.

    • alberto

      Monsieur Carlo, comprendo che il suo commento e’ ormai un po…’stantio’…ma rimane sempre una memorabile panzana !
      IMPEDENDO letteralmente il legittimo attraversamento dello stesso (ponte di Kerch) alle navi ucraine
      Non legge i giornali/siti ucraini ???
      Oggi 23 set su Interfaks ucraina:
      “The search and rescue ship “Donbass” and the tugboat “Korets” of the Ukrainian Navy, which are sent from Odessa to the Sea of ​​Azov, passed under the arches of the Kerch bridge, ( cit Alexei Volkov)

  • Flavio Stilicone
    • potier

      stampane anche una della federazione russa con tutti i vari staterelli in cui i russi europei non c’entrano un bel fico secco, a cominciare dal Caucaso per finire alla Siberia fino al Pacifico, tutti territori rubati assieme alla loro ricchezza soltanto per riempire la pancia di quelli che si alternano a Mosca, territori immensi e differenti che con gli intrusi russi etnici non dovrebbero avere nulla a che fare …

      • Italo Balbo

        Ne ho una della Palestina dove gli allogeni ebrei non c’entrano nulla, hanno rubato il territorio e tutte le ricchezze ai Palestinesi solo per riempirsi la pancia e costruirsi un arsenale atomico con cui minacciare tutto il pianeta.

        • Demy M

          Il cane potier non ricorda che furono gli Usa ad organizzare il colpo di Stato in Ucraina, e con due testimonial di grande peso politico come McCain e Victoria Nuland.Il resto e’ cronaca rossa per il sangue innocente versato in nome della demonecrazia americanoide.

          • montezuma

            Gli USA di Obama-Clinton, grandi seminatori di zizzania!

        • montezuma

          Come al solito fuori tema su tutti i fronti.

        • Zorz.zorz

          Ma lei cosa dovrebbe dirmi dei russi ( zaristi) che occuparono gli immensi spazi siberiani. Differenze con gli inglesi con l’America? Zero . Eppure viva gli indiani e a morte i cow boy . e i russi? Non pervenuti.Di allogeni ce ne sono tanti( come gli italiani in Tirolo)

          • Italo Balbo

            Tirolo è un endonimo italiano. Si contraddice da solo.

    • mauroc59

      Ho litigato a suo tempo con i miei colleghi russi .. ho sempre pensato che la russia doveva occupare tutti i territori russofoni fin dal primo giorno, cioe’ da odessa a karkhov, lasciando l’Ucraina centrale e quella occidentale. Dopo 20 anno potevano riprendersi il resto, questo dovuto alla totale emigrazione della popolazione Ukraina affamata. Non mi hanno creduto.. hanno creduto a Putin.

      • Divoll79

        Se lo avessero fatto, ora saremmo gia’ in piena III guerra mondiale.

        • mauroc59

          Assolutamente no, l’occidente non ha piu’ voglia di buttare un dollaro per sostenere un paese allo sbando, in aggiunta gli eserciti europei sono ai minimi termini, prenderebbero solo delle briscole. I Russi pensavano che fare i buoni avrebbe portato benefici, ma sono stati stolti. Gli occidentali avevano promesso di non espandersi ad est.. invece non aspettavano che un ad cedimento del blocco sovietico.

    • eusebio

      A Donetsk sembra che tutti gli alberghi siano occupati da personale dell’FSB, il governo della repubblica e la sua difesa sono in mano ai russi, in caso di guerra forze “nominalmente” del Donbass arriveranno fino ad Odessa in pochi giorni.

      • potier

        e come attraverserebbero la zona secondo te ? visto che sei così perspicace ?
        dal momento che la frontiera è un campo di battaglia presidiato, minato e sono tutti trincerati ?
        ti informo inoltre che è da ben quattro anni che quelli dell’FSB tentano di sfondare, ma evidentemente non ci riescono, anzi pare proprio che siano gli ucraini ad avere in quest’ultimo anno ad avere rosicchiato qualcosa.
        ma va là, sparatele meno grosse dai, come troll valete poco, ma proprio poco …

        • alberto

          Monsieur Carlo:
          quelli dell’FSB tentano di sfondare,
          Ma non ha sempre parlato di ceceni, della Wagner, di omini verdi ?
          Ah, ora ci svela che sono reggimenti dell’ FSB…:D..:D
          Attendiamo trepidanti ulteriori sviluppi…:D

          • potier

            veramente è il tizio di cui sopra che ha tirato in ballo l’FSB,

        • eusebio

          Rettifico, gli uomini dell’FSB erano lì per indagare sulla morte del presidente Zakharchenko, individuando la responsabilità nei servizi segreti ucraini con la partecipazione, dati alcuni elementi tecnologici avanzati nella bomba non in possesso degli ucraini, dei servizi NATO.
          La fonte sarebbe un agente ucraino arrestato (probabilmente “ammorbidito” dall’FSB molto brava in materia).
          Per fortuna sembra che non siano in previsione scontri nel Donbass, fronte secondario rispetto alla Siria per il deep jewish state.
          In Siria la Russia aspetta la resa di Erdogan, ormai economicamente mani e piedi consegnato alla Cina, come del resto la stessa Russia, vista la grandinata di sanzioni piovute in testa a Putin ed Erdogan.
          A Vladivostock Putin e Xi Jin Ping hanno sottoscritto molti contratti economici per molti miliardi di dollari di valore, e intanto il potere economico cinese è sempre più forte, in sole due settimane il valore dei contratti futures sul petrolio denominati in yuan sono passati dal 10 al 14% del totale erodendo il peso del dollaro come valuta commerciale internazionale.

          • potier

            come no, l’attendibilità dell’FSB è semplicemente pari a zero, molto bravi nel loro lavoro e professionali per carità, scaltri, efficienti, e ligi soprattutto al loro padrone del momento, ma gli manca soltanto una cosa fondamentale, appunto l’attendibilità la buona fede. e l’onorabilità. infatti basterebbe anche solo seguire la logica per rendersi conto che il quel tizio, si insomma il famigerato e defunto ex minatore Zakharchenko lo hanno fatto fuori proprio loro stessi dell’FSB o forse quelli del GRU. perché già anche solo per logica agli ucraini, che al potere in quella farlocco e sedicente stato fantoccio ci fosse quel tizio o un’altro cambia ben poco … anzi proprio nulla ! terrorista era quello, terrorista è il prossimo, solo tutti servi
            di Mosca … morto un terrorista ne metti un’altro magari poco più presentabile e accondiscendente e il gioco è fatto, tutti giochi interni di potere, ed è proprio ciò che voleva il Puttino di San Pietroburgo.

      • Divoll79

        Odessa? Io spero che arrivino fino a Lvov.

    • potier

      infatti dici molto bene, compatibilmente con il numero di neutroni a disposizione, e aggiungo quelli che evidentemente non hai tu … perché non si è ben capito cosa vorresti sostenere con questa cartina che non dimostra proprio nulla, se non che l’Ucraina è composta da una maggioranza di ucraini , e tante altre minoranze dai russi agli ungheresi, polacchi, ebrei ecc ecc ne più ne meno della situazione dei tuoi amici russi. pensa ad es che persino nella progredita e civilissima Svizzera hanno almeno tre minoranze linguistiche, tra cui quella italiana, e prova un po ad andare a chiedere ad un ticinese se vuole tornare sotto il bel paese ? ma non te lo consiglio … stessa identica cosa per i russo-ucraini, soltanto un troll come te può pensare che tutti, ma proprio tutti i russi vogliano andare con Putin … pertanto stai pure sereno anche tu.

      • Zorz.zorz

        Buona sera. Non so il resto,ma la Crimea da trecento anni è russa,ma proprio russa.saluti

        • Raoul Pontalti

          Dal 1784 (data della annessione di fatto della Crimea all’impero russo, poi internazionalmente sancita dal tratto di Jassy (Iași) del 1792) ad oggi non fanno 300 anni…La russificazione poi fu lenta e si completò sotto Stalin in particolare durante il secondo conflitto mondiale con la deportazione dei Tatari di Crimea (eredi del Khanato di Crimea), degli italiani di Crimea, dei tedeschi di Crimea e di altre minoranze non russofone). Gli ucraini si affacciarono in Crimea molto tempo dopo l’annessione russa e rimasero sempre minoranza rispetto ai russi anche dopo l trasferimento della Crimea dalla Repubblica federativa sovietica russa a quella ucraina voluto da Chruščёv nel 1954.

      • alberto

        Monsieur Carlo ….:
        prova un po ad andare a chiedere ad un ticinese se vuole tornare sotto il bel paese ?
        oggi lei e’ proprio…’cotto’ ….:D…:D…:D
        “Bel Paese ” quale ? L’Italia?
        Quando mai il Ticino e’ stato ‘sotto’ l’Italia?
        Si riferisce ai Visconti ,1422 ?…:D…:D..:D
        Vada a riposare; e’ meglio !

        • potier

          infatti, vedo che ha studiato … perché il ducato di Milano dove si trovava secondo lei ? in Russia ?

          • alberto

            Non mi prenda in giro e non prenda in giro se stesso monsieur Carlo.
            Le ho citato infatti i Visconti ed indicato l’anno : 1422 !
            Era gia’ il ‘Bel Paese’ ? Chiede ai ticinesi se vogliono tornare sotto il Ducato di Milano ?
            Suvvia.

          • potier

            il fatto è che i ticinesi non si sognerebbero ne di tornare sotto il ducato di Milano, e tanto meno meno meno di venire a far parte dell’italica penisola … non sono mica dei fessi …

          • alberto

            Sia serio monsieur Carlo, la disquisizione era centrata sulla sua affermazione se i ticinesi sarebbero disposti a tornare a far parte del ‘Bel Paese’
            ‘Bel Paese ‘ e’ comunemente inteso come Italia (dopo il 1861)
            I ticinesi NON sono mai stati cittadini del Bel Paese !
            Ha sbagliato ad esprimersi, lo ammetta; nessun problema !
            PS
            C’erano molti piu’ ticinesi al servizio degli zar che nel…Bel Paese ( Trezzini, Adamini e tanti altri )

      • telepaco

        Avesti anche il coraggio di scrivere che i russi che vivono in Ucraina vorrebbero rimanere in Ucraina??? Ahahahahah, si nel paese più arretrato e disastrato d’Europa, tu sei da ricovero sai? Per te la “minoranza russa” praticamente qusi il 40%, sarebbe da paragonare alla minoranza magiara o polacca, piccole cifre attorno al 3%, sei un fenomeno della disinformazione poveretto. Non c’è nessun russo che voglia rimanere ucraino, sveglia

        • potier

          sei un portento, ma davvero … a voi troll russi circa le menzogne che cercate di propinare ai boccaloni della rete nemmeno vi sanno preparare bene.
          nemmeno vi hanno spiegato che in Ucraina il fatto di parlare in russo non significa AFFATTO !!!! che questi siano russi come entità etnica, sveglia !!!! in ogni caso ti informo egregio ballista senza vergogna, che i russi secondo il censimento del 2001 non del 1918 … sono il 17,3% della popolazione !!! riesci a leggere qualcosa di serio o sei proprio così indietro come ti stai dimostrando ? poi ammesso e non concesso … chi te lo dice che questo 17.3% di russo-ucraini sognino, anelino, e
          desiderino andare a far parte della Russia ? con Putin poi !!?? un lercio dittatore e ladro compulsivo ! ma per favore, in Ukraina avranno per ora anche meno rispetto a molti russi, non tutti … ma almeno hanno una libertà di fare e disfare, andare, tornare, parlare, dire, criticare chi gli pare che i russi nemmeno si sognano, e questo lo sanno molto bene come lo sa il Puttino di Mosca e non baratterebbero la loro libertà per una manciata di rubli sporchi del loro sangue ! … e se potessero nemmeno gli sfortunati che vivono a Donetzk e Lugansk … stanne pure certo …

          • telepaco

            Ahahahahhaahhaah sei sempre molto divertente con la tua patologia ormai incurabile :)

          • Mario Marini

            Lei è sempre più ridicolo e patetico, un lercio servetto degli usa e dell’ideologia del meticciato islamofilo

  • cagliostro

    X risolvere un volta x tutte la questione, le regioni che si sono stsccate da kuev hanno solo da occupare i territori che le collegano con la crimea ed il gioco è fatto.

    • Demy M

      Faranno un referendum e passeranno tutti con la Federazione Russa.

  • enricodiba

    Ormai l’ucraina è solo un peso per l’ue e gli Usa.

    • agosvac

      Si spera che prima o poi se ne accorgeranno! Intanto dall’anno prossimo l’Ue potrebbe essere molto diversa da com’è ora. Gli USA possono fornire armi ma quando l’Ucraina non li pagherà, saranno guai grossi perché i commercianti di armi degli USA non sono benefattori!

      • Demy M

        C’e’ sempre il famigerato FMI che sta facendo indebitare gli ucraini e che mai potranno pagare il debito contratto.

        • agosvac

          A proposito del FMI, ha letto la notizia di un probabile avvicendamento Draghi/Lagarde? Per me la signora Lagarde alla BCE sarebbe una vera tragedia!

          • Demy M

            Causerebbe uno tsunami di primo grado con disastri incolmabili.

          • agosvac

            La signora Lagarde è un disastro permanente e se ricordiamo come ha avuto il posto che occupa attualmente facendo fuori il suo precedente capo, è anche alquanto disonesta. Non che Strauss khan fosse un santo ma, almeno, del suo mestiere capiva qualcosa!

  • Ling Noi

    Il padrone americano ordina e lo schiavo a Kiev cerca di eseguire gli ordini.

  • bruno

    rampe mobili di missili Bastion pronti al lancio e i mangiaspazzatura e le banderuole adoratrici di bandera se la fanno sotto

  • Bragadin a Famagosta

    anche un demente sa che il vero competitor degli USA tra 20 anni sarà la Cina, per cui il solito demente sa che è doveroso e saggio tenersi amici i russi, che sono un popolo occidentale… il problema è che i dementi sono pochi mentre i sotto dementi sono tanti..specie negli USA.