С-400_«Триумф»

Aumentano capacità russe in Europa

L’Institute for the Study of War, think tank di Washington, ha rilasciato un grafico informativo che evidenzia la crescente copertura missilistica terra-aria della Russia in Europa. Dagli Stati baltici a gran parte dell’Ucraina e del Mar Nero, dalla Polonia settentrionale alla Siria e parte della Turchia, senza tralasciare il Joint Air Defense Network che Mosca gestisce in cooperazione con in Bielorussia ed Armenia. La Russia ha poi alterato l’equilibrio delle forze nel Mar Nero, nel Mediterraneo orientale e nel Medio Oriente attraverso la definizione di grandi zone A2D2, anti-access area-denial, nell’ambito di una precisa strategia di negazione. Nel grafico sono mostrati i principali asset difensivi di Mosca che, in un ipotetico scontro con la Nato, potrebbero ostacolare la capacità delle forze aeree statunitensi di accedere nelle zone operative. Le aree di difesa create dai russi – scrivono dal think tank – negherebbero la supremazia aerea nelle aree di rilevanza strategica. L’Institute for the Study of War conferma i timori del Pentagono per la crescente capacità SAM di Mosca.

LEGGI ANCHE
Ucraina, Donbass al voto:
elezioni illegittime per Usa, Ue e Kiev

L’esempio di Kaliningrad

L’enclave russa tra Polonia e Lituania con accesso diretto al mar Baltico è fondamentale nello scacchiere strategico russo. Se scoppiasse una crisi tra l’Europa e la Russia, Mosca potrebbe instaurare una no-fly zone che si estenderebbe da Kaliningrad fino a coprire un terzo dello spazio aereo polacco. I russi hanno schierato a Kaliningrad probabilmente il meglio della loro attuale tecnologia militare: dagli S-400 Triumph ai missili balistici Iskander-M. Sistemi integrati quindi, per un asset A2 / AD (anti-accesso/area di diniego). Il sistema stratificato ed integrato di difesa aerea e missilistica schierato prevede radar di allarme precoce e battaglioni armati con sistemi S-300/S400. Il Cremlino ha schierato a Kaliningrad tre brigate d’élite completamente equipaggiate.

LEGGI ANCHE
La Russia di Vladimir Putin smantella l'arsenale di armi chimiche

unnamed

Forze meccanizzate supportate da una brigata di artiglieria, basata come potenza primaria su 54 sistemi di grosso calibro. La 7054 Air Base ospita in turnazione quasi cinquanta velivoli tra elicotteri pesanti e caccia. A Kaliningrad, Mosca  schiera anche la 152a brigata missilistica del Distretto Occidentale equipaggiata con i missili balistici Iskander-M. Il sistema missilistico Iskander–M, prodotto dalla Kolomna KBM, è stato ufficialmente adottato dall’esercito russo nel 2006. La versione interna o M ha una gittata massima dichiarata di 480 km (in fase di test la possibilità di estendere il raggio ben oltre i 500 km) con una CEP o probabilità di errore circolare di 10 metri. L’Iskander è stato progettato per eludere i più avanzati sistemi di difesa aerea, compreso lo scudo spaziale americano. Capace di una velocità massima di 7mila km/h, l’Iskander nella fase terminale del volo si affida ad una guida optoelettronica, compiendo brusche manovre per eludere le difese aeree e rilasciando esche per ingannare i radar nemici. E’ corretto definire il sistema missilistico Iskander come una delle armi più letali dell’arsenale russo: progettato come un sistema balistico ad alta precisione, ma ottimizzato per l’utilizzo a distanza ravvicinata, sotto le 500 miglia. I missili possono essere lanciati in 16 minuti ed in quattro minuti in caso di prontezza operativa. Il secondo missile (solo per la versione interna) può essere lanciato in meno di 50 secondi. Isolata dalla Russia se non per via mare (in caso di conflitto i collegamenti ferroviari sarebbero inaffidabili), Kaliningrad è stata fortificata per arrecare il massimo delle perdite ad un attacco preventivo della NATO.

Il mare, infine

Al centro della nuova strategia marittima del Cremlino si trovano i mari che circondano la Russia, in un arco teorico di proiezione che va dall’Artico al Mediterraneo. Quello che al Pentagono è noto come “arco d’acciaio”, è un’ideale tratto militarizzato dai russi in grado di confrontarsi con le forze della Nato in un ipotetico scontro.


Per approfondire: L'”arco d’acciaio” di Putin


L’arco d’acciaio sarebbe stato espressamente teorizzato sulle capacità della Marina russa di contrastare quella della Nato e degli Stati Uniti. Mosca ha investito miliardi di dollari nel riattivare le basi nell’Artico e nel dislocare battaglioni operativi a protezione delle batterie missilistiche a medio e lungo raggio. Le capacità russe nel Baltico continuano ad aumentare mentre la flotta permanente del Mediterraneo è supportata dalla rinata capacità nel Mar Nero. L’arco d’acciaio andrebbe visto come la risposta russa al percepito accerchiamento militare delle strutture militari della Nato ed una capacità di proiettare il potere nel settore marittimo. La Siria, al di là della guerra, rappresenta la prima vera base nel Mediterraneo orientale dalla fine della guerra fredda. Alla capacità militare dobbiamo aggiungere anche quella asimmetrica maturata e strutturata per paralizzare con svariate attività il ciclo decisionale dell’Alleanza, specialmente focalizzato sul mare. Entro il 2020 con l’entrata in servizio delle nuove piattaforme, i russi potrebbero potenziare esponenzialmente l’arco d’acciaio, rendendo nullo anche lo Scudo (progettato in un’era in cui si credeva che la minaccia principale fosse di natura balistica), a breve superato dai sistemi ipersonici che entreranno in produzione entro due anni.

  • Ilario Fontanella

    Articolo interessante, manca però una parte, quella sulle capacità offensive/difensive della nato. Che i Russi siano cattivi, lo sappiamo, ma se mi convincessere che la NATO ha solo armi difensive sarei più tranquillo…

    • Capitano

      Brutti, cattivi e mangiano i bambini.

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        Non ci sono stati episodi di cannibalismo in alcuni regimi comunisti?

        • Capitano

          Be noi avevamo la rupe tarpea se è per questo. :-)

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non è una risposta ma pseudo-risposta per superare l’imbarazzo che è poi la conferma circa gli episodi di cannibalismo in alcuni regimi comunisti.

          • Capitano

            Speravo di non dover dare una risposta seria ad una simile argomentazione. Potrei risponderti che un regime potrebbe dichiararsi comunista senza esserlo minimamente. Mai studiato Marx? H ai visto da qualche parte applicato in toto le sue teorie?
            Oppure potremmo parlare di cristo e cristianesimo due pianeti apparentemente anni luce fra loro eppure il secondo afferma di essere l’applicazione dei precetti del primo…
            Mi spiego?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Comunista o pseudo-comunista, ciò non toglie gli episodi di cannibalismo mentre si dicevano tali. Tu scappi via dal cannibalismo, e la tua fuga porta con sé un problema, che è poi la non ricerca della causa. Quindi può ripetersi, il cannibalismo, e anche senza premeditarlo.

          • Capitano

            Non ho capito nulla.
            Ne dove vuoi andare a parare.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Dove voglio andare a parare? Forse devi prima togliere questa fissazione. Ok che c’è un mondo umano pronto a sfruttare qualsiasi opportunità, per cui magari sei lì tutto attento a parare qualsiasi tentativo, ma poi c’è altro come l’esempio qui discusso che ha avuto luogo. Oppure stai dicendo che non ha avuto luogo?

          • Lucaf

            come se fosse antani con la supercazzola?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Dipende chi intendi. Lo lasci aperto, e per la stessa ragione?

          • Lucaf

            come chi? ma Tarapia Tapioca ovviamente!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Capisco, parli con te stesso, sei in una specie di monologo in cui tu attore e allo stesso tempo spettatore.

          • Nerone2

            Lascia stare anita# … e’ un software se non lo avevi capito. Ora hai capito Capitan! .. :-)

          • carlo

            reali casi purtroppo di cannibalismo in Europa sono avvenuti a cavallo tra gli anni venti e trenta del secolo scorso in Ukraina causa una terribile carestia causata volutamente e di proposito dai Comunisti Russi per piegare l’ostinata resistenza di quelle popolazioni contadine che si opponevano ostinatamente alla collettivizzazione forzata promossa e comandata dal criminale Stalin, è passato alla storia come “Holodomor” o semplicemente sterminio per fame … ricorrenza e commemorazione riconosciuta non solo dall’Ukraina di oggi, ma anche dai maggiori paesi del mondo, stranamente questo orrendo delitto contro l’umanità non è riconosciuto dalla Russia !
            e mi parrebbe strano del contrario …

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Idem sul fronte cinese nell’era Mao. E come hai detto, c’è una negazione che si lascia definire animus nocendi, la volontà di nuocere ad altri. E ciò che dobbiamo capire è che sta avendo luogo per uguale agire di persone che odiano la specie umana di cui sono parte.

    • carlo

      la NATO naturalmente ha anche missili balistici e bombe nucleari tattiche a disposizione basate in Europa e anche in Italia, armi offensive dunque, perché non dovrebbe averle ? sono sempre servite, servono e serviranno a scongiurare un qualsiasi colpo di pazzia da parte avversa, la differenza ? è soltanto in questo, che la NATO non le brandisce volgarmente a mò di minaccia come fa spesso ultimamente chi sappiamo…

    • Guest

      La NATO ha da poco dispiegato armi “difensive” nei paesi Baltici e in Romania, a poca distanza dai confini russi. Si tratta di batterie di missili intercettori, che possono velocemente essere resi missili di attacco, come praticamente tutti i missili.
      Le armi difensive sono un po’ come i terroristi moderati: esistono solo sui giornali.

  • agosvac

    Forse se la Nato la smettesse di mettere un bel po’ di forze belliche alle frontiere con la Russia, la Russia non metterebbe le sue armi “di difesa” pronte ad egire!!! Sappiamo tutti che un’eventuale guerra nucleare porterebbe questo mondo alla rovina. Gli Usa sperano che sarebbe l’Europa ad avere le peggiori conseguenze e che loro se la potrebbero fare franca. Simile idiozia è tipica della signora Clinton, ma nessuna persona intelligente potrebbe sia solo pensare che la Russia non sarebbe in grado di distruggere l’America del Nord in caso di attacco. A volte mi chiedo: ma siamo sicuri che l’uomo sia dotato d’intelletto???????

    • carlo

      come al solito si scrive tanto per scrivere … lo sa quante truppe NATO erano dislocate stabilmente nelle vicinanze delle frontiere Russe prima del 2014 ?
      (dopo la proditoria aggressione all’Ucraina) glielo dico io, Zero ! nemmeno un battaglione ! Zero aerei ! Zero basi ! se la Russia non avesse cominciato a ad essere così assertiva, aggressiva e minacciosa nei confronti dei paesi limitrofi, tutto sarebbe continuato con Zero presenza NATO effettiva sul campo.
      (a parte i famosi missili DIFENSIVI del tipo AEGIS da installare in Romania che devono proteggere l’Europa da missili provenienti dal Medio Oriente)
      in quanto ad affermare che gli USA possano avere un qualche interesse a che l’Europa possa averne le peggiore conseguenze è una cosa talmente illogica che al di là delle sue asserzioni, non ce lo saprebbe spiegare nemmeno lei …

      • agosvac

        Con persone come lei l’unica risposta possibile è…non rispondere affatto!!!

        • carlo

          già, quando non si hanno argomenti validi a sostegno delle proprie convinzioni meglio battere in ritirata … o tutt’al più meglio cantarsela e suonarsela …

  • https://www.facebook.com/pages/Oldbatman/767231243325068 NewOldbatman

    Nato ed ONU, nate dopo una guerra mondiale ormai lontana, andrebbero “riviste” alla luce di un mondo profondamente cambiato ( tranne gli USA che non cambiano mai..).

    • chojin999

      Veramente gli USA sono da 8 anni governati da una cellula islamica di Al Qaeda tale Barack Hussein Obama messo lì dalla mafia sinistra ’68ina Clinton/Kennedy.
      Gli USA sono cambiati sì, sono diventati filo-islamici cattocomunisti ’68ini. Ed i risultati in tutto il mondo si vedono, purtroppo.
      La sinistra ’68ina è pura feccia insieme agli islamici con cui si è alleata.

      • https://www.facebook.com/pages/Oldbatman/767231243325068 NewOldbatman

        Secondo me, proprio i Democratici, iniziarono a sbombardicchiare il mondo subito dopo la guerra in Corea, provandoci con il Viet Nam. No, cambiano i burattini vari ma chi comanda, là come qua, sono e saranno sempre i vari Rockfeller&C, Soros..

  • Vittorio Martemucci

    …non è PUTIN che dobbiamo temere ma le nostre “STUPIDATE”!!

  • Lucaf

    La Russia si prepara a difendersi rafforzandosi a casa propria, visto che altri le basi e le armi le piazzano in mezzo mondo e tutto lungo i suoi confini. Gli USA HANNO CENTINAIA di basi e varie flotte di portaerei in giro per il mondo per poter continuare a dominare e bombardare chiunque possa rappresentare un pericolo per i loro interessi.
    Del resto gli USA sono in guerra praticamente da sempre. lo sapevate che dal 1776 hanno della loro nascita, gli USA sono stati in guerra per 223 anni su 240 di loro esistenza???? Il 93% della loro vita gli USA l’hanno passata e la passano in guerra (compresa la guerra civile).

    * Nessun presidente degli Stati Uniti è mai stato un Presidente di pace. Tutti i presidenti degli che si sono succeduti sono stati tutti, in un modo o nell’altro, coinvolti almeno in una guerra.

    * Gli Stati Uniti non hanno mai passato un intero decennio, senza fare una guerra.

    * L’unica volta che gli Stati Uniti sono rimasti 5 anni senza guerra (1935-1940) è stato durante il periodo isolazionista della Grande Depressione.

    ECCO, così tanto per far aprire gli occhi a chi ancora crede che gli USA siano sempre e comunque i buoni.
    La prima minaccia furono gli inglesi da cui si resero indipendenti, una volta indipendenti la seconda minaccia furono gli indiani, che sterminarono a milioni per rubarne il territorio, poi gli spagnoli e i messicani, sempre per rubare altri territori (Texas Florida ecc), e poi via con haitiani, filippini, giapponesi, tedeschi, italiani, russi, coreani, cinesi, panamensi, nicaraguensi, dominicani, afgani, iraniani, guatemaltechi, honduregni,cubani, portoricani, iraqeni, libici, yemeniti, sudanesi, siriani, libanesi, somali, serbi e dimenticavo anche gli abitanti di Grenada, altri paese invaso dagli USA. E non voglio neanche mettermi a ricordare le guerre indirette o i colpi di stato organizzati in mezzo mondo, sempre per difendere gli interessi americani.
    E VENGONO A PARLARE DELLA MINACCIA RUSSA CHE METTE BASI SUL PROPRIO TERRITORIO IN RISPOSTA A BASI CHE GLI USA STANNO METTENDO A MIGLIAIA DI KM DA CASA LORO, CON ALLEGATE FLOTTE DI PORTAEREI, SOTTOMARINI NUCLEARI E SISTEMI MISSILISTICI, violando pure trattati e accordi internazionali????MA STIAMO SCHERZANDO? MA E’ IL MINIMO CHE FAREBBE CHIUNQUE CON UN MINIMO DI BUON SENSO SAPENDO DI AVER DI FRONTE UN IMPERO SANGUINARIO PRONTO A TUTTO PER MANTENERE LA SUA SUPREMAZIA SUL MONDO!!!!
    E diffidate, diffidate diffidate delle notizie che arrivano dai media. Milosevic, il mostro è stato dichiarato innocente. Si è bombardata belgrado con quella scusa. per non parlare dell’Iraq e dell armi chimiche inesistenti e dei milioni di morti che ne sono seguiti.
    Ricordate che le bombe atomiche sono loro ad averle sganciate, su un paese ormai sconfitto e su 2 città, non una sola!! Dopo aver visto quello che significava sganciare un’atomica su una città come hiroshima, sono stati capaci di sganciarne una seconda!!!
    Ci hanno talmente rimbambito con i film degli americani eroi e salvatori del mondo, e con le notizie a senso unico dei media controllati che non siamo più capaci di vedere quale sia la realtà. Un paese violento, di predatori e guerrafondai, dove la segregazione razziale è andata avanti fino a 50 anni fa, dove tutti hanno un’arma e sono pronti ad usarla contro chiunque, a partire dallo stato che lo fa impunemente in tutto il mondo da sempre.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Chiaro che se lasci via tutte le altre guerre il risultato è questo. Hai dimenticato di dire che Putin ha inventato la ruota. E che ha sconfitto (da solo) il comunismo sovietico.

  • gionni_puddu

    Vediamo che cosa fa di bello la Nato ai cittadini di quei paesi che ne sono membri: una bella irrorazione di illegali e criminali scie chimiche a periodi alterni, ovvero ci utilizza come cavie senza averci mai chiesto il consenso e senza averci mai ufficialmente informato al riguardo, sebbene l’evidenza di tali cattiverie siano sotto gli occhi di tutti tranne che di quei giornalisti corrotti che si ostinano stupidamente a considerare gli esperimenti di geoingegneria climatica clandestina come una bufala e cosi’ facendo questi dementi si credono pure intelligenti e magari mezzo scienziati…ridicoli buffoni e irresponsabili! Ma non e’ tutto: la Nato e’ la migliore agenzia al mondo nel favorire le distrutrici e inutili industrie produtrici di armi e di morte che portano soldi solamente nelle tasche di pochi creando al tempo stesso poverta’, malattie e distruzione in aree che in precedenza erano dei modelli di sviluppo economico e culturale. Lo ricordo a tutti: la Sardegna e il popolo sardo sono state le prime vittime in assoluto in Europa nello sperimentare le dannose scie chimiche decine di anni prima rispetto al resto d’Italia o d’Europa (NATO + Istituto Max Planck), con risultati come la desertificazione di molte aree e inoltre, grazie anche all’aggiunta dei poligoni di tiro della Nato e alle armi all’uranio impoverito utilizzate da questi deficienti, la Sardegna risulta la regione d’Italia col maggiore estensione di aree contaminate dal punto di vista chimico e nucleare. Poi qualcuno si chiede per quale motivo il sottoscritto odia gli italiani e il resto degli europei…La Sardegna non e’ mai stata italiana, se non sulla carta per tutta una serie di motivi: dal punto di vista geografico quest’isola al contrario di tutto il resto d’Italia non fa parte della stessa placca continentale ed infatti oltre ad essere una delle prime terre emerse insieme all’Australia e’ anche una delle zone meno sismiche del mondo. Secondo, se in Europa ci sono due popoli agli antipodi questi sono appunto i Sardi e gli italiani: nel bene e nel male questi due popoli non hanno proprio nulla in comune. Quando un italiano costruisce qualsiasi cosa lo fa sempre con molta superficialita’ utilizzando materiali scadenti o di scarsissima qualita’, basti vedere come basti un niente per far crollare un palazzo. Guardate invece i numerosissimi nuraghi, vestigia di un’antichissima e avanzata civilta’ (che i libri di scuola italiani hanno intenzionalmente cancellato in favore di quei delinquenti che nel passato insieme agli ebrei uccisero pure Gesu’ Cristo: gli antichi romani!), che resistono ancora oggi dopo diversi millenni. Ma a parte le costruzioni abitative lo schifo italiano lo si puo notare anche in altri prodotti: le auto Fiat che vantano all’estero la peggior reputazione per i materiali utilizzati (ferro arruginito) o certi produttori di scarpe come D.A.T.E. le cui suole si auto-distruggono dop una settimana d’utilizzo (con la precisione di un orologio svizzero, visto che tale episodio mi e’ capitato con 4 paia di scarpe acquistate della stessa marca), dei veri maestri, insieme agli americani, nell’infame arte dell’obsolescenza pianificata. L’italiano e’ sembre esuberante e casinista, mentre il Sardo (a parte quei terroni ed effemminati di cagliaritani) e’ sempre riservato, umile e silenzioso. Non solo che mi auguro che la Sardegna esca al piu’ presto dalla criminale organizzazione chiamata NATO, ma spero pure che diventi una nazione indipendente e sovrana in modo da recuperare quella dignita’ perduta da diverso tempo, e che mandi poi definitivamente all’inferno sia l’Italia (vietando l’accesso all’isola a tutti gli italiani) che l’UE (smettendo di farne parte) e che mandi al quel paese tutti i banchieri privati eliminando il signoraggio bancario: solo in questo modo questa bellissima terra puo’ diventare 10 mila volte piu’ prospera della Svizzera e del Liechtenstein messi assieme. Poi di quello che faranno gli altri paesi son sicuro che ai Sardi non gliene freghera’ proprio un bel niente!

    • carlo

      propongo di assegnare la Sardegna come base missilistica nucleare alla Russa ! via gli Italiani, via l’America, via la NATO, via le banche, via anche quel che resta dell’industria ! e naturalmente via anche dall’Europa ! ritorno senza se e senza ma alla civiltà nuragica e pastorale ! futuro senz’altro prospero, fiorente e redditizio ! d’accordo !?

      • virgilio

        io ci sto imbecille cornuto e tu sparisci dalla circolazione vai a farti
        sgozzare dai tuoi mangia merda

      • gionni_puddu

        patetico ignorante che non sei altro!
        Io invece proporrei di assegnare te all’istituto russo preposto allo studio di dementi come te!

    • Emilia2

      Fino a quando i popoli, Sardo, italiano eccetera, saranno occupati a litigare fra di loro la mafia globalista, sostenuta dal governo americano e dalla NATO, dominera’ incontrastata. Prima bisognerebbe ribellarsi e vincere tale mafia, recuperare una sovranita’, poi si potra’ pensare alla secessione della Sardegna o di altre regioni. Comunque, tranquillo, con il ritmo attuale di immigrati afroislamici presto la Sharia terra’ a freno gli italiani esuberanti e casinisti (soprattutto i Piemontesi), ma anche i Sardi (non vorra’ mica lasciarli annegare davanti alle coste dellaSardegna?).

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        Stai parlando dei paradisi fiscali foraggiati da coloro che derubano i popoli.

      • gionni_puddu

        Da qualche parte bisogna pur incominciare per dare un bello schiaffo (anche solo morale) al governo ombra mondiale. Secessione da istituzioni corrotte e marce (Italia, UE e Nato), abolizione del signoraggio bancario e, stavolta aggiungo anche, istituzione di una vera democrazia diretta, non mi sembrano cose da poco. Poi se gli altri lo desiderano, potranno seguire il buon esempio della Sardegna. Ad esempio, con l’istituzione di una democrazia diretta sara’ praticamente impossibile per un politico emanare delle leggi spinto dalle lobbies delle multinazionali, dal governo ombra mondiale o dalle mafie locali, ma tali leggi per poter diventare effettive devono venire approvate dal popolo mediante referendum elettronico (senza quorum minimo). Quando poi dopo qualche anno vedranno una Sardegna in cui regnano la fusione fredda (reproducibilita’ degli esperimenti del 100% raggiunta nel 2012 in una dozzina di laboratori sparsi nel mondo), un’agricoltura biologica, una ridistribuzione piu’ equa delle risorse (un pezzo di terra gratuito per ogni cittadino, dove poter costruire la propria casa, la propria attivita’ economica e persino il proprio orticello), il divieto di prodotti spazzatura (come la Coca-Cola, MacDonald’s e tutte le auto che funzionano ancora con l’antiquato motore a scoppio), una politica di rimboschimento (non dimentichiamoci le distruzioni dei millenari boschi operate prima dagli antichi romani e terminate con quei schifosi criminali e puzzolenti dei Savoia), la desalinizzazione dell’acqua di mare (non dimentichiamoci che con i dispositivi free-energy tale operazione sarebbe completamente priva di spese, se non quelle di manutenzione dei macchinari) che essendo un bene fondamentale e di prima necessita’ diventerebbe completamente pubblico e gratuito, l’istituzione di un vero reddito di cittadinanza (con l’abolizione del signoraggio bancario, la robotizzazione dei lavori ripetitivi e poco creativi, tutto cio’ sarebbe possibile e l’equea ripartizione delle risorse), ecco che allora vedendo gli altri popoli dall’esterno che una nazione puo’ trasformarsi da povera (un po’ come e’ successo negli anni 70 alla Baviera) a completamente florida e prospera, potrebbero seguire anche loro il buon esempio della Sardegna. Purtroppo moltissima gente che vive nella paura, nella miseria e nell’ignoranza, crede ancora che la poverta’ sia semplicemente un fatto casuale, dimenticandosi invece che si tratta di un piano ben riuscito creato ad arte dall’elite finanziaria mondiale: la paura purtroppo fa questo ed altro!

        • Emilia2

          Ammettiamo, anche se non mi sembra facile, che l’America permetta alla Sardegna di uscire dalla NATO, al resto dell’Italia non lo permetterebbe certo. Deve mantenerci le sue basi.

          • gionni_puddu

            E’ proprio per questo che, come asserito nel mio primo commento, il primo passo fondamentale e’ la secessione dall’Italia e la trasformazione dell’isola in un vero e proprio stato sovrano e indipendente. Quando poi uno stato e’ sovrano, nessuna organizzazione esterna puo’ imporgli cosa fare del suo territorio, inclusi l’Italia o la Nato. Quindi se la Sardegna a quel punto ordina di sgombrare immediatamente le basi militari cosi’ deve essere (altrimenti l’arresto immediato e il sequestro di tutti i beni). D’altronde le stesse basi del diritto stabiliscono che gli elementi fondamentali di uno Stato (o nazione) sono proprio: il territorio, il popolo e l’organizzazione politica…quindi il territorio e’ parte fondamentale e integrante di una nazione sovrana e nessun altro stato al mondo puo’ imporre a quella nazione come gestirlo. C’e’ solo una piccola eccezione al mondo: il “Sovrano militare Ordine di Malta” (che non c’entra niente con la Repubblica di Malta) che e’ una nazione sovrana a tutti gli effetti (riconosciuta dagli altri stati come personalità giuridica internazionale), con un proprio passaporto, francobolli e moneta, ma senza un proprio territorio (tuttavia in quanto ente sovrano in teoria potrebbe anche dichiarare guerra a un altro stato). I palazzi con la sua sede a Roma e le sue ambasciate godono del diritto di extraterritorialita’. Naturalmente non vorrei che la Sardegna prendesse esempio da questo Stato, perche’ sebbene di facciata gli scopi di questa nazione potrebbero apparire molto nobili, dietro le quinte sembrano tuttavia ricalcare gli scopi del criminale governo ombra mondiale.

          • Emilia2

            Premesso che secondo me i mali della Sardegna non derivano dall’Italia in se’, ma da una certa ideologia e modo di fare politica che si sono affermati, non solo in Italia, negli ultimi 3 decenni del secolo scorso, e ora sono ancora peggiorati sotto I diktat di quello che chiama “governo ombra mondiale’, sostenuto soprattutto da un potente Stato nostro padrone, proprio a causa di questi Poteri e’ molto difficile che un popolo solo, per di piu’ piccolo, possa ottenere una vera sovranita’ (ci sono riusciti in Ossezia, ma con l’aiuto militare di una Potenza confinante). Cmq auguri per l’uscita dalla NATO.

  • de andrade

    La verità è che bisogna recuperare lo “spirito di Pratica di Mare”, e rafforzare il Consiglio “NATO-Russia” battezzato proprio in quella storica occasione. La Russia è un partner irrinunciabile dell’Occidente.
    La collaborazione coi russi è indispensabile su tutta una serie di dossier, sicurezza energetica e lotta al terrorismo in primis.
    E non si venga a tirare fuori la storia dell’Ucraina come fa la mediocre Mogherini: nel gioco della torre, se per tenersi la Russia l’Europa deve scaricare l’Ucraina, si butti giù quello stato fallito senza indugi e rimpianti.
    Purtroppo il discorso pubblico, sia politico che mediatico, è attualmente dominato da vecchi residuati ideologici della guerra fredda, privi delle capacità intellettuali e della necessaria apertura mentale per comprendere che i tempi sono cambiati.
    Se aumentano le capacità russe, aumenta la sicurezza europea tutta, perchè gli USA (i pastrocchi in Medio Oriente e Nord Africa lo dimostrano ampiamente) non hano più nè la volontà, nè le capacità per fare da “poliziotto globale”, mentre la UE, millitaremente e politicamente parlando, non esiste e nè esisterà mai.

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Quale capacità russa quando il paese, il più grande sulla Terra, non è in grado di assicurare il suo fabbisogno alimentare?

      • de andrade

        Siamo nel 2016, non negli anni Trenta del Novecento: si svegli dal lungo sonno.

        • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

          Lo dovevi dire a te proprio perché non conoscevi la condizione in cui versa la Russia.

          • de andrade

            Dalle sciocchezze che scrive, mi sono però fatto una idea abbastanza precisa delle condizioni in cui versa Lei, caro trolletto.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            … Il ministro dell’agricoltura russo Tkachyov: “entro dieci anni non avremo bisogno di importare più nulla” … Russia News del 27 agosto 2015. Le sciocchezze sono quindi le tue e per il solito fanatismo cieco e bieco o anche pagato.

          • de andrade

            Ella ha una stravagante capacità di interpretare le notizie. In questo caso il ministro dell’agricoltura sta annunciando un clamoroso successo dell’agricoltura russa, non certo un fallimento.

            Sconcertante il Suo modo di sragionare, che sottende una bizzarra concezione moralista dei rapporti economici e dei meccanismi di scambio.

            Si importa quando è più conveniente acquistare all’estero i prodotti piuttosto che produrli in loco.

            Non si importa più quando produrre “Parmigianovski” diventa più conveniente rispetto all’acquistare Parmigiano dall’Italia (la straordinaria tafazziana mazzata sugli zebedei che ci siamo dati con le sanzioni alla Russia).

            Non c’era niente di strano, scandaloso o di cui fare la morale nel fatto che i russi importassero derrate alimentari (pare che questa cosa si chiami “Mercato”), laddove è uno spettacolare successo di Putin il fatto che non lo faranno più in tempi brevi.

            Capito perchè ha scritto una scemenza, trolletto?

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            L’articolo è chiaro, i russi ammettono di non essere autosufficienti sul piano alimentare. Come ammettono di avere problemi con alcol e droghe. Come già detto, fanatismo cieco e bieco o anche pagato.

          • de andrade

            …Il Suo, caro trolletto.
            Il Suo fanatismo (evidente dall’irragionevolezza delle sue argomentazioni) è
            talmente cieco, bieco (e mi auguro per Lei, anche ben pagato) da pretendere: 1) che la Russia fosse il solo paese al mondo a non essere autosufficiente sul piano alimentare (grazie alle politiche lungimiranti di Putin, ancora per poco); 2) di dare di ciò un bizzarro giudizio moralistico (per la Russia importare derrate alimentari, vista l’abbondanza di risorse naturali, umane e tecnologiche era una banale questione di convenienza economica);
            3) di far credere che la Russia sia l’unico paese al mondo ad avere problemi di alcool e droga.
            Che i russi ammettano apertamente l’esistenza di problemi sociali, significa solo che sono persone serie, e non piccoli propagandisti come Lei, caro trolletto.
            La Russia, banalmente, essendo a pieno titolo parte del mondo sviluppato, ha i nostri medesimi problemi.
            Proprio per questo è per noi fondamentale stringere con la Russia una solida partnership: per la comunanza di interessi e problemi, oltre che di cultura e civiltà (europea e cristiana)
            Che è ciò che sostenevo sin dall’inizio, prima che le venisse in mente la balzana idea di avere qualcosa di serio da dire, caro trolletto.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Hai ammesso che la Russia non è autosufficiente sul piano alimentare. E prima l’avevi negato. Non chiedi manco scusa, ma questo è normale. Per i prepotenti.

          • de andrade

            Ho sostenuto le uniche cose intelligenti da dire sull’argomento, caro
            trolletto: 1) che non essere autosufficienti non vuol dire nulla. 2) E
            che grazie a Putin l’agricoltura russa sta vivendo un boom, altro che la
            “carestia” di cui cianciava Lei, caro trolletto.
            E’ Lei che dovrebbe chiedermi scusa, per farmi perdere tempo con le Sue idiozie, caro trolletto.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non essere autosufficienti sul piano alimentare non vuol dire nulla? Pazzesco …

          • de andrade

            Infatti. Il commercio internazionale l’hanno inventato per questo 😀 😀

            Solo Lei (sarà fanatismo? sarà stupidità? Oppure fanatica stupidità?) poteva arrivare ad inventarsi una inesistente carestia partendo dall’osservazione di un fatto in sè normalissimo, ossia che la Russia non è ancora autosufficiente sul piano alimentare (nel mondo non sono in tantissimi ad esserlo).

            Una carestia avviene quando uno coltiva la terra, ma per svariate ragioni non cresce nulla, o cresce meno di quanto seminato.

            Il caso russo era diverso: la Russia non era autosufficiente perchè le terre non venivano coltivate, in quanto conveniva di più acquistare dall’estero i prodotti.

            Queste sono le ragioni per cui Lei ha scritto una massa di scemenze.

            Che arrivi a capirlo, è ovviamente un altro discorso.

            Mi ha divertito molto. Dio benedica Lei e tutti gli stupidi della Sua risma, caro trolletto.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ti stai inventando parecchio per non ammettere di avere detto che la Russia era autosufficiente sul piano alimentare. Circostanza che i russi, contrariandoti, invece hanno ammesso. Poi menzioni la carestia limitando le possibilità che possono condurre alla medesima ma che sono tutte la mancanza di cibo. Come vedi, è il tuo carattere che ti rende fanatico.

          • de andrade

            Rilegga ciò che o scritto. Anche due volte, se necessario.
            Se alla seconda lettura non avrà ancora capito un tubo, se li faccia spiegare da qualcuno più perspicace di Lei.
            Non avrà difficoltà a trovarne uno, caro trolletto.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Non serve perché dici l’intenzione essere l’esito, e viceversa, e quindi il tuo problema non lo puoi risolvere qui con me.

          • de andrade

            L’unica persona che con le sue buffe, irragionevoli e pretestuose argomentazioni ha dimostrato di avere problemi (cognitivi), è Lei.
            Ma a quanto pare, il buon Dio Le ha fatto l’immenso e misericordioso dono dell’inconsapevolezza.
            Grazie per i momenti di impagabile buonumore, e buona notte.

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Ripetiamo … Il ministro dell’agricoltura russo Tkachyov: “entro dieci anni non avremo bisogno di importare più nulla” … Russia News del 27 agosto 2015.

          • de andrade

            Uno straordinario successo, indubbiamente.

          • Tani Tanito

            non faccia troppo conto del troll Anita Mueller hehhe , dopo aver postato poco piu’ di duemila commenti in un mese , il suo datore di lavoro, tale Soros e compagnia cantante, gli ha dato un considerevole aumento di stipendio proprio ieri. Quindi è normale che sia un po’ su di giri.

  • quinti.dorado

    Grande Russia..

  • quinti.dorado

    Ilario Fontanella chi lo dice che i russi siano cattivi? Quello che possiamo dire che gli USA sono degli incivili criminali,abbiamo visto bambine violentate in Iraq e poi ammazzate strangolate o forse non le sai queste cose? o orinare sui cadaveri non lo sapevi? Informati bene.

  • quinti.dorado

    Anita Mueller certo co sono stati casi di cannibalismo ma in tempo i guerra , anche aStalingrado ci sono stati , tedeschi che divrarono cadaveri dei kamerati per la fame ma questi sono casi eccezzionali in guerra.o pensi a questi casi di cannibalismo per risparmiare i soldi della spesa al market??

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Stavo parlandone con Carlo qui in fondo alla pagina. E di casi avvenuti non durante le guerre.

  • quinti.dorado

    per fame tutto è scusabile..