Asma al Assad assieme al marito Bashar al Assad (LaPresse)

La malattia di Asma al Assad
annunciata alla fine della guerra

Asma al Assad ha un tumore. Lo ha annunciato ieri la presidenza stessa, scrivendo un post su Facebook: “Con forza, fiducia e coraggio la signora Asma al Assad ha cominciato la prima fase del trattamento per un tumore al seno che è stato scoperto nella sua fase iniziale”. Questa notizia ha scosso, come ovvio, tutta la Siria.

Asma, infatti, è molto amata. Chi l’ha incontrata in questi sette anni ha raccontato a Gli Occhi della Guerra di una donna solare, disposta a tutto per il suo Paese. Proprio ieri, suor Yola Girges, presidente delle religiose in Siria, ci diceva: “Questa notizia ci ha addolorato molto, ma credo che Dio la proteggerà. L’abbiamo sentita sempre vicino in questi anni di sofferenza ed è nostro dovere starle vicino”.

Colpisce che la notizia del tumore  sia stata data ora, a guerra praticamente finita. La malattia, a quanto ci risulta, è stata nascosta anche ai più stretti collaboratori del presidente Bashar al Assad. I media governativi fanno sapere che il tumore le è stato diagnosticato da poco. Può essere. In effetti, Asma non si è mai tirata indietro e ha sempre partecipato agli eventi ufficiali del governo, l’ultimo solamente poche settimane fa, quando ha incontrato le famiglie dei “martiri” e dei feriti in guerra. 

Asma è sempre stata il volto pulito del governo. Durante la guerra è diventata un punto di riferimento per tutti, anche per i cristiani. Riservata e amante dell’Occidente, sarebbe potuta andare a Londra per sfuggire al conflitto (così almeno ha detto in un’intervista). E invece no. È rimasta al fianco del marito.

Lei, musulmana sunnita, veniva e viene lodata dai cristiani, che non vedono alcuna differenza tra religioni: “Ha molta fede in Dio. Sicuramente la proteggerà”, ci dicono. Ed è forse questo il punto. Mentre la Siria rischiava di disgregarsi sotto il peso della violenza della guerra e del settarismo religioso, Asma al Assad ha saputo essere un collante. È riuscita a tenere assieme il Paese. 

La notizia della sua malattia è stata data in un momento singolare della vita del Paese: Damasco è ormai sicura, dopo le battaglie della Ghouta e di Daraa, e il governo controlla ormai il 60% della Siria. Due scenari impossibili solamente pochi anni fa e che ora sono realtà. Sembra quasi che la notizia sia stata diffusa solamente ora per non turbare ancora di più il morale dei siriani, stremati da sette anni di guerra. Se così fosse, la first lady dimostrerebbe ancora una volta quel coraggio che molti le attribuiscono. E, soprattutto, la capacità di tenere unito il Paese.

  • Pelzen

    Povera donna, sempre a fianco di Assad anche nei momenti più bui, auguriamoci che possa guarire e con lei tutte quelle donne che sacrificano la loro vita per degli ideali.

  • Lucio

    Basta guardarla per capire quanto sia radicale e barbaro il marito. Si vede subito da come è costretta a portare il burka e stare ben nascosta e lontana da lui durante gli incontri ufficiali ed i suoi spostamenti all’estero, costretta a stare in un harem in mezzo a tutte le altre mogli.

    Non ditemi che non si nota. Del resto lui è il dittatore islamico spietato. Bravi ragazzi aperti e moderati, invece, i tuniconi sauditi che vediamo sempre vestiti all’occidentale ed in presenza della loro UNICA moglie che veste liberamente e si presenta assieme al marito ovunque lui vada.

    Non ditemi che è così: lo dice la TV e la TV non sbaglia mai.

    • bruno

      Oggi miracolo gialloverde rainews ha dato la notizia di un massacro di bambini in Yemen ad opera dei sauditi

  • levy

    I media occidentali hanno diffuso l’immagine di Assad e della sua famiglia come dittatori sanguinari, ma i veri criminali sono quelli che hanno creato armato e finanziato i terroristi per compiere crudeltà inenarrabili in Siria per poi avere la scusa di intervenire dicendo falsamente di voler restaurare la pace, proprio come in Libia e in Iraq, per spartirsi poi il paese e le sue risorse.

    • bruno

      I ratti caschi bianchi sono fuggiti in Israele spero commettano attentati in usa canada gb e francia

    • Occhio

      I crimini del regime siriano sono risaputi …

      • Lilith

        anche le corna che ti fa tua moglie sono risapute.

        • Occhio

          Cambia nick, Cornelio va meglio.

          • Lilith

            Te invece infilati un dito nel tuo nick e canta che ti passa……

          • Occhio

            Quindi ecco perché sei scontroso.

      • Mario Marini

        Fake news della tv di regime qatariota Al-Jazeera che i sinistri europei prendono come verità rivelata

        • Leonardo Zangani

          Condivido perfettamente; Al-Jazeera ha costruito la maggioranza di Fake News
          creando confusione ed odio nei confronti della maggioranza del popolo siriano

          • Mario Marini

            Non solo siriani ma, quella nefasta tv che l’ex presidente francese Chirac voleva oscurare in Europa sostiene tutti gli integralisti legati ai fratelli musulmani. Non a caso dall’Egitto è stata cacciata via

        • Occhio

          Anche le Nazioni Unite hanno svelato i dettagli dei crimini di guerra in Siria.

          • Leonardo Zangani

            Sfortunatamente la Nazioni Unite sono divenute un carrozzone burocratico a disposizione dei vari regimi che opprimono i loro cittadini come Cuba, Bolivia,Iran,Palestina e Turchia. Hanno nominato Commisaria per gli oppressi questa donna che quando era primo ministro ha rovinato l’economia del Chile .

          • Occhio

            Da quasi 50 anni in Siria c’è la dittatura … con oppositori torturati, derubati e uccisi.

          • Leonardo Zangani

            Basta con queste imposture e falsità come gli elmetti bianchi. Queste sono tutte manovre dei servizi inglesi , come lo spione russo avvelenato in Cornovaglia.
            La classica “buffala” fu quando l’esercito siriano colpi un deposito di armi e prodotti chimici ad Aleppo e si cerco di fare passare il fatto come”attacco di Assad con uso di armi chimiche” naturalmente Al-Jezeira stava passando nelle vicinanze e filmo il tutto…..evviva le “FAKE NEWS” o detto all’italiana “BUFFALE”

          • Occhio

            Siria, Libia e Iraq, alias paesi amici dell’URSS conosciuta per essere stata una dittatura con milioni di vittime …

          • Mario Marini

            Arabia saudita, qatar, emirati arabi, oman, Kuwait,, alias regimi assoluti che finanziano i tagliagole in nome di allah, amici degli usa, campioni della democrazia di facciata……

          • Occhio

            I tre paesi da me menzionati erano armati dall’URSS, altra spietata dittatura …

          • Mario Marini

            L’alternativa? Sono i tagliagole dei fratelli musulmani? Lei è contento se uccidono i bianchi in Sudafrica e i cristiani in Siria?

          • Occhio

            I nazionalsocialisti e comunisti hanno ucciso milioni di cosiddetti bianchi … nulla da ridire?

          • Mario Marini

            Le nazioni unite al soldo di usa e tirannidi del golfo? Lasciamo perdere…..

          • Occhio

            Stesse frasi si leggevano contro coloro che denunciavano i crimini comunisti …

  • venzan

    Tumore al seno? si alimentava con tanto latte e latticini sicuramente.

  • Bragadin a Famagosta

    solidarietà umana alla signora..così giovane….mentre soros il vecchiaccio maledetto gode di ottima salute…

  • John

    Sono stati gli inglesi l’hanno avvelenato col Novchok..Sono gli unici ad averne delle sorte..!

  • luigirossi

    Povera donna e povero popolo vittima di spietati assassini.Se Asma ha un tumore,anche il mondo ha un tumore:si chiama Israele Pentagono CIA ed ora la metastasi Erdigan.

    • Occhio

      Milioni di persone hanno un tumore, anche loro per colpa di qualcuno?

      • luigirossi

        ma la smetta di dire minkiate

        • Occhio

          Non solo un’opinione sembra non piacere …

  • levy

    Adesso gli chi ha organizzato il caos in Siria se la prende con Putin perchè gli ha rovinato la festa.

  • angelo

    Yemen: attaccato bus, 39 bambini morti. In Yemen si puo massacrare la popolazione perche il tutto e’ a guida usa. In Siria, e’ vietato difendersi dai tagliagole dell’ISIS, si compie grave mancanza ai diritti umani.

    • Divoll79

      Il governo dello Yemen avrebbe dovuto chiedere l’aiuto della Russia, la guerra sarebbe finita da un pezzo.

      • Occhio

        E i ceceni a chi avrebbero dovuto chiedere aiuto?

        • Mario Marini

          I ceceni integralisti e secessionisti sono finanziati dagli stati canaglia usa, gb, arabia saudita e qatar con il supporto delle sinistre islamofile e degli zerbini come lei.

          • Occhio

            Una maggioranza musulmana voleva l’indipendenza, pare abbastanza chiaro. La Russia ospita altre repubbliche con maggioranza musulmana. Anche noi, come cristiani, non vogliamo essere governati da musulmani.

          • Mario Marini

            Ormai siamo arrivati allo zerbinaggio puro, la pagano bene gli emiri poligami e tiranni di arabia saudita e qatar? RIDICOLO ZERBINO. Una MINORANZA foraggiata dalle tirannidi amicone degli usa voleva la secessione, LEI E’ FALSO E BUGIARDO

          • Occhio

            La Russia ospita circa 30 milioni di musulmani con passaporto russo. E’ tutto risaputo.

    • Occhio

      Le bombe In Siria erano, e sono ancora, prevalentemente russe. Strana amicizia, l’amico che distrugge casa tua …

      • angelo

        Lei sta agendo con anatemi invertendo la verita’, come un robot pagato da qualcuno perche’ l’america, aggressore illecito in Siria, oggigiorno e’ indifendibile. La russia e’ stata l’unica a combattere ISIS e la prima ad aprire corridoi umanitari (castel road), boicottata da usa e nato. Lei intende dire che per difendersi da ISIS (altra creazione USA mal riuscita) e tutti gli altri jihadisti di cui vediamo video di torture anche recenti, si dovrebbe non combattere, o meglio, lasciar cadere il regime, unico obbiettivo USA ? Lo sanno tutti che nessuno ha a cuore i bambini siriani, che gli ordini fanno vedere ogni giorno sui nostri TG, ma solo la caduta di Assad, che non avverra’. La commedia sta per finire grazie a Putin. (Nota: io non sono un troll russo ma un semplice programmatore italiano che segue notizie non solo italiane). Saluti.

        • Occhio

          Aggressore illecito o lecito, conta il danno che fa e le bombe russe qui vincono la competizione.

          • Mario Marini

            Speriamo che un giorno la colpiscano anche a lei, in pieno!!!

          • Occhio

            Insomma, un pacifista.

  • agosvac

    Una donna così forte riuscirà a guarire, tra l’altro ha tutta la Siria che prega per lei.

  • Divoll79

    Sapere un poco di piu’ su questa bella persona e’ un modo per renderle il giusto e per augurarle una completa guarigione.

    Asmā è nata in Inghilterra, ad Acton, nel 1975, da una famiglia siriana di religione sunnita proveniente dalla città di Homs. Il padre era cardiologo, la madre lavorava all’ambasciata siriana di Londra. Conosce il futuro marito Assad quando questi e’ studente di medicina all’universita’, a Londra. Asma si laurea in informatica nel 1996, poi studia letteratura francese. Nel 1997 comincia a lavorare presso la sede londinese della Deutsche Bank come analista, occupandosi dei clienti nell’Estremo Oriente in Europa. Torna a vivere in Siria nel 2000, dove sposa Bashar al-Assad.

    A differenza delle precedenti first ladies siriane, Asmāʾal-Asad si occupa in prima persona di eventi
    politici e diplomatici, di progetti per lo sviluppo economico della Siria, tra cui la prima ONG siriana = il Fondo per lo sviluppo rurale sostenibile della Siria. Si occupa anche di educazione femminile nel mondo arabo e del ruolo delle donne imprenditrici, della diffusione di libri per bambini e dello sviluppo dell’informatica nel Paese. La sua attività nel promuovere eventi culturali, storici e artistici le è valsa una laurea honoris causa presso l’Università La Sapienza di Roma.

  • Leonardo Zangani

    A parere mio questa manovra e’ l’anticipo del fatto che lei ed Assad lasceranno la Siria per ragioni di salute. New York, Londra o Mosca potrebbero essere localita che possono offrire le necessarie attenzioni mediche.
    Non penso che torneranno a Bagdad e questo facilitera il passaggio di potere senza ulteriori perdite di vite umane.

    • Ling Noi

      Mai viste tante idiozie in cosi poche parole.

      • Leonardo Zangani

        Quale e’ la tua teoria?

        • Ling Noi

          Non è questione di teorie. Bagdad non è in Siria, New York e Londra sono città dei nemici che non vedono l’ora di uccidere Assad e famiglia, i terroristi di Usa-israele-saudi hanno perso per cui non ci sarà passaggio di potere fra il Presidente eletto e i criminali tanto cari all’occidente.

    • levy

      Se torna a Bagdad è perchè sbaglia treno, anzichè prendere quello per Damasco.

      • Leonardo Zangani

        touche ………

        • Manunta di jago stianti

          nono pa francaise te nini sei toccato si ma nel capino , sprofonda
          nei tuoi deliri teorico ageografici ,non agiografici, e taci
          la teoria……… ma te pora stella sei all abc e piu’ in la del sistema limbico
          non vai, corteccia prefrontale niet ita sparita. il passaggio di potere a chi?
          a bibi netanihau ? a erdogan? ad al bagdadi ?un pezzo ciascuno? pacatamente
          e senza perdite umane ovvio, boia che teoreta, Zangani….. parere parola grossa.
          diciamo c hai spippolato confusamente sulla tastiera e almeno hai azzeccato
          le lettere , cosa della quale sono meravigliato assai, perbacco complimenti

  • Albert Nextein

    C’è che l’hanno voluto comunicare.

  • Mario Marini

    Gli auguro di guarire al più presto, sorte inversa invece per le velate mogli e figlia di Erdogan……

    • Leonardo Zangani

      Per Erdogan la principale responsabile e’ la Hillary Clinton.
      Non dimenticare che le armi americane dovevano andare da Bengazi in Turchia e di li ai ribelli siriani appoggiati dal governo Obama.

      • Mario Marini

        Si, certo se sono a conoscenza, Durante gli 8 anni nefasti della presidenza Obama, Erdogan è stato lasciato pascere e crescere, poi sempre il nefasto gli organizzò un golpe di un altro predicatore islamico, invece di aiutare i laici

    • Mariana Erdei

      …A VOLTE LE “POVERE MOGLIE COSTRETTE” NON C’ENTRANO NULLA CON LE AZIONI DEI MARITI TERRORISTI…..
      Invece una che ne fa un’ eccezione è la KILLARY !

      • Leonardo Zangani

        Dear Abby,

        My husband hasn’t worked for the last 14 years. All he does is get dressed in the morning and hop in his fancy car to visit his cronies. I know he’s cheated on me many times with young girls who could be his granddaughters. I know this because he brags about this to me.

        He smokes fancy cigars and drinks the most expensive liquor day and night.

        We sleep in separate beds because he tells me he knows I`m a lesbian and besides that, my varicose veins and fat behind turns him off.

        Should I clobber him with something heavy, or should I just leave him ?

        Your advice would be appreciated.

        Sincerely,
        Mad as Hell

        Dear Mad as Hell,

        You don`t have to take that kind of treatment from any man. I suggest you pack your bags and move out a.s.a.p.!

        Don`t resort to violence and try to act more like a lady.

        Remember, you were almost elected President of the United States, so try acting like one.

        Abby

      • Mario Marini

        No, no la figlia di Erdogan ha detto con convinzione che è giusto e obbligatorio che tutte le donne portino il velo ed è anche giusto che le donne ricevano una quota minore di eredità, perché è l’uomo che le deve “mantenere”, insomma integralista e parassita, un offesa alle donne del nord del mondo (Russia compresa) emancipate e lavoratrici.

  • johnny rotten

    Agli Assad avrebbero fatto ponti d’oro se avessero abbandonato al loro destino il proprio Popolo, Loro due scelsero piuttosto di morire insieme al proprio Popolo che lasciarlo nelle mani del califfato salafita progettato e finanziato da israele e dalla nato, con questa onorevole scelta la Famiglia Assad ha conquistato per sempre il cuore dei Syriani che non la lasceranno mai sola, si stringeranno ancora di più alla Signora Asma dandole la forza necessaria per superare questa ennesima dura prova, così da vedere insieme a Lei la rinascita di una Syria nuova e ancor più bella ed unita che mai.

  • Mariana Erdei

    8 anni di guerra ha lasciato il suo segno indelebile.. AUGURI ALLA FAMIGLIA ASSAD PER VINCERE ANCHE QUESTA GUERRA !