Balbo1

Gli italoamericani contro il buonismo:
“Balbo deve continuare a volare”

(Chicago) È il pomeriggio del 15 luglio 1933, quando 24 Idrovolanti Savoia Marchetti S55 atterranno sulle acque piatte del lago Michigan, davanti a Chicago. Hanno appena compiuto una delle più grandi imprese della storia dell’aviazione, volando in formazione serrata da Roma agli Stati Uniti, e dimostrando che l’Oceano Atlantico non è più un ostacolo.

A guidare i centoquindici ufficiali e sottufficiali, un uomo che per la comunità italoamericana diventerà un eroe: Italo Balbo. La folla in festa lo accoglie con una moltitudine di bandiere italiane ed americane, ed erige, a ricordo dell’impresa, una colonna di epoca romana con inciso il suo nome. Roma incontra Chicago. E i due Paesi non sembrano mai essere stati così vicini. Nessuno avrebbe potuto immaginare, che a distanza di ottantaquattro anni, alcuni blogger ed attivisti “anti-razzisti” avrebbero pensato di protestare affinché il monumento a Balbo venisse abbattuto in quanto simbolo “fascista”.

Ma il mondo purtroppo è strano, e pieno di gente con il “pallino” per la riscrittura del passato in chiave politicamente corretta. Fortunatamente però, a Chicago, la comunità italoamericana è una di quelle che contano sul serio. Una di quelle che ha letteralmente costruito la città, ed oggi può decidere senza troppi problemi anche se un sindaco verrà riconfermato o meno. Incontriamo Dominic DiFrisco, presidente emerito del “Joint Civic Committee of Italian Americans”, insieme a suo nipote Dominic Gianni, Enza Raineri e Lissa Druss, in una sala del Gene&Georgetti, ristorante italiano aperto a Chicago dal 1941.

I quattro sono l’anima della comunità italiana in città e nel monumento a Balbo vedono un pezzo fondamentale della loro storia. “Quando ho saputo che qualcuno voleva abbattere il monumento di Italo Balbo – racconta DiFrisco – ho chiamato mio nipote e gli ho detto che sarei stato pronto a finire in galera pur di impedirlo. Da quel momento tutta la nostra comunità si è mobilitata in sua difesa. Per noi infatti è un simbolo di identità e di orgoglio troppo importante”.

Un simbolo, secondo DiFrisco, che non avrebbe  nulla di negativo, ma anzi, sancirebbe l’amicizia tra due popoli. “Il monumento a Italo Balbo è una parte fondamentale della nostra storia, edificato per celebrare il volo degli idrovolanti italiani atterrati nel ’33 in occasione della Century Of Progress. Una sorta di esposizione mondiale per celebrare i cento anni della fondazione della città. In quel tempo, bisogna poi tener presente – continua DiFrisco – che Chicago era piena di immigrati italiani appena arrivati, che videro in quell’impresa internazionale un simbolo di orgoglio. Un motivo di vanto, in un paese nuovo e difficile”.

A rispondere in maniera calorosa, tuttavia, non furono soltanto i cittadini di origine italiana. “Gli stessi americani – spiega il presidente emerito del Jccia – rimasero fortemente impressionati dall’impresa di Balbo, ed anche i leader politici del tempo espressero ammirazione verso l’Italia. Nonostante alcuni dicano che a quei tempi ci fosse il fascismo, bisogna ammettere che l’Italia era un paese stimato a livello internazionale. E le parole di Franklin Roosevelt, Winston Churchill, e addirittura di Gandhi, sono lì a dimostrarlo”.

Balbo1 Balbo3 Balbo5 Balbo4 Balbo7 Balbo2

Al giorno d’oggi però gran parte dei contestatori del monumento ignorerebbero la storia del monumento stesso. “Coloro che vogliono rimuovere il monumento a Balbo – dichiara DiFrisco – non sono altro che degli ignoranti. Gente ci non conosce la storia e cerca di riscriverla a suo piacere. Tutto è cominciato infatti con la campagna tesa a screditare la figura di Cristoforo Colombo, raccontando palesi assurdità, come il fatto che avesse avuto un ruolo nello steminio degli indiani d’America, poi si è passati a Balbo, in un crescendo di follia. Grazie a dio però queste persone sono un’esigua minoranza, e la maggior parte dei cittadini di Chicago non ha sostenuto le loro proteste”.

Dopo alcuni mesi di polemiche la situazione sembrerebbe essersi avviata verso una soluzione positiva. “Fortunatamente le nostre rappresentanti Enza Raineri, e Lissa Druss – spiega DiFrisco –  sono riuscite ad ottenere un proficuo incontro con il sindaco della città ed a scongiurare la rimozione del monumento. Abbiamo però dovuto accettare che la targa che oggi recita “dono dell’Italia Fascista” venga cambiata in “dono del popolo italiano”. Certo, è un compromesso, non una vittoria clamorosa, ma l’importante è che il nome di Balbo rimanga come simbolo dell’amicizia tra l’Italia e Chicago”. DiFrisco sarebbe così riuscito a mantenere una promessa: “Quando presi posizione in difesa di Balbo mi arrivarono moltissime lettere di sostegno. Ma una la ricordo bene – racconta -. C’era scritto: “Caro signor DiFrisco, ero una bambina quando Balbo arrivò in città, ma ero lì. In un mare di bandiere tricolori con mia madre e mio padre che piangevano sventolando la bandiera italiana. Non gli permetta di cancellare questa storia”. Come avrei potuto non esaudire la sua preghiera?”.

  • Mr.Joe

    Franklin Roosevelt, Winston Churchill e Mahatma Ghandi…bei nomi! Secondo un guru indiano, sarebbero alcuni dei personaggi più malevoli di tutti i tempi. Tutto è relativo! Viva Italo Balbo!

    • Soap&Rope

      E chi sarebbe questo guru indiano ?

      • V. DO

        ghandi

        • albertzanna

          No, non può essere che Ghandi definisse se stesso “malevolo”. Quindi controlli meglio le sue fonti storiche che, è evidente, sono inventate da lei

          Ghandi è diventato il simbolo del pacifismo a tutti i costi.

          Ma a parte questo, ha riunificato l’India liberandola dal dominio inglese, che se non fosse avvenuto all’epoca di Ghandi sarebbe avvenuta poco dopo per evidente tracollo del modo britannico di imporre una illiberalità fatta di diritti anacronistici della nobiltà inglese e di sofferenza del popolo comune.

          Gli inglesi sono stati i propugnatori dello schiavismo e della imposizione del volere della corona, e la storia, quella vera scritta dalla Storia, è li a dimostrarlo con la vicenda di Enrico VIII, che ruppe con la chiesa del papa per potere meglio gestire anche la sua volubilità in campo femminile.

          I veri personaggi malevoli moderni, cioè ultimi due secoli, sono quelli che hanno inventato il socialismo di stampo comunistico, ancora più estremistico e schiavista dello stesso schiavismo di matrice britannica, francese e spagnola

          • montezuma

            A prescindere dai singoli casi, molti personaggi storici, di fronte a un’analisi attenta e puntuale, risulterebbero assai diversi dal come ci sono stati “consegnati”. La correttezza politica “si stende (anche) nella storia”!

          • albertzanna

            Mi scusi la correzione, ma lingua italiana e grammatica lo pretendono: un comportamento umano, e la politica lo è, si “estende”, non si stende.

            Esistono due tipi di storia:
            – Quella scritta dall’uomo, che per forza è sempre apologetica, a favore di uno o dell’altro personaggio, a seconda dell’orientamento politico, o di simpatia, di chi la scrive, che sia storico, o semplice narratore
            – quella scritta dalla Storia stessa, che viene incisa sulla pietra del tempo, e che solitamente richiede tempi più lunghi, per essere raccontata, perchè è storia che viviamo su noi stessi, cioè subiamo o accettiamo, sempre obtorto collo

            Nesuno può essere immune da questa seconda forma di scrittura, un esempio pratico ci viene dalla caduta “dell’impero del male, l’URSS”, che va pian piano rivelando le realtà che il sudario dell’ideologia partitica mettono alla luce, e tutti sappiamo con che fatica la sinistra accetti anche solo una minima revisione alle verità dell’ideologia rossa.

            Al confronto la chiesa di Dio è molto più elastica, e sapendo quanto non lo sia possiamo avere un termine di paragone addirittura sarcastico

          • montezuma

            Interessante. Tuttavia ho usato stende volutamente. In quanto sono i/le “boldrini” che la stendono nel tempo a loro piacimento. Non “si stende” da sola nel mio parere. Sono quelli che se ne accorgono che devono impedirlo. Come nel caso dei segni di Colombo, Balbo, dei Sudisti e via dicendo.

          • albertzanna

            Mi sembra un ragionamento leggermente arzigogolato.

            Da quando la politica è nata, praticamente nel corso del primo tentativo di convivenza fra due cacciatori/raccoglitori successivi all’assunzione della stazione eretta degli ominidi che avevano lasciato l’ambiente arboricolo per deambulare a terra, la correttezza non è mai neppure stata considerata, pur nel limitatissimo vocabolario che possedevano. Già da allora vigeva la legge “mors tua, vita mea”

          • Zeneize

            Ma va’ a dormire, scemo.

          • Lorenzo

            ancora a litigare con zanna bianca ???

          • montezuma

            Parlo di “correttezza politica” non correttezza tout court. Non si può essere politicamente corretti (alla maniera della sinistra radicale) nei confronti di altre epoche storiche. E’ un esercizio intellettualmente poco onesto. L’innegabile leadership tecnologica (mondiale, senza nulla togliere ad altri)) che l’Italia aveva nel periodo tra le due guerre mondiali, non può essere taciuta perché Boldrini si risente!

          • Homo Sapiens

            La storia é sempre e solo scritta dall’uomo: non è un libro che si autoscrive.

          • albertzanna

            Dica la verità
            Lei è uno di quelli che crede che i bambini li porta la cicogna

          • albertzanna

            E’ veramente strano, perchè l’Homo Sapiens aveva un vocabolario limitatissimo e, soprattutto, non sapeva assolutamente scrivere.

            Vorrei ricordarle che l’Homo Sapiens, così come lo riconosce la paleoantropologia, è apparso fra i 200.000 e i 130.000 anni fa, mentre la comparsa della prima scrittura è quella “cuneiforme”, civiltà Assiro Babilonese, circa nel 4000 aC..

            Prima di allora le sole forme di comunicazione erano le incisioni di grafiti religioni, o sciamanici, su materiali abbastanza duttili, tipo le ossa

            Quindi, come poteva un Nenderthal, o un Sapiens, scrivere la storia se non sapeva scrivere, e non aveva supporti su cui scrivere?
            I primi supporti per scrittura sono appunto quelli in cui si incidevano caratteri cuneiforni su tavolette di argilla, che poi si facevano indurire cuocendole (si vada a leggere l’archivio di Ebla, storia protosiriaca antecedente alla cultura Mesopotamica, che vide Hammurrabi scrivere, su tavolette, le prime leggi, civili e penali, oggi denominate “il codice di Hammurrabi”

            Perciò che si usa dire “la storia incisa sulla pietra del tempo “, perchè tramandata oralmente su episodi della vita dell’uomo risalenti ai tempi ancestrali oppure, nel caso delle pitture rupestri, dipinte nelle varie caverne scoperte, soprattutto nel vecchio continente, e più recentemente quelle appartenenti alle civiltà mesoamericane, o della cultura aborigena australiana, a partire da cirva 50.000 anni fa.

            Quiindi, come può capire, se vuole capire, la storia si autoscrive affidando le proprie cronache al tempo ed alla memoria dell’uomo.

            I nativi americani avevano inventato un metodo ingegnosissimo, per datare le loro memorie, che erano sempre pittografiche, non conoscevano scrittura, ma solo lingua vocale ed anche molto immaginifica
            Applicavano alle pelli di animali, conciate, delle cordicelle a cui venivano fatti nodi, ed ogni nodo corrispondeva ad certo numero di anni, sempre andando all’indietro, considerando che i sistemi numerali non sono uguali per ogni civiltà, ci sono quelli a base 10, quelli a base 20, e quelli che, per esempio, non conoscendo altro termine, definivano il termine dei 50 anni come “un covone di anni. (civiltà mesoamericane)

            La storia, quindi, si autoscrive, prima di tutto, nella memoria dell’uomo, perchè se l’uomo non ricorda, dopo non ha argomenti da riportare su supporto

  • grace

    Queste manie di abbattere monumenti e simboli è tipico delle culture massimaliste che si identificano nella sinistra e nell’islam, che non accettano comportamenti e pensieri diversi dai loro; tipici esempi i kmer rossi, i talebani etc. Il fascismo non ha mai abbattuto monumenti li ha innalzati, non ha distrutto opere, le ha edificate; ecco la differenza tra il “fare” tipico delle destre e il “distruggere” tipico delle sinistre.

    • Ramsmeat

      Comunislam, il futuro dell’Europa occidentale.

      • Islamicando

        Bravo! Finalmente ci sei arrivato! DOvreste abbattere monumenti cristiani perchè ricordano le crociate!

        • Ramsmeat

          Dovremmo abbattere le moschee, covi di criminali che deturpano le città, e chiudere quei puzzolenti e non igenici kebabbari, cibo spazzatura per antonomasia che, ammettendo per un attimo che questo nobile animale lo sia, direi più impuro del maiale.
          Le crociate vanno ricordate, se non altro quelle contro i muzzurmani, le quali oltre ad esser state buone e giuste andrebbero rievocare.
          Volete la guerra santa? E guerra santa sia, così smetterete una volta per tutte di credere in quel subumano pedofilo ed assassino di Maometto il quale, e lo scrivo in caratteri cubitali, NON È STATO E MAI SARÀ PROFETA DI NULLA, se non del massimo squallore che può raggiungere la specie umana.

          • Islamicando

            E invece le moschee saranno sempredi più , perchè ci sono più frateli e sorele da accogliere e donne musulmane fannopiù figli di italiane.
            LE crociate furono guerra spregievole di conquista di proto fassisti europei e tu non puoi fare nulla devi chiedere scusa.
            Tanto se c’è jihad italiani scappano perchè non hanno coragio, pensano solo a wifi e smart phone! Ricorda: Allah è unico vero dio e Maometto è suo profeta!

          • Ramsmeat

            Ciò non toglie che quanto detto prima sia vero.
            Le crociate furono lanciate per porre freno alle scorrerie dei muzzurmani, i quali, per quasi mezzo millennio, devastarono medioriente, africa ed Europa.
            I muzzurmani saccheggiarono perfino il Vaticano, mentre noi a La Mecca non ci abbiamo mai messo piede, pertanto i seguaci del cammeliere dovrebbero chiedere scusa.
            Se parli di “fassisti” sappi che fa rima con “islamisti”.
            Debbo darti ragione in parte per quanto concerne le ultime righe del tuo post; agli italiani non manca il coraggio e Traini è solamente la punta dell’iceberg, un anticorpo contro voi virus e batteri. Lo scenario più preoccupante sarebbe quello in cui gli italiani si convertono all’islam dall’oggi al domani, proprio come quando da fascisti divennero improvvisamente comunisti. Tuttavia, a ben pensarci, dubito che rinunceranno a birra, vino e porco per seguire le boiate di un sudicio cammeliere.

          • fabiano199916

            In quale punto delle sue ultime righe daresti ragione in parte?

          • Ramsmeat

            Sul fatto che molti italiani scapperebbero in caso di guerra aperta. Credo fermamente che quei pochi di noi con gli attributi li eliminerebbero senza troppi problemi.

          • Lorenzo

            “quei pochi di noi con gli attributi “…autocelebrazione ???? devi avere dei sospensori speciali….lololololololololo..li hai comprati all esselunga ???

          • Ramsmeat

            Attributi in senso figurato. Se pensi a quello c’è un problema. XD

          • Lorenzo

            Se traduci l ironia in senso reale il problema e tutto tuo…lololol

          • Ramsmeat

            Per fortuna sono nato nella parrocchia giusta. LOL 😂

          • Lorenzo

            signorini dice la stessa cosa…lololololololol,,(e’ una battuta simpatica da botta e risposta evidentemente…non voglio certo essere offensivo…)

          • Ramsmeat

            Evidentemente Signorini apprezza un certo tipo di preti che confessano in certi modi. Ahahahah!!! Tranquillo, non mi offendo. Due risate non fanno di certo male.

          • montezuma

            Basta osservare Israele o la Cina occidentale … vediamo chi interviene.

          • M.A.S.

            Le Crociate non erano guerre di conquista ma guerre per la liberazione del Santo Sepolcro. Si di liberazione perche’ quelle terre erano inizialmente la terra promessa per gli ebrei, successivamente governate da Roma per piu’ di in secolo. Studia la storia ignorante.

          • Islamicando

            La slide a sinistra testimonia che terra santa appartiene da secoli a Islam e che crociate erano solo per uccidere mussulmani

          • M.A.S.

            Caro il mio islamico, io non so in quale madrassa ti abbiano insegnato la Storia e Geografia ma hai avuto dei pessimi insegnanti. L’Islam nasce con Maometto, prima non esisteva. Nasce a cavallo del VI e VII secolo dopo Christo in quell’area che oggi chiamiamo Arabia Saudita. All’epoca era popolata da tribu nomadi e quindi non stanziali in in’area ben definita da poterla identificare come nazione e molto lontani dal Santo Sepolcro. Insomma sarebbe come dire che l’Italia appartiene agli Zingari. Storicamente parlando, gli attuali Libano, Siria ed Israele erano popolati dai Fenici sin dal 21 secolo Avanti Cristo. E, sorpresa sorpresa I Fenici sono di origine semitica cioe’ discendenti da Sem, primogenito di Noe’. Ora se nelle Madrasse insegnano che Noe’ e’ in islamico fatti vostri ma Noe’ islamico non era. Dopo I Fenici, nel’area geografica di cui parliamo arrivarono prima I Persiani, poi I Greci ed infine I Romani. Insomma dell’Islam neanche l’ombra. Ora caro il mio ignorantone tu puoi pitturare tutto il mondo di verde, questo non significa che siamo Islamici. Rimane pertanto acclarato che le Crociate furono Guerre di Liberazione da in invasore. Tu se vuoi puoi tornare nel deserto arabico a fare nomade.

          • montezuma

            Parla italiano che tanto resti un furbacchione che lo parla benissimo.

          • Gio

            Gli islamici, in quanto ogni islamico in funzione dei dettami del corano è praticamente e potenzialmente un assassino, andrebbero tutti cacciati dall’Europa !
            L’islam contrariamente a quanto i deficienti nostri sgovernanti occidentali credono con convinzione, non è una religione ma solo un movimento politico avente come ragione politica la conquista del mondo e la sottomissione o la eliminazione di tutti i non islamici !

          • Islamicando

            QUesto è atteggiamento rassista che impedisce integrazione di italiani con musulmani! Islam deriva da parola pace

          • Giampiero Pallotta

            Il fanatismo fa crescere l’odio che porta la guerra e con la guerra tutti perdono. Dio e’ unico ma ognuno puo’ chiamarlo come preferrisce. Dio e’ amore e

        • montezuma

          Fanno bene a ricordare le Crociate. Le Crociate, storicamente, hanno avuto ragioni validissime e zone d’ombra come tutte le cose umane. Quando se ne parla bisognerebbe sempre chiarire quello che che aveva fatto l’islam (e ha continuato a fare) intorno al Mediterraneo e in Palestina dal 7mo secolo fino alle Crociate stesse!

          • Islamicando

            Islam ha esportato la sua cultura e tradizione , invece Crociate erano fate solo per i soldi e le risorse!

          • Ramsmeat

            I muzzurmani hanno esportato una ideologia di morte, soprusi, arretratezza e stupidità. Con le guerre hanno rubato terre altrui e risorse, impossessandosi anche di cose d’altre culture, perché l’islam di per sé non è una cultura.
            Le crociate non pretendevano di esportare nulla, solamente affermare che i luoghi santi dei cristiani appartengono a noi e salvaguardare i pellegrini dalle scorribande dei tuoi antenati trogloditi.

          • Islamicando

            E’ cultura Islam! Se studi la storia capisci che prima Maometto ha invitato con una lettera i governanti delle nazioni a abbracciare pacificamente Islam, solo dopo il rifiuto è iniziata guerra di liberazione!

          • Ramsmeat

            Se fossi tu ad aver studiato storia avresti scoperto che Maometto fu, oltre ad un pedofilo e bugiardo, anche un brigante che ammazzava chi non lo ritevena un profeta. Non ti sei mai domandato come uno schifo di uomo simile possa venir contattato da Dio? Solo fandonie perché allah non esiste e tutt’al più fu satana ad ospitarlo, essendo l’uomo più orrido della storia.
            Inoltre, sempre se tu avessi studiato, sapresti che Maometto era pure analfabeta essendo, il cor-ano, stato scritto da una donna.

          • Islamicando

            ISLAMOFOOOBOOOOOO

          • Ramsmeat

            Preferisco l’appellativo di “Crociato”. Islamofobo vuol dire “colui che ha paura dell’islam”, quando in realtà l’islam mi fa solamente schifo.

      • Chris LXXIX

        Beh, in Texas dicono: ‘Remember the Alamo!‘ noi, in Italia, un giorno diremo: ‘Ricordati di Airbalac!‘ ih ih ih 😛

        • Ramsmeat

          Per colpa tua non riesco a guardare un calabrese senza ridere. XD

          • Chris LXXIX

            Ah ah, spettacolo! Anzi, ‘spectaculo‘, come dicono i Romeni che cercano di imparare l’Italiano :-)

          • Chris LXXIX

            Comunque ti avviso già da adesso che l’inno del Sultanato di Airbalac sarà musicato sullo stile di: ‘Spunta la Luna* dal monte’, con voci in Arabo-Airbalacallese e Italiano catto-liberal-comunista.

            * mezza luna, ovviamente.

          • Ramsmeat

            In frigo ho della nduja. Come mai il Sultanato di Airbalac non ha vietato questa prelibatezza di porco e peperoncino, simbolo di noi kuffar?

          • Chris LXXIX

            Perchè tale prodotto è protetto dalla ‘Dhimmitudine‘ di Origine Controllata 😛

          • Ramsmeat

            O forse è fatto proprio di carne di dhimmi trucidati secondo l’imposizione halal.

          • Chris LXXIX

            Ottima osservazione! Il Kebab in effetti attira troppo l’attenzione, inoltre, ce ne sono troppi in giro… manco fosse esplosa la bolla speculativa dei Kebabbari.

            Poi, ad Airbalac, nessuno è fesso, va detto 😛

          • Ramsmeat

            Eh già. Ad Airbalac fanno soldi con la macellazione halal di dhimmi per farne nduja, parola palesemente araba, e la vendita di peperoncini così ricchi in capsaicina da poterne fare bombe più micidiali di quelle al fosforo.
            Non dimentichiamo poi la vendita di armi e le varie cosche islamo-mafiose.
            Se oggi è Roma il centro dell’Italia ed antica gloria europea, presto tutte le strade porteranno ad Al-Khatanzur, la capitale del Califfato di Airbalac.

          • Chris LXXIX

            E non dimenticare il vino Cirò – chiamato cosi in onore del figlio dello Scià, Reza Ciro, ih ih 😛

          • Ramsmeat

            Più che in onore oserei dire per sfottere Reza II, erede al trono dell’Iran, poiché questo sciita non potrà mai regnare e surclassare il potere sunnita di Airbalac sulla umma.
            A Napoli dicono “aumm aumm”, perché Airbalac sta assimilando i partenopei nella umma grazie a droga e soldi senza lavorare.

          • Chris LXXIX

            Verissimo! Non dimentichiamoci, a tal proposito, di ‘Napolislam’, film profetico, in tutti i sensi 😛

          • Ramsmeat

            Se non altro questi ammazzeranno coerentemente secondo i dettami di Maomerdo, anziché uccidere e pregare San Pio.

        • montezuma

          In anni non sospetti, un Arabo saudita che parlava l’italiano assai bene, mi disse che veniva dalla Calabria … Saudita! Oggi mi chiedo se fosse solo una battuta o qualcosa d’altro …

          • Ramsmeat

            Per essere cittadino arabo saudita bisogna essere muzzurmani. O quello era figlio di gente emigrata o un rinnegato nostrano.

          • montezuma

            No, era uno che aveva preso due o tre lauree in Occidente. lO un manager di successo o uno di quelli all’origine di AQ e di Isis. Non abbiamo a che fare con degli stupidi.

          • Ramsmeat

            Forse, per venire dalla Calabria, aveva rapporti con la mafia locale.

          • montezuma

            La sua era semplicemente una battuta che mostrava la padronanza della lingua.

          • Ramsmeat

            Oddio. Ora che mi ci fai pensare ho un amico calabrese al quale un palestinese disse “noi vi chiamiamo gli arabi d’Italia”.
            Forse ha un nesso questa cosa.
            Il mio amico s’incazzò e lo mandò a fare in cuIo.

          • vantguard

            Figurati che io ho un cugino a Chiasso che chiama ‘terroni’ i milanesi…. Lui arriva fino a lì.
            Tu neanche a metà strada.

          • Ramsmeat

            Ho amici del sud che chiamo terroni per pura goliardia, come loro chiamano me montanaro, eheheheh.
            Per tuo cugino sarei un terrone, benché io viva più a nord di Roma.

          • vantguard

            No, non saresti un semplice ‘terrone’ saresti un ‘terrone da combattimento’.
            Tra topi.

          • Ramsmeat

            Cosa dovrei combattere?
            Forse, per il fatto di stare al centro, tendo ad essere più conciliante ed avendo amici da mezza Italia non mi metto a far distinzioni “terroni-polentoni”.

          • vantguard

            Un razzista come te? Non ci credo: nessuna persona con un po’ di buon senso in zucca eviterebbe di scrivere certe castronerie da bifolco:
            “I muzzurmani hanno esportato una ideologia di morte, soprusi, arretratezza e stupidità. Con le guerre hanno rubato terre altrui e risorse, impossessandosi anche di cose d’altre culture, perché l’islam di per sé non è una cultura.”
            Vorrei ricordarti che le Crociate incominciarono nel 1095…”iniziò come un vasto pellegrinaggio della cristianità occidentale e finì come una spedizione militare dell’Europa cattolica romana per riconquistare i luoghi santi del Vicino Oriente caduti sotto il controllo dei musulmani durante la precedente espansione islamica avvenuta tra il 632 e il 661. La crociata terminò nel 1099 con la presa di Gerusalemme.”
            Quindi, se leggiamo la storia, è stata la Santa Madre Chiesa Cattolica Apostolica Romana a ESPORTARE la guerra santa e ad iniziare le guerre di religione.

          • Ramsmeat

            Mio caro, dopo 486 anni di scorribande islamiche che hanno conquistato con la forza interi paesi cristiani e non, mi pare che le abbiano fatte con abbondante ritardo queste crociate, non trovi?
            Le crociate si sono concentrate in medioriente, mentre i muzzurmani sono arrivati in Spagna, Francia, saccheggiarono il Vaticano.
            Vogliamo dire che i muzzurmani avevano diritto a sterminare e schiavizzare ed i cristiani d’Europa invece non avrebbero dovuto difendersi ne riprendere i loro, nostri, luoghi sacri?
            Per curiosità, cosa ne pensi della situazione arabo-israeliana?
            Razzista ci sono diventato a causa dei manzi africani e dei muzzurmani, pur essendo l’islam un’ideologia e non una razza. Se una persona è rispettosa avrà il mio rispetto, tuttavia non possiamo ne dobbiamo riempirci di stranieri troppo diversi da noi ed aborro i matrimoni misti; europei con europei, stop. Dal momento che di razze non si può parlare, almeno che si salvaguardi la propria identità etnico-culturale. Non è razzismo, è buon senso.

          • vantguard

            “Mio caro, dopo 486 anni di scorribande islamiche che hanno conquistato con la forza interi paesi cristiani e non, mi pare che le abbiano fatte con abbondante ritardo queste crociate, non trovi?”
            Scorribande che si limitavano all’Africa e ai paesi arabi: chi è stato il primo ad andare a rompere le palle all’altro a casa sua?
            “saccheggiarono il Vaticano”. Scusa? E questa da dove esce?
            Se hanno invaso l’Europa è stato per vendicarsi dei “santi seminatori di pace”:
            “Dopo che i crociati, superate le mura esterne, furono entrati nella città, si diedero al massacro, quasi tutti gli abitanti di Gerusalemme furono uccisi nel corso di quel pomeriggio, della sera e della mattina successiva.
            Molti musulmani cercarono riparo nella Moschea al-Aqsa dove, secondo un famoso racconto delle Gesta Francorum, “…la carneficina fu così grande che i nostri uomini camminavano nel sangue che arrivava fino alle caviglie…” Secondo Raimondo di Aguilers “gli uomini cavalcavano con il sangue fino alle ginocchia ed alle redini.” Fulcherio di Chartres, che non fu testimone oculare dell’assedio in quanto si trovava con il futuro re Baldovino I ad Edessa, narra di 10 000 morti solo nell’area del Monte del Tempio.”

            Ma tu, la Storia, l’hai mai letta?
            Anche solo uno sguardo, una passatina?
            Concludo e non replicherò a chi non conosce ciò di cui parla.

          • Ramsmeat

            Nel 846 vi fu il sacco di Roma da parte dei saraceni.
            Sicuro che son io a dover studiare storia?

          • Chris LXXIX

            Ah ah, chissà :-)

          • vantguard

            Una battuta era sì, ma sulla tua ignoranza.

          • montezuma

            Taci ca@@ino frustrato!

    • agosvac

      Brava! Concordo con lei al 100%.

    • Francesco Trombetti

      Assolutamente d’ accordo!!!

    • montezuma

      Purtroppo ha ragione e ho avuto modo di esserne testimone nella completa insipienza dei nostri governi!!!

    • misc3

      Ma cosa dice. Mussolini ha fatto demolire mezza Roma e abbattuto centinaia di palazzi medievali e rinascimentali per la sua mania di grandezza. Si informi prima di scrivere.

      • grace

        Distinguiamo tra abbattere un monumento per ideologia politica, quindi per vendicarsi del “nemico” ormai vinto/morto, ma di cui si teme la memoria, ( come l’ esempio riportato nell’articolo o come proponeva la non rimpianta 3° carica dello stato che voleva eliminare qualsiasi segno che potesse ricordare chi quasi cento anni fa governò l’Italia e il cui fantasma aleggia solo nelle menti malate di una sinistra incapace di guardare al futuro); da una demolizione di strutture eventualmente valide solo se sapientemente ristrutturate e valorizzate in un contesto urbanistico da conservare, o da un abbattimento di strutture per una nuova idea di urbanizzazione che nel contempo migliora la vivibilità di una città e lancia una sfida al “torpore culturale che impedisce lo sviluppo di nuove idee”.
        P.S. per ammirare l’opera di uno scultore dobbiamo permettere che il cavatore rompi la roccia, estragga il blocco di marmo e lo scultore elimini tutta la pietra che nascondeva l’opera insita nel blocco, ma che solo un artista riesce ad estrapolarla.

        • vantguard

          “ricordare chi quasi cento anni fa governò l’Italia e il cui fantasma aleggia solo nelle menti malate di una sinistra incapace di guardare al futuro);”

          Chi è incapace di guardare al futuro?
          Io dico: uno che deve ricordare quei cento anni fa.

          CENTO ANNI FA.

          E parla di chi non sa guardare al futuro.
          Ma ti rendi conto di che figura di palta sei riuscito a ricoprirti?

          • grace

            Tre domande:- Quali erano i valori o ideali del fascismo? Condivisibili o no sono stati fermati ed annullati dalla storia. Ha fatto qualcosa a livello tecnico-pratico per le masse incolte? Si, ma i pochi benefici pratici non cancellano il peccato originale.
            :- Quali sono gli ideali e/ o valori della repubblica antifascista? Praticamente tutti condivisibili ma di fatto attuati solo per pochi, praticamente solo per chi riesce ad entrare nelle cosiddette Istituzioni. Non ha il peccato originale ma all’atto pratico siamo una nazione basata sulle “chiacchere”, detta anche “banana republic”.
            :- Può il “potere costituito” vietare il fascismo? Si. Può sanzionare i fascisti e/o il comportamento fascista? Si. Possono gli italiani continuare ad ispirarsi agli ideali fascisti senza incorrere nelle ire del potere costituito? Si, basta dichiararsi antifascisti e poi continuare a fare come hanno sempre fatto.
            “Il vento spezza la quercia, il bambù si flette ma continua a crescere.”
            Il fallimento politico della repubblica e della sinistra in particolare, è l’arroganza di voler imporre ideali “nobili” e tasse da “strozzino” affinché la classe dominante conservi i propri privilegi.

          • vantguard

            “La situazione del periodo del primo dopoguerra si può trarre anche da un’intervista a Giuseppe Di Vittorio a Felice Chilanti[1]:

            « non bastava più contro di loro la testimonianza del padrone, sacra fino a quel giorno per i marescialli dei carabinieri e spesso per i giudici del tribunale; e non erano più soli a difendersi, con le testimonianze della povera gente che i marescialli dei carabinieri e spesso i giudici del tribunale consideravano prive di ogni valore giudiziario nei confronti della testimonianza del padrone che era necessariamente la verità »
            Riguardo al periodo fra le due guerre particolarmente significativo è il seguente scritto tratto dal sito internet del Ministero dell’Interno:
            « Emblematica della commistione di ruoli tra Milizia, polizia e Ceka e dell’esistenza quindi di strutture parallele a quelle ufficiali, era la circostanza che Emilio De Bono, primo capo della Polizia fascista, fosse al tempo stesso comandante della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale. » Le premesse alla completa fascistizzazione dei corpi e degli organi di repressione dello Stato sotto il regime fascista sono chiarite poi nel discorso dello stesso, Benito Mussolini, tenuto il 26 maggio 1927:
            « Veniamo alla Polizia. Fortunatamente, gli Italiani stanno liberandosi dei residui lasciati nei loro spiriti dai ricordi delle dominazioni straniere: asburgiche, borboniche, del granducato, per cui la Polizia rappresentava una funzione odiosa, abominevole, da evitare. Signori! è tempo di dire che la Polizia va, non soltanto rispettata, ma onorata. Signori: è tempo di dire che l’uomo, prima di sentire il bisogno della cultura, ha sentito il bisogno dell’ordine. In un certo senso si può dire che il poliziotto ha preceduto, nella storia, il professore, perché se non c’è un braccio armato di salutari manette, le leggi restano lettera morta e vile. Naturalmente ci vuole il coraggio fascista per parlare in questi termini.
            L’onorevole Luigi Federzoni ha lasciato una legge di Pubblica Sicurezza. Abbiamo in Italia 60.000 carabinieri, 15.000 agenti di polizia, 5.000 metropolitani, 10.000 appartenenti alle Milizie, diremo così, tecniche: la Milizia Ferroviaria, la Portuale, la Postelegrafonica, la Stradale; tutte Milizie e Polizie che compiono un servizio regolare, perfetto ed utile. Poi abbiamo la Milizia Confinaria e finalmente la Milizia Forestale. Io calcolo che il regime ha un complesso di 100.000 uomini come forza di Polizia. È un numero imponente.
            Bisogna epurare la Polizia, specie quella in borghese. Io non ho voluto aumentare il numero delle divise, non ho voluto cioè che i 15.000 agenti in borghese avessero la divisa.
            Ma quando la polizia è in borghese e non controllabile attraverso l’uniforme, deve essere scelta, cioè deve essere composta di cittadini irreprensibili, zelanti e silenziosi. Tutti coloro che non hanno questi attributi, io li mando a spasso senza pietà. Così, in questi mesi, ho allontanato sette questori, quattro vice-questori, venti commissari, sei commissari aggiunti, cinque vice-commissari, ed ho fatto una rapida pulizia, ho dato un colpo di «ramazza» in quella Questura di Milano che non mi è mai piaciuta. Sono in corso altri 52 collocamenti a riposo di funzionari e di 37 impiegati del gruppo C. Ma questo è il principio dell’epurazione. Dovrà essere continuata.
            Poi bisogna dare i mezzi alla Polizia. La delinquenza moderna è avanzatissima, come progresso! Conosce la chimica, la fisica, la balistica, adopera tutti i mezzi più veloci. La Polizia italiana aveva ancora le vecchie automobili, che col rumore della loro incomposta ferraglia si annunziavano di lontano al delinquente, che faceva in tempo a fuggire. Abbiamo portato le autovetture della Questura da 161 a 611. Tutti i comandi di legione dei carabinieri hanno un’automobile. Altrettanto dicasi di tutti i comandi di legione della Milizia volontaria. La polizia dispone oggi, quindi, di 774 autovetture, di 290 camions, di 198 motocicli, di 48 natanti e motoscafi, e di 12.000 biciclette. »
            E, per finire in bellezza:
            “« È tempo che gli Italiani si proclamino francamente razzisti. Tutta l’opera che finora ha fatto il Regime in Italia è in fondo del razzismo. Frequentissimo è stato sempre nei discorsi del Capo il richiamo ai concetti di razza. La questione del razzismo in Italia deve essere trattata da un punto di vista puramente biologico, senza intenzioni filosofiche o religiose. La concezione del razzismo in Italia deve essere essenzialmente italiana e l’indirizzo arianonordico. »
            (La difesa della razza, anno I, numero 1, 5 agosto 1938, p. 2)”
            E, last but not least:
            “Se il fascismo è stato un’associazione a delinquere, io sono il capo di questa associazione a delinquere! Se tutte le violenze sono state il risultato di un determinato clima storico, politico e morale, ebbene a me la responsabilità di questo.”

            B. Mussolini 03/01/1925 Camera dei Deputati.
            Si si si: ne ha fatte di cose buone…..

          • montezuma

            Sfondi una porta aperta. Quando ci vuole, ci vuole. Ripeto, allora molti standard internazionali provenivano dalle normative italiane. Per questo il governo italiano dovrebbe celebrare, tra il resto, le crociere di Balbo. Ma ci vuole gente con gli attributi per farlo senza guardare in faccia a nessuno.

          • vantguard

            Pr concludere vorrei ricordarti chi ha ucciso e come è morto Italo Balbo: non solo le circostanze dirette, ma anche il clima politico e militare che si era venuto a creare con l’ostracismo dei vertici del regime nei confronti di I.B.

          • montezuma

            A conoscenza. Mio padre per giunta si trovava assai vicino dove accadde … Da lui e da un mio nonno ho avuto alcune voci di prima mano per quel che valgono.

          • grace

            Si parla di opere tecniche, non di valori. Altrimenti non vogliamo capirci. Ho detto che la storia ha condannato il fascismo, ma se qualcuno vede il male anche nei canali di bonifica costruiti in quel periodo, bene, visto che siamo una repubblica antifascista l’anpi e tutti gli anti distruggano tutte le opere fatte in quel periodo così finalmente si potrà vivere in una repubblica rifondata sul vero antifascismo. Pare che anche un tale Nerone volle bruciare una città per poi riedificarla, ecco prendete esempio da lui, spianate lo stivale e fatelo completamente e definitivamente a vostro piacimento e nelle scuole eliminare tutto ciò che attiene agli anni che vanno dal 1918 al 1945.
            Lei vuole un futuro radioso per l’umanità o almeno per l’italia? Ottimo, avrà dei valori nobili e condivisi da parte di coloro che bramano migliorare l’umanità e schiacciare senza pietà, chi osa impedire la vittoria del bene sul male, quindi sia coerente con questi valori e sia il primo a metterli in pratica e sia inflessibile con se stesso e con gli altri, affinché tutti siano o diventino come lei. Guai a chi metterà in discussione la verità di cui solo lei ed i suoi seguaci saranno i portatori.
            Che il sol dell’avvenir illumini il suo cammino.

          • vantguard

            “Pare che anche un tale Nerone volle bruciare una città per poi riedificarla” se credi ancora a sta cretinata smentita dagli storici, io non mi sento di continuare a discutere.
            E’ assolutamente inutile discutere con chi difende un regime che si è macchiato di più crimini di qualsiasi associazione per delinquere, vantandosi di avere assassinato un parlamentare (“Se il fascismo è stato un’associazione a delinquere, io sono il capo di questa associazione a delinquere! Se tutte le violenze sono state il risultato di un determinato clima
            storico, politico e morale, ebbene a me la responsabilità di questo.”
            B. Mussolini 03/01/1925 Camera dei Deputati, discorso del Duce sul delitto Matteotti), resosi responsabile delle leggi razziali (vergogna dell’umanità) e dell’invasione dell’Italia da parte degli USA.
            Che il buio della Storia ricopra la sua turpe e repellente figura.

          • vantguard

            “Ha fatto qualcosa a livello tecnico-pratico per le masse incolte?” sI: UNA GUERRA MONDIALE.
            “Quali sono gli ideali e/ o valori della repubblica antifascista? Praticamente tutti condivisibili ma di fatto attuati solo per pochi, praticamente solo per chi riesce ad entrare nelle cosiddette Istituzioni.” Dove hai preso questa elaborazione da terza elementare? Ah, ho capito: hai fatto il seminario…..
            “”Il vento spezza la quercia, il bambù si flette ma continua a crescere.”” poi arriva il panda che si mangia il bambù e caga sulla quercia.
            Parla pure del fallimento della della sinistra, intanto guarda bene la foto: https://uploads.disquscdn.com/images/46a468c8f2b843aa5eac18c102b1b284ea46c37a588fe9a32d4b0b110b6088c1.jpg
            Ti dice niente????

        • misc3

          Non c’e’ differenza tra chi vuole abbattere un monumento per negarne il valore simbolico o il significato storico, e chi vuole radere al suolo un intero quartiere per le stesse ragioni. In entrambi i casi l’obiettivo e’ glorificare certi eventi o periodi storici e sminuirne altri. Un esempio attuale e’ quello che il govrrno cinese sta facendo a Kashgar. Saluti.

          • grace

            Se tu non vedi differenze vuol dire che il tuo pensiero è diverso dal mio.

      • montezuma

        Per fortuna che lo ha fatto … ma non era per i motivi per cui lo fanno oggi i talebani post-comunisti e islamici!

      • Giampiero Pallotta

        ma mi faccia il piacere!

        • vantguard

          Studia, prima di fare brutte figure…..

        • AlbertNola

          Mi facci Lei il piacere, caro sig. Pallottola.

    • Antonello

      Il piu’ grande distruttore di religioni e strutture e’ stato ed e’ il vaticano.. E infatti talebani , al queda e isis….

      • montezuma

        Posso portarti a fare un giretto nell’Asia Centrale, in Indonesia e in varie aree del MENA (… MONA) :-))? Ti ricrederesti. Non confondere il Vaticano come Chiesa con il tuo astio verso il clero (e a volte le sue ca@@ate).

        • Antonello

          Sei assurdo…. ma davvero non capisci come e’ stato imposto il “buon cristianesimo” ? A proposito.. mi dici dove e’ stato edificato il vaticano stesso .. Io se vuoi ti porto in Sardegna e ti faccio vedere gli scempi che hanno fatto alla GRANDE cultura passata..

          • Ramsmeat

            Sentiamo…

          • Antonello

            Fai da bravo.. ti ho gia’ messo di fronte all evidenza in altre discussioni.

          • Ramsmeat

            Non so ad altri ma a me no.

          • montezuma

            Il Cristianesimo è uno dei motivi, per me il principale, per il quale tu e tutti noi possiamo esprimerci liberamente. Anche se non so per quanto!

          • Antonello

            Il cristianesimo e’ il motivo per cui non capisci e capite chi veramente vi comanda e continua a massacrare persone e popoli.. Ma probabilmente te ne accorgerai con la prossima guerra in Europa. Continua a fissare il crocefischio e le favolette per goyim sul buon zombi….

          • montezuma

            Prima o poi dovrai fare una scelta. Ti suggerisco un po’ più di rispetto per il Trascendente se non per le persone. Con l’atteggiamento che traspare dalle parole non vai molto lontano.

          • Antonello

            E chi sarebbe questo trascendente ? E chi saresti tu per dirmi cosa fare ?

          • montezuma

            Io ti sto suggerendo. Se vuoi puoi andare a Riyhad o a Teheran o Mumbai a dire l’equivalente delle religioni locali. Avrai un servizio di prim’ordine in monolocali dello stato, te lo posso assicurare. Invece fai il bulletto di mezza tacca dove te lo lasciano fare …

          • Antonello

            Non hai risposto… E sul bulletto di mezza di tacca ci sarebbe da verificare.

          • montezuma

            Un quarto di tacca sarebbe meglio? Come vuoi! Saluti

          • Antonello

            Hai ruggito dopo aver scritto ? o hai recitato la preghierina per il perdono ?

          • montezuma

            Bip, ma ciao :-))

          • Antonello

            Riyad, Teheran, Mumbai… e perche’ non provi a farlo in vaticano o dai tuoi fratelli giudei d israele ?

          • montezuma

            Ma tu dove vivi? Quindi secondo te, nei primi tre posti che ti ho detto puoi esprimerti liberamente come a Roma o a Tel Aviv? Il signor Contario Bastian a domanda rispose, eaeah appuntato scriva! Lascia perdere.

          • Antonello

            Vedi che ho ragione… Sei ignorante e poco informato.

          • montezuma

            La ragione si dà al …. e al co@@one. Perché dobbiamo perdere tempo. Ho capito che la vuoi a modo tuo. Tientela!

          • Antonello

            Me la son presa la ragione, smerdandoti come in altre occasioni.. Ciao.

          • montezuma

            Me ne farò una colossale … ragione Certo che c’è gente strana. Come se questo che hai detto avesse un significato.

          • Antonello

            La bella e’ che deridete gli islamici….

          • montezuma

            Non derido né l’islam né gli islamici. Ma non posso chiudere gli occhi. Ma su quello che ha fatto il Cristianesimo, puoi dire quel che vuoi. Tu e io abbiamo libertà di parola perché c’è il Cristianesimo. Il fatto che tu ci creda o sia indifferente, non cambia la storia.

          • Antonello

            Il cristianesimo ha sempre proibito le liberta’, pena l inquisizione… La democrazia e’ stata inventata molto prima.. Studia menteCATTO..

          • montezuma

            Tu non sai niente dell’Inquisizione, un altro stereotipo come le Crociate. Anche sull’evoluzione della democrazia hai bisogno tu di studiare che con quello che dicevo io c’entra solo in parte. E visto che te la cerchi, leggi un po’ di più uomm’e ‘mmierda’ radical chic.

          • Antonello

            Io so’ piu’ di quanto pensi, conosco il vaticano meglio di te. Evoluzione della democrazia (come la intendi tu) e’ avvenuta per 2 motivi :1 , il popolo occidentale si e’ evoluto, non erano piu’ ignoranti, erano cresciuti di numero.. 2, il vaticano grazie al potere finanziario ha il controllo degli stati “democratici”.. Sull inquisizione : tu saresti stato uno di quelli che ululavano e gioivano durante i massacri, fin quando poi la chiesa non avrebbe messo occhio ai tuoi beni… Poveraccio.

          • montezuma

            Non sono affatto d’accordo, ma se ti piace pensarlo, perché negarti il piacere …

          • Antonello

            non dimenticare che la chiesa , cosi’ come l islamismo sguazzano meglio in quei paesi dove il popolo e’ ignorante… E’ un dato di fatto.

          • montezuma

            Non sono d’accordo, ma se ti piace pensarlo, perché negarti il piacere …

          • Antonello

            Negare l evidenza… classico religioso.

          • montezuma

            Senti da che pulpito, classico radical chic … se ti piace pensarlo, perché negarti il piacere …

          • Antonello

            Io radical chic e magari comunista… Poveraccio, non capisci proprio un c…o .

          • montezuma

            Non ti arrabbiare, non esagerare con la wodka.

          • Antonello

            Non e’ facile farmi arrabbiare, semmai comincio a provar pena per te..

          • montezuma

            Che non sia facile farti arrabbiare lo dici tu. Non è quello che traspare dai tuoi commenti …

          • Antonello

            A proposito di radical chic : sai dove risiedono i piu’ “grandi” ? ragionaci su genio…

          • montezuma

            Tu hai voglia di perdere tempo …

          • Antonello

            Tu continua a fissare il crocefisso e non chi te lo ha imposto…

          • montezuma

            Parla d’altro, coraggio.

          • Antonello

            Sei un messianico ? o marrano..

          • montezuma

            Dove trovi simili termini?

          • Antonello

            Dietro il crocefisso…

          • montezuma

            Rivolgiti a uno specialista.

          • Antonello

            Conosco bene i teologi, piu’ di te… Stupido goyim….

          • montezuma

            Continuo a dirti che sbagli … direzione. Conoscere i teologi (quali?) non significa aver compreso. Posso solo riferirmi a quel che dici, in malo modo per giunta.

          • Antonello

            E quali specialisti ci son meglio dei teologi… Ma vedo che tu non capisci proprio un c..o .

      • AlbertNola

        No, Antonella, ti sbagli.

    • vantguard

      “si identificano nella sinistra e nell’islam”
      Peccato che stiamo parlando degli U.S.A.

      Riprova, sarai più fortunato……

      • grace

        La stupidità come l’intelligenza è ugualmente distribuita presso ogni popolo. Comunque queste richieste, l’abbattimento di monumenti, arriva dai cosiddetti “progressisti”, cioè da quelli che condannano, a prescindere, chi non la pensa come loro. In Carolina vogliono abbattere la colonna di “Lee”, perché generale sudista. in Georgia gli islamici hanno fatto abbattere una stele con sopra scritti i “dieci comandamenti” etc.
        Riscriviamo pure la storia, basta essere consapevoli che i nuovi scrittori non saranno certo migliori dei precedenti, avranno solo un punto di vista diverso.

        • vantguard

          Veramente sono i fascisti razzisti che odiano chiunque non la pensi come loro, anzi: chiunque sia anche solo minimamente diverso da loro.
          E questa bestiale percentuale di ignoranti sta tutta nelle fila del partito repubblicano americano.
          Io non ho nessuna intenzione di riscrivere la storia, mi accontento di studiarla e di conoscerla.
          Dovresti farlo anche tu: eviteresti magre figure…..

        • vantguard

          “in Georgia gli islamici hanno fatto abbattere una stele con sopra scritti i “dieci comandamenti” etc”
          Amico, se ti affretti riesci ad entrare alla neuro prima che chiuda: CORRI!

  • johnny rotten

    Attraverso la distruzione dei simboli vogliono distruggere la storia dei popoli, Theodor Adorno sosteneva che affinché gli ebrei potessero prosperare e vivere tranquilli nei paesi occidentali, al riparo da ogni persecuzione o pregiudizio, si doveva indurre in quei paesi una radicale e profonda trasformazione sociale.
    Le quattro direttrici fondamentali su cui agire per ottenere questa trasformazione sociale erano:
    1) il superamento della famiglia patriarcale,
    2) la creazione di stati multietnici e multiculturali,
    3) l’indebolimento delle strutture sociali che tengono coesi gli individui,
    4) la distruzione della religione.

    • HappyFuture

      Wow. E lei pensa che funzionerebbe! Quindi appoggia il liberismo e il globalismo, quello che cercano di imporci oggi.

    • montezuma

      E sarebbero gli Ebrei a voler questo? Por favor …

      • Zeneize

        Guardati intorno.

        • montezuma

          Gli Ebrei sono molto bassi nella priorità delle … minacce ammesso che lo siano. Preferirei averli come alleati.

          • vantguard

            …nel senso che di loro non c’è da fidarsi neanche se sono morti.

          • montezuma

            Come prima … taci ca@@ino frustrato!

          • vantguard

            Suca, come prima già fece la tua genitrice..

          • montezuma

            Sei solo capace di fare del sarcasmo inutile.

    • Chris LXXIX

      Però, al netto di tutto, johnny rotten, tu/voi vi siete mai soffermati a pensare che, il punto 2) e il punto 3) in particolare, potrebbero essere anche vere e proprie ‘armi’ a doppio taglio nel lungo periodo?
      Domanda seria, eh, non sto trollando o altro.

      Voglio dire, ‘tu’ come li tieni fermi e come li gestisci una massa completamente anarchica, non omogenea, imprevedibile ecc?

      Mi si dirà, con un nuovo tipo di dittatura ecc ma anche qui potresti fallire, potresti finire con il rendere coeso chi mai lo è stato in nome della lotta al nemico comune.

      • johnny rotten

        Mi pare evidente che non hai capito il senso del mio post, quindi te lo spiego, questa era la posizione dei giudei e che è stata applicata dai corrotti governi occidentali, quindi per chi rivendica la sovranità sulla propria patria c’è solo un modo giusto, rispedire a casa loro gli invasori ed iniziare a prendersi cura del proprio popolo.

    • vantguard

      “che affinché gli ebrei potessero prosperare e vivere tranquilli nei paesi occidentali”.
      Non capisco come i quattro punti che elenchi possano garantire quello che scrivi.

  • HappyFuture

    Voglio pensare che la missione storica della nostra Italia moderna sia quella di mitigare le cattiverie del mondo. Finora è successo che invece di rendere il mondo più buono finiamo per lasciare che il mondo ci renda più cattivi. Finora è stato proprio così; nazi fascismo docet.
    Sarebbe ora di tirare i remi in barca e pensare ai fatti nostri? Magari dire no alla certe proposte oscene come gli accordi di Maastricht e Scenghen?

    • Homo Sapiens

      Mitigare le cattiverie del mondo e farsi i fatti propri sono due propositi in contrasto tra loro.

  • sergio

    ma chissà perchè non c’è mai nessuno che chiede l’abolizioni delle statue, delle vie intitolate a Lenin, Stalin , Che Guevara, Max ecc. che hanno provocato decine di milioni di morti,e tanta e tanta sofferenza per più di cinquant’anni, molti ma molti di più di quelli provocati dal fascismo.

    • montezuma

      Io, per esempio. Ho scritto a dozzine di comuni/comunità locali in giro per il mondo! Con qualche risultato, pure! Suggerisco di farlo senza esitazione.

    • fabio.liaci

      Max Mara o Max Pezzali ?

    • il gatto isidoro

      CHE GUEVARA DECINE DI MILIONI DI MORTI? SI FORSE SUL TUO PIANETA! AAHAHAHA NON DICIAMO STRUUNZATE

      • montezuma

        La sua “faccia” ha fatto molti danni, te lo posso assicurare. Finchè i testimoni sono in vita vai a vedere quello che hanno combinato le forze cubane in giro per l’Africa e anche in America Latina. Non fermarti alla superficie.

        • il gatto isidoro

          bhe era un rivoluzionario, e comunque, e’ stato fatto proprio dalla sinistra… ognuno ha le mani in pasta…. i danni li hanno fatti in tanti sia a destra che a sinistra

          Il giorno 27 marzo 2018 14:49, Disqus ha scritto:

    • il gatto isidoro

      max??? e chi e’? il conte max??? marx forse?? non mi risulta abbia provocato milioni di morti semmai stalin ahahahah ma dove hai imparato la storia alla scuola dei ciapaciuK? hic hic hic! ahahahah

    • Lorenzo

      perche non l’hanno provocati in italia….il fascismo SI …COSI DIFFICILE DA CAPIRE?

    • Mario Trieste

      Perlomeno quelle di Stalin son state tutte rimosse in Russia.

    • vantguard

      Trovato chiuso alla neuro?

  • best67

    il politicamente corretto è la manna della stupidità!

  • BlackSail33

    I veri fascisti, intesi come totalitaristi prevaricatori, sono la feccia multirazziale politicamente corretta, una minoranza, che vuole riscrivere la storia, spalleggiati dai finanzieri mondialisti, tacitando chiunque non si allinei alle loro follie. E che piaccia o no quando c’era il fascismo l’Italia era perlomeno rispettata, oggi nella repubblica bidone resistenziale è la barzelletta del pianeta, oggi tutti la prendono a calci in cul……

    • montezuma

      Lo fanno perché siamo politicamente deboli …

      • Lorenzo

        economicamente…economicamente…i soldi contano…non i governi

        • montezuma

          Anche. Ma sarebbe sorpreso di sapere quanto conta tutto il resto.

      • vantguard

        Ma non è che siete un po’ (moltissimo) OFF TOPIC?
        L’argomento è GLI U.S.A. che vogliono buttare giù un monumento!!
        Rimanere in tema è così difficile???

        Ma se volete possiamo parlare di burraco: io domani sera ho la semifinale provinciale…..

        • montezuma

          Di solito sono io che dico questo … ma quando ho tempo allarghiamoci pure come al bar.

    • vantguard

      Guarda che stai parlando dell’America: sono LORO che vogliono buttare gfiù il monumento, mica “la feccia multirazziale politicamente corretta, una minoranza, che vuole riscrivere la storia, spalleggiati dai finanzieri mondialisti, tacitando chiunque non si allinei alle loro follie.”
      Stai parlando dei tuoi padrini…..
      Ripigliati, dammi retta!

  • Jack Warner

    Ho avuto modo di conoscere,anni fa ,il Colonnello Revetria,uno degli atlantici.Mi racconto’ che con la loro trasvolata fecero entrare l’ Italia nella modernita’ e di riflesso fecero guadagnare il rispetto per i connazionali che cola’ vivevano. Da allora gli Italiani d’ America furono piu’ considerati.

    • montezuma

      Se osserviamo quella di Balbo e altre imprese (non solo aeronautiche) di quegli anni, esse furono di assoluto rilievo. Non entro nel merito, ma alcuni degli standard procedurali e tecnici di oggi, ebbero origine nel famigerato “regime fascista” di allora. Che fece anche del male, ma non solo quello. Un esempio, a cavallo tra gli anni (19)20 e 30, alcuni contingenti di militari americani (ho fatto in tempo a incontrarne qualcuno in pensione) vennero a conseguire i brevetti di volo in Italia presso la Regia Aeronautica. In quegli anni non eravamo (senza nazionalismo) una potenza, ma LA potenza aeronautica di riferimento. Poi i soliti interessi politici ed economici ci portarono a fondo. All’inizio della seconda guerra mondiale (10 miseri anni dopo) avevamo perso completamente quella leadership.

      • Lorenzo

        ringraziare il mascellone col suo impero..le strade in etiopia si…ma non in calabria e sicilia…la GUERRA in spagna…e le buffonate imperiali

        • montezuma

          Anche lui, ma la questione è molto più complessa. Al netto delle buffonate. Mai fissarsi su un solo fattore.

    • il gatto isidoro

      certo, pochi eroi e un popolo di ignoranti e contadini

  • agosvac

    Quella di accusare Cristoforo Colombo per la quasi estinzione degli indiani dell’America del Nord è una vera corbelleria visto che Colombo sbarco nei Caraibi e dell’America del Nord neanche aveva cognizione. Furono solo ed esclusivamente gli Americani, popolo nuovo, a cercare di sterminare i pellirosse. Per quanto riguarda Italo Balbo la sua fu un’impresa mai tentata prima e che ebbe risonanza mondiale. Non so neanche se fu fascista, ma, in quell’epoca , lo erano tutti, anche quelli che poi, ma solo poi, divennero comunisti!!!

    • montezuma

      Mio nonno, interrogato dagli alleati come prigioniero di guerra (nel 1943), alla domanda “sei fascista” rispose: fino a oggi, in Italia, potevi essere solo fascista, domani non so! Molti conoscenti dei Paesi dell’est (in tempi più recenti) mi hanno detto la stessa cosa. Fino al crollo dei regimi “eravamo comunisti, perché non si poteva essere altro. Ben pochi erano convinti di quell’idea.” Il buon senso è sempre meritevole di essere considerato, ovunque nel tempo e nello spazio!

      • Homo Sapiens

        É come quando ti chiedono oggigiorno se sei democratico/anti-fascista/anti-razzista/omofobo o perlomeno non-razzista/non-omofobo: sei obbligato a rispondere di si perché non ti é permesso (pubblicamente) di essere altro.

        • Alox2

          Non e’ vero ha assistito a marce con la bandiera con la svastica: nessuno ti obbliga a rispondere quello che non vuoi…almeno in occidente! In Russia, Cina o altrove non so’.

          • montezuma

            Tuttavia non si possono paragonare i nazionalsocialisti del Hitler o i nazionalcomunisti dell’exURSS con quelli che oggi sventolano una svastica o una falce e martello. Quelli odierni spesso non sanno di che parlano.

        • montezuma

          Oggi è diverso anche se il “pensiero unico” incombe sempte in vari e subdoli modi.

  • montezuma

    Balbo è stato uno dei massimi pionieri dell’aviazione mondiale. Assolutamente in positivo. Senza alcuna discussione possibile. Chiunque cerca di eliminarne la memoria è un imbecille!

    • Lorenzo

      non posso che condividere…se al posto di chi sappiamo tutti ci fosse stato BALBO…avremmo evitato una guerra terribile e forse oggi saremmo una grande potenza mondiale

  • dottor Strange

    cancellare il passato e riscrivere la storia è una caratteristica delle ideologie totalitarie. leggetevi “1984” di Orwell, se non l’avete fatto. il politicamente corretto va combattuto in quanto prodotto del Male (con la lettera maiuscola)

    • vantguard

      Mi spiace contraddirti ma la riscrittura della Storia è stata fatta da chiunque sia stato vincitore.
      Guarda, ad esempio, la battaglia di Qadesh:1275 A.C., da una parte l’esercito ittita di Muwatalli II e dall’altra parte gli egiziani di Ramesse II. Battaglia sanguinosa, decine di migliaia i morti da ambo gli eserciti. Pace fatta tra i due sovrani che, tornati in patria ENTRAMBI dichiararono di avere vinto: grandi celebrazioni di un fatto falso.

  • bruno

    Purtroppo tra Fiorello La Guardia ospitato alla base dei trimotori Caproni, le teorie di Giulio Douhet, l’impresa di Italo Balbo abbiamo insegnato ai barbari come vincere i conflitti con il potere aereo

    • vantguard

      Il potere aereo è costruito sul danaro. Molto danaro. Moltissimo danaro. Quindi saranno anche barbari, ma barbari ricchissimi.
      E Giulio Douhet è solo stato un precursore di qualcosa che, comunque, si sarebbe sviluppata in quella direzione. Ha solo avuto il merito di ipotizzarlo 25 anni prima degli altri….. ma senza avere i mezzi (economici) per farlo.

      • bruno

        Hai ragione ho fatto solo ironia pensando anche al primo impiego bellico della neonata aviazione le bombette in testa ai turchi in Libia nel 1911

        • vantguard

          Il primo impiego bellico …..attivo.
          Perchè passivamente (ovvero con compiti di ricognizione, trasporto messaggi e aggiustamento del tiro dei cannoni) già operavano nei teatri di guerra.

      • montezuma

        Sacrosanta affermazione. Più che i mezzi economici, mancò la volontà politico-militare di farlo fino in fondo.

        • vantguard

          Basta tenere presente che la FIAT non ha mai approntato un motore aeronautico a livello degli inglesi e dei tedeschi, mentre a livello ingegneristico siamo sempre (anche oggi) una punta di diamante della progettazione e della creatività.

  • Italo Balbo

    Se mai accadesse sarebbe doveroso rinominare tutte le vie, le piazze, le strade e quant’altro in Italia è stato intitolato a Kennedy.

    • HappyFuture

      E perché, di grazia?

      • Italo Balbo

        Per liberarsi dal giogo e dimostrare di non essere solo dei lacchè.

        • montezuma

          Non esattamente. Perché JF Kennedy non meritava quelle intitolazioni. Checché ne pensino i sinistri.

    • vantguard

      Ritorsioni?
      Due cose sbagliate non ne fanno una giusta.

  • thalia

    Io ho assistito laggiù a una delle prese anti Colon, come chiamano loro colombo, gettarono sulla sua statua secchi di vernice gialla e se dovessero buttare giù queste colonne, acquedotti, città che ora sono capitali dovrebbero come abbiamo detto alla matrona ora fuori poltrona, farlo con tutto ciò che è stato costruito dagli italiani in altri paesi e vi assicuro non è poco, anzi verrebbe giù tutto ciò che di più classico esiste in luoghi stranieri, salverei soltanto l’Hungheria per il suo bellissimo acquedotto romano tuttavia funzionante. Cultura iconoclasta? No studenti universitari, figli di operai che non possono permettersi libri e soppoposti al lavaggio di cervello da parte di folli professori komunisti.

    • vantguard

      Cosa cavolo hai scritto?
      “sulla sua statua secchi di vernice gialla e se dovessero buttare giù queste colonne, acquedotti, città che ora sono capitali dovrebbero come abbiamo detto alla matrona ora fuori poltrona, farlo con tutto ciò che è stato costruito dagli italiani in altri paesi e vi assicuro non è poco, anzi verrebbe giù tutto ciò che di più classico esiste in luoghi stranieri, salverei soltanto l’Hungheria per il suo bellissimo acquedotto romano tuttavia funzionante. ”
      Deliri?

  • Carlo

    La sinistra, nella sua furia annientatrice di ogni conoscenza storica che non sia confacente alla esaltazione autoreferenziale di se stessa, dimentica che Italo Balbo fu certamente la personalità del regime più critica verso Mussolini, sia per quanto riguardò la sua contrarietà alle leggi razziali (è nota la sua fraterna amicizia e la difesa del federale di Ferrara Renzo Ravenna) sia per quanto riguardò l’entrata in guerra dell’Italia (più volte ne aveva manifestato l’inopportunità ed anche il suo convincimento di una inesorabile sconfitta). Mussolini stesso l’aveva emarginato in Libia ed in pratica esautorato, perché lo temeva alla stregua di un avversario. Come al solito la sinistra si manifesta per quello che è: superficiale e settaria.

  • Salvatore

    L’Antifascismo Metafisico è ipso facto destinato all’ eternità : quasi sicuramente all’ Ingresso alla porta dell’Aldilà, sarà portato avanti il LIBER dell’ Anagrafe Antifascista ( AA) : Michelangelo dovrà ridipingere la Cappella Sistina. Fioccheranno eterne condanne. Sembra che San Pietro, guardaportone in Paraviso, abbia manifestato dubbi sulle procedure.

    • vantguard

      Questa storia tutta americana con l’antifascismo c’entra come i cavoli acidi a merenda.

  • fabiano199916

    Che vuol dire “Balbo deve continare a volare”?Che vuol dire “continare”?

  • M.A.S.

    Balbo era in aviatore full stop. L’impresa Atlantica rimarra’ per sempre nei libri e nella Storia dell’Aviazione mondiale, nessuno potra’ mai cancellarla, sarebbe come dire di voler distruggere l’immagine di Giulio Cesare. Ancora oggi nelle Aeronautiche Militari occidental una formazione di molti velivoli viene indicate come BALBO FORMATION. I sinistri sono solo degli emeriti idioti.

  • Comes Carolus

    Let him fly! La Storia vola sempre più in alto delle meschine e strumentali diatribe sul politicamente corretto..ovunque nel mondo. Forse la nostra epoca in futuro sarà ricordata solo con un grande immondezzaio..

    • vantguard

      La Storia la scrivono i vincitori. Da quando la Storia stessa esiste.
      E noi la seconda guerra mondiale l’abbiamo persa.

  • Osman Volpi

    invece di perlare di fascisti razzisti mussolini parliamo del nostro futuro e dei nostri figli di dare una bella ripulita allitalia anche iniziando da roma dove ci sono 5 moschee dove i mussulmani picchiano le donne se non gli danno retta fanno sposare ragazzine che promettono ad adulti di una certa eta e poi si legge 14enne morta perche la sfondata anno spaccato la madonna di ceramica la nostra religione che loro non rispettano e stato detto dal il loro capo che ricostruiranno una moschea ancora piu grando e vogliono prendersi roma ec ec estracomunitari che violentano le nostre figlie e donne non solo quelle giovani ma anche quelle di 80anni entrane nelle case di anziani li picchiano o l’ammazzano e violentno la persona anziana droga alla stato libero estracomunitari di tutte le razze non in regola vandalismo nelle nostre citta cannibalismo di quella ragazza 19nnovenne fatta a pezzi e mangiato il cuore se non altro lanno fatta a pezzi diciamo vivisezionata che era sempre viva ce ne sarebbe da di re tante su pamela silenzio assoluto dove sono finiti quei 4 cannibali un italiano a sparato a u senegalese e in carcere la famiglia del senegalese rimborsata e anno anche fatto la manifestazione ma vi sembra il momento di parlare del passato ma dove vivete nel la di la ora bisogna parlare del presente bisogna reagire con le regole e leggi la nostra italia riscia una vera invasione di rom estracomunitari ecc ecc io dico e parlo a nome di tutti gli italiani basta bisogna fare pulizia più autorita alle forza dell’ordine che anno sempre avuto le mani legate campi rom spazzati via visto che rubano corrente aqcua e gas estracomunitari non in regola rispedirli a casa sua e chiudere le frontiere controllare gli emigrati in regola se nascondono qualche parente o amico non in regola queste sono cose prioritarie per poter salvare la nostra penisola italiana cercare di capire come anno fatto a vendere il nostro mare questa cosa e venuta fuori non tanto tempo fa sia il PD derlusconi i5 stelle DI maio anno fatto di tutto per rovinare la nostra italia ora basta riprendiamoci la nostra italia e basta moschee roma e la nostra capitale e lo deve rimanere percio chiedo a none di tutti gli italiani che chi e in quella poltrona prenda una decisione concreta e giusta prima che succeda l’innaspettato non mi vergogno nemmeno di essere un leghista ma sono orgogliosi perche sono contro la violenza delle domme e di qualsiasi genere ve pensato anche ai disabili a chi vive con 500,00 euro come me ai senza tetto italiani dove gli estracomunitari non in regola a la casa data dal PD e 5 stelle ci avrei da scrivere un poema dico a chi sta occupano quella poltrona che faccia con coerenza riflessione ed onesta il suo ruolo e che prenda decisioni coerenti e giuste perche essere su una poltrona non e detto che siate prottetti parenti nipoti figli li avete anche voi e non tutto può andare liscio siamo troppo invasi da questi estracomunitare rom e moschee grazie di avere letto il mio commento se c’è qualcosa l’emeil mio ce lo avete