GETTY_20170919124856_24348050

Trump chiede 716 miliardi di dollari
per modernizzare l’esercito Usa

Il budget per la spesa militare richiesto dell’amministrazione Trump per l’anno fiscale 2019 ammonta a 716 miliardi di dollari. È questa la richiesta formulata nelle 116 pagine del Defense Budget Overview pubblicato poche ore fa dal Pentagono. Il Dipartimento della Difesa vuole più truppe, aerei e navi. Il Pentagono sostiene la modernizzazione della triade nucleare e richiede un aumento della spesa nel campo della ricerca e prototipazione. Fin dalle prime pagine del documento appare evidente che il budget proposta dall’amministrazione Trump è rivolto alle capacità di fascia alta per scoraggiare e dissuadere Russia e Cina.

“Gli Stati Uniti devono affrontare un ambiente internazionale sempre più pericoloso, caratterizzato dal riemergere di una grande competizione di potere con Cina e Russia. Dobbiamo contrastare l’emergere di nuove tecnologie pericolose, attori non statali potenziati e la proliferazione di armi di distruzione di massa. Il budget richiede le risorse necessarie per competere con le grandi potenze, scoraggiare i conflitti e vincere le guerre. La richiesta di bilancio persegue innovazione e riforme per sostenere il vantaggio militare dell’America e per tenere conto dei costi a lungo termine delle missioni all’estero. La proiezione decennale del budget prevede finanziamenti pari ad 1 trilione di dollari (un miliardo di miliardi) rispetto a quelle stimate dell’amministrazione precedente, migliorando drasticamente la capacità di combattimento della forza congiunta. La nuova strategia di sicurezza nazionale dell’amministrazione Trump sta dando priorità alla concorrenza strategica. Il Pentagono sta ricostruendo le sue capacità per affrontare le mutevoli forme di guerra”.

I legislatori devono ancora finalizzare il piano di spesa fiscale per il 2018 prima di discutere su come assegnare il denaro per il 2019.

Le richieste di Trump

Il capitolo di spesa richiesto per la sicurezza nazionale per l’anno fiscale 2019, compresi i programmi nucleari del Dipartimento dell’Energia e le attività connesse della Difesa presso l’FBI e le agenzie più piccole, ammonta a 716 miliardi di dollari. Il budget è così diviso:  617 miliardi di dollari per le operazioni di base del Dipartimento della Difesa, 69 miliardi per le  operazioni militari statunitensi in Afghanistan, Iraq, Siria ed Europa (Overseas Contingency Operations) e30 miliardi per modernizzare l’arsenale nucleare del Dipartimento dell’Energia. Il totale è del budget rischiesto è di 716 miliardi di dollari. La richiesta per l’anno fiscale 2019 rappresenta un aumento di 74 miliardi di dollari, pari ad una crescita reale del 10%, nel finanziamento del Dipartimento della Difesa rispetto agli importi precedentemente fissati.

Dopo che il Congresso avrà concluso i lavori sullo strumento finanziario 2018, potrà dedicarsi al nuovo bilancio fiscale ed avviare le procedure di autorizzazione e stanziamento. Un importante traguardo è stato raggiunto la scorsa settimana quando il Congresso ha alzato il tetto pervisto per il budget della difesa pari a 165 miliardi di dollari attraverso l’anno fiscale 2019 in base ad un accordo bipartisan. Ciò stabilisce un percorso chiaro contro i conflitti di spesa e l’instabilità del budget che hanno dominato il Congresso negli ultimi anni.  Sebbene la richiesta di budget consentirebbe l’acquisto annuale di sistemi d’arma di grosso valore, l’attenzione è rivolta alla formazione, manutenzione e modernizzazione delle attrezzature in servizio.

L’accordo sul bilancio della scorsa settimana ha eliminato i massimali di spesa previsti dalla legge del 2011 sul controllo del budget per l’anno fiscael 2018 e 2019. Il preedente tetto di spesa sarà reintrodotto nel 2020 a meno che non sia raggiunto un altro accordo. Lo sgravio della scorsa settimana rappresenta il quarto accordo di questo tipo da quando è stato approvato il Budget Control Act. I limiti alla spesa discrezionale sono ora fissati a 716 miliardi per l’anno fiscale 2019 e 2020.

I principali programmi della Difesa Usa

Per l’anno fiscale 2019 Trump chiede un aumento del personale della Difesa pari a 25.900 unità. Tra questi 16600 soldati in servizio attivo (7.500 nella Marina, 1.100 nel Corpo dei Marine, 4.000 nell’Air Force e 4000 nell’esercito) e 3400 riservisti. Con l’aumento del personale l’Air Force raggiungerebbe 329.100 unità con un aumento dell’1 percento. La Marina raggiungerebbe le 335.400 unità pari ad un aumento del 2 percento. Il Corpo dei Marine crescerebbe fino a 186.100 unità, ovvero circa l’1%. L’esercito crescerebbe fino a 487.500 unità, ovvero una crescita di circa il 2 percento. Per i militare si propone un aumento dello stipendio pari al 2,6%. Si richiede inoltre l’acquisto di dieci nuove navi da guerra per la Marina e caccia per consentire all’Aeronautica di crescere dagli attuali 55 squadroni da combattimento a 58 entro i prossimi cinque anni. Nel suo ambizioso piano per una flotta da 355 navi, Trump chiede fondi per finanziare dieci unità. La US Navy è strutturata oggi su 280 unità, molte delle quali prossime alla fine del loro ciclo di vita utile. La Marina stima una flotta di 355 unità entro il 2050, con 326 unità operative nell’anno fiscale 2023.

7,4 miliardi per finanziare due nuovi sottomarini classe Virginia, 6 miliardi per tre cacciatorpediniere Arleigh Burke, 1,3 miliardi per una singolaNave da Combattimento Costiero del programma Littoral Combat Ship. 1,8 miliardi nel programma USS Gerald R. Ford per le nuove portaerei a propulsione nucleare della U.S. Navy.  Due nuove petroliere per la flotta (1,1 miliardi).

Nella richiesta al Congresso si chiedono 6,5 miliardi di dollari per l’European Deterrence Initiative. Appare evidente una costante traiettoria di crescita. Lo scorso anno la spesa per quella nota come European Reassurance Initiative era di 4,7 miliardi di dollari.

Trump ha elogiato il Super Hornet della Boeing che l’amministrazione Obama aveva cercato di eliminare gradualmente. Il piano Trump prevede l’aggiunta di 24 F / A-18E / F Super Hornet nell’anno fiscale 2019 da portare a 110 entro il 2023. L’amministrazione Obama aveva proposto di porre fine all’acquisizione della linea Hornet dal 2019. Il Pentagono chiede finanziamenti per 77 F-35 per l’anno fiscale 2019, tre in meno di quanto previsto nell’ultimo piano di Obama. Il piano Trump prevede 84 F-35 per il 2020 e 98 nel 2021. L’Air Force richiede un finanziamento di 16,8 miliardi fino al 2023 per il nuovo bombardiere B-21 costruito dalla Northrop Grumman. 30 miliardi per 15 piattaforme KC-46 per il rifornimento in volo e trasporto strategico, 1,3 miliardi per 60 elicotteri Apache AH-64E, 0,92 miliardi per sei elicotteri presidenziali VH-92. 64 nuovi Black Hawk (1,4 miliardi di dollari), sette nuovi V-22 Osprey (1,1 miliardi di dollari), tre nuovi droni MQ-4 per 900 mila dollari ed 1,6 miliardi per il programma della Sikorsky per il nuovo CH-53K King Stallion con l’acquisizione di otto nuovi elicotteri. Il piano quinquennale dell’Agenzia per la difesa missilistica stima una spesa di 46,7 miliardi fino al 2023, 13,7 miliardi in più dell’ultimo piano di Obama.

La spesa per la difesa missilistica aumenterebbe di circa il 25% rispetto alle previsioni per il 2019 dell’amministrazione Obama passando a 9,92 miliardi di dollari, 1,91 miliardi di dollari in più rispetto a quanto pianificato in precedenza. Per l’anno fiscale 2019 la richiesta della MDA è di 6,8 miliardi di dollari per la ricerca, compresi i programmi di difesa contro le armi ipersoniche in fase di sviluppo da parte di Cina e  Russia. Uno degli aumenti più consistenti è legato alle “attività di supporto alla missione”, che passano da 49,9 miliardi di dollari nel 2007 a 66,8 miliardi nel 2019.

Alcune voci nella richiesta di bilancio 2019

55,2 miliardi per aerei e sistemi correlati. 33,1 miliardi per la costruzione navale e sistemi marittimi. Per missili e munizioni si richiedono 20,7 miliardi di dollari. Per i sistemi di terra 15,9 miliardi, mentre 13,7 miliardi di dollari alla voce Scienza e tecnologia. 12 miliardi di dollari per i Programmi di difesa missilistica, 10 miliardi per i sistemi C4I :Command, Control, Computer, Communication, Intelligence, e 9,3 miliardi per i sistemi spaziali. 1,7 miliardi per la Difesa antimissile balistica Aegis (SM-3), 2,1 miliardi di dolari per la Ground-based Midcourse Defense, 1,1 miliardi per il THAAD ed 1,1 miliardi di dollari per 240 missili Patriot. 250 mila dollari richiesti per acquistare il Tailkit per le bombe nucleari B61-12 previste nel programma Life Extension Program. Il Pentagono chiede 9733 razzi per il Multiple Launch Rocket System, 43,594 JDAM, 15 mila APKWS, 6826 Small Diameter Bomb I e settemila missili Hellfire per una spesa complessiva pari a 3,7 miliardi di dollari. 2 miliardi di dollari da investire in veicoli tattici leggeri, 2,7 miliardi di dollari per modernizzare 135 carri aramti M-1 Abrams. 30 veicoli da combattimento anfibio (400 mila dollari) e  197 veicoli corazzati polivalenti (0,8 miliardi).


bannerino-occhi

Cristiani nel mirino: è questo il tema dell’incontro del 20 febbraio durante il quale Fausto Biloslavo e Gian Micalessin racconteranno la realtà drammatica di chi è perseguitato per la propria fede. L’incontro si terrà martedì 20 febbraio alle ore 17 in via Gaetano Negri 4. I posti sono limitati. Per partecipare potete scrivere a info@gliocchidellaguerra.it o chiamare il numero 028566445/028566308

  • Alox2

    Non e’ una novita’ del potenziamento militare; l’ha detto e ripetuto assieme a tutti (o quasi) quelli che correvano nel GOP. Sicuramente se non ci fosse stato il titubante buonista Obama, saremmo qua discutere sopra la tomba di Assad e col c…o Putin annetteva Crimea!

    • Ling Noi

      Lurido carognoso infame sifilitico, tu e tutti i i terroristi islamici che volete la morte di Assad per fare il vostro califfato del menga, sei fortunato che vivi nella pagliaccia UE cattocomunista, perchè in uno stato serio saresti a marcire in galera come meriti.

      • Alox2

        Lurido carognoso infame sifilitico sei tu. Cinese inutile un numero che non conta! A morte anche Putin, il COMUNISTA Xi Jinping ei ciccio bomba Kim il ciun!

        • Ling Noi

          Io odio i terroristi islamici e i loro complici, sei un essere indegno di vivere in mezzo a persone civili.

          • Alox2

            To Sei un terrorista! Da quelli come te ci si aspetta lo zainetto pieno di esplosivo…nasconditi nei buchi!

          • Ling Noi

            Da come scrivi sembri un bambino di 10 anni a cui hanno rubato la Girella. Assad combatte il terrorismo islamico con l’aiuto della Russia, solo gli infami traditori possono negarlo. Puoi sempre chiedere asilo politico all’Arabia Saudita.

          • Alox2

            Lurido carognoso infame sifilitico….e’ un copi in colla da un Cinese venduto. Somaro

          • Ling Noi

            Tu non sei a posto col cervello, compri troppa droga dai nigeriani, adesso ti blocco, e ti auguro che un tuo amico terrorista dell’Isis ti dia una ripassata con un Tir.

          • Alox2

            Adesso ti blocco…che ciuccio!

          • Zeneize

            Ti piace ciucciare quelle cose là eh? Si capiva che sei un omosessuale.

          • Demy M

            Autocompattatore per andare a scaricare i rifiuti solidi umani non riciclabili. Questa è la fine che meritano i soliti noti.

        • Demy M

          Senti, animale sconosciuto. Il nome Ling Noi non è cinese, capra al cubo!!!

    • Roberto Pani

      ti brucia tanto

      • Alox2

        ? brucera’ a te!

        • MAUROC59

          no a te presto!

  • Ling Noi

    Le richieste di Trump? Le richieste del complesso miltar-industriale per continuare ad arricchirsi con i soldi delle tasse dei cittadini americani.

    • gianni

      L’aumento della spesa militare è una strategia militare per battere la concorrenza?

  • BlackSail33

    Be allora le approvano di sicuro, è quello che i veri governanti americani, la lobby delle armi, vuole. Ma si facciano delle domande, ormai sono odiati quasi ovunque, anche dagli ex alleati per la loro politica estera infame, tutte le luride guerre che scatenano a casa di altri o davanti alle porte di altri.

    • Alox2

      Solo quelli come te Odiano gli USA!

      • MAUROC59

        anche io e la maggior parte di quelli che conosco. Leggi qualche articolo di Mr Paul Craigh Roberts…. ti dara’ un’idea di come stanno le cose.

      • Zeneize

        Anche quelli come me. E anche tua mamma.

  • vincenzo magi

    Durante la campagna elettorale i siti vicino a Trump contrapponevano la restaurazione della Republic contro il deleterio costoso e insostenibile Empire. Ormai da dieci anni la ruling class americana sa che i costi dell’egemonia impoveriscono il paese e sono da ridimensionare. Forse la caccia alle streghe del Russiagate sta producendo i suoi pericolosi effetti.

  • MAD22

    Più spese miliari, più spese per le infrastrutture (che crea lavoro nel medio periodo) e meno soldi per il sociale (tagli a medicare e Medicad)

    • gianni

      Non si vede il nesso, tanti stati non regalano le cure mediche.

      • Zeneize

        Tu non vedresti il nesso se venisse in uno scatolone con scritto “nesso”.

  • Tobi

    Come mai chiede 716 miliardi di dollari per l’esercito? Non gli bastano più i mercenari dell’ISIS?

  • Demy M

    Un paese, gli Usa, che hanno il maggior debito pubblico del mondo, incurante dei suoi cittadini cosa fà? Sperpera miliardi di carta stampata chiamata dollaro con la speranza di poterli ” recuperare” vendendo armi agli utili idioti tipo Ue. Questa è la ” democrazia” a stelle e stracci?

    • gianni

      Non hanno solo il maggiore debito pubblico ma anche il maggiore PIL.

      • Demy M

        Produzione Infame e Lardosa.

      • Zeneize

        Il loro PIL è misurato in dollari, vero anita?

  • Se77e

    Quanto il budget intero di tutta Italia, quest’uomo è decisamente folle.

  • MAUROC59

    bene….. con l’enorme corruzione esistente negli usa relativamente alle forniture militari saranno altri debiti che il povero popolo americano dovra rifondere. Attenzione agli alleati sfortunati di tale nazione a non dover partecipare a questo strano e diabolico convitto!

  • best67

    buona spesa!

    • il gatto isidoro

      meglio spenderli per dar da mangiare a chi muore di fame e magari si rallentano anche i flussi migratori

  • Andrea De Benedetti

    Forse perche` vivo dall`altra parte dell`Oceano non riesco a capire gli insulti che molti si scambiano.
    Non sarebbe piu` semplice esporre le proprie opinioni senza insultarsi?
    Dopo anni di risparmi , di mancate manutenzioni e di adeguamento e` logico che, se si vuol;e avere un esercito efficiente, si debba spendere.
    L`ha fatto Putin dopo la paralisi dovuta alla crisi del comunismo.
    Quindi si puo` discutere su come e quanto spendere ma non sulla necessita di rendere adeguate ai tempi le forze armate.

    • il gatto isidoro

      macosi si ritorna alla guerra freddda non mi senbra una grande idea si ritorna alla guerra ffredda anni 70 e al riarmo

      • Andrea De Benedetti

        La guerra fredda ha mantenuto il mondo lontano dalla guerra nucleare.
        Rimpiango la Guerra Fredda e DUE Germanie.

        • il gatto isidoro

          bhe io no meglio spendere soldi x sfamare chi muore di fame e magari si rallentano anche i flussi migratori e l invasione degl iafricani e asiatici in europa aiutandoli nei loro paesi, io sono contrari oal riarmo e poi qualche hacker o qualche pazzoide terrorista potrebbe far esplodere qualche testata nucleare , il riarmo non serve a nulla,se non come qualcuno sostiene ma e tutto da vedere contro forze aliene

  • potier

    detto con il senno del poi, avrebbero dovuto svegliarsi un po prima … ma evidentemente le buone intenzioni che Obama per primo aveva accordato e riposto a Russia e Cina, non hanno avuto riscontro alcuno e non sono state affatto premiate, ma anzi, nel frattempo i due paesi di cui sopra ne hanno approfittato eccome … aumentando di moltissimo le spese militari e le conquiste di territori con la forza certi del non coinvolgimento e disinteresse americano.
    questo soltanto insegna di come voler accordare fiducia e credito a certi regimi, e a tutti i costi, esso non paga in alcun modo, regimi bestiali erano, regimi bestiali rimangono …

    • Demy M

      I regimi bestiali li hai nella testa, ma sono assenti nella realtà. Forse che la grande ” democrazia” esportata dagli Usa con le bombe è da paragonare a Madre Teresa di Calcutta??

    • Ling Noi

      Bugiardo super, gli Usa hanno SEMPRE speso in armi più di tutto il resto del mondo. Obama il “buon intenzionato” ha fatto più guerre dei suoi precedessori. L’unico regime bestiale al mondo è quello di cui tu lecchi le mestruazioni.

      • potier

        o volgare e rozzo personaggio … Obama secondo te ha fatto più guerre dei suoi predecessori !? ma sei proprio fuori di melone …
        ti sfido ad elencarle, quali e quante ! vediamo …

        • alberto

          Monsieur Carlo,per togliersi ogni dubbio e , soprattutto, per non perseverare nei suoi errori , consulti per esempio un articolo di Panorama intitolato “Tutte le guerre dei presidenti americani” o ” Obama peggio di Bush: tutte le guerre del Nobel per la Pace ” ( su Il Primato Nazionale ) o “Barack Obama, le 7 guerre del Premio Nobel per la Pace” ( su L’Antidiplomatico ) e dovra’ riconoscere che Mr. Ling Noi ha perfettamente ragione su Obama E’ Storia !!!
          à bientôt

          • potier

            lasci perdere gli articoli … mi elenchi LEI QUALI sarebbero queste GUERRE … e non mi citi la Libia, dal momento e comunque non l’ha iniziata lui ma altri …

            PS: e guardi che, per quel che vale, al sottoscritto quella presidenza è piaciuta molto poco … ma onestamente non si può sostenere che la sua amministrazione sia stata particolarmente guerrafondaia, anzi, a provato a far terminare quelle che i suoi predecessori avevano iniziato ! A bientot …

          • Ling Noi

            Bugiardone fetido, la guerra in Siria chi la scatenata? L’Isis chi l’ha allevato? Chi ha sostenuto i Muslim Brotherhood in Egitto? Chi ha fatto il colpo di stato in Ukraina con relativa guerra nel Dombass? E anche il Libia, gli Usa ci son buttati annema eccore. E poi hanno fatto sparire il testimone scomodo, l’ambasciatore Chris Stevens che aveva diretto gli attacchi.

          • potier

            ma non farneticare fesso ! ma ci sei o lo fai !?
            numero uno, stai attribuendo tutto quello che è successo negli ultimi anni nel pianeta agli americani ?
            numero due, secondo te sarebbero guerre quelle che hai enumerato !?
            numero tre, ammesso e non concesso chi lo dice, dove sono le prove che sia da attribuire tutto quello che enumeri agli americani ?
            numero quattro non hai argomenti, sei scarso, lascia perdere, non venire qui a disturbare, come opinionista dilettante non vali una cicca consumata … lascia perdere … leggiti dei fumetti magari su quelli ne capisci qualcosa …

          • Ling Noi

            Sei falso fino al parossismo, oltretutto da cretino che sei, per gli americani il fatto di intervenire con guerre a casa degli altri è una cosa di cui vantarsi. E la guerra nello Yemen? Dimmi come mai gli americani hanno avuto perdite… ma forse per te guerra è solo quando l’ambasciatore con i guanti bianchi consegna la pergamena della dichiarazione di guerra. Se è per quello neanche in Vietnam gli americani hanno fatto la guerra, perchè non riconoscevano l’esistenza del Vietnam per cui non si può dichiarare guerra a chi non esiste. Tu e tutti i traditori americanofili siete un disturbo per l’intero pianeta.

          • alberto

            Monsieur Carlo, mi ha preso per uno del personale al suo servizio ,ammesso che ne abbia….:D ?
            Le ho fornito almeno tre articoli dove puo’ verificare le informazioni. Non e’ capace di trovarli?
            Vuole che io faccia il sunto del contenuto? Vuole anche una tazza di caffe’ con pasticcini …? :D:D:D
            Per quanto riguarda la Libia, converra’ con me che i francesi abbiano avuto una sorta di assenso da parte a mericana nell’iniziare la guerra. Resta comunque il fatto che poi , gli americani, si sono subito uniti alla ‘coalizione’ !
            à bientôt

          • potier

            Monsieur albert, non si preoccupi … il sottoscritto fin da bambino è stato abituato a misura e a regola di frugale montanaro-contadino, pertanto a saper badare a se stesso senza la necessità di avere necessità di ALCUNA “serva o servo che dir si voglia” …
            per quanto riguarda il resto ho capito benissimo dove intendeva andare a parare,
            e anche a lei rispondo in modo il più educato e rispettoso possibile, al contrario del maleducato e volgare di cui sopra, ribadendo comunque anche a lei di come quelle che impropriamente definisce guerre in realtà non lo sono … casomai saranno intrighi, cospirazioni, intromissioni e comunque tutte da dimostrare, da provare e casomai discutere nel merito e nel metodo … A bientot …

          • alberto

            Monsieur Carlo :
            impropriamente definisce guerre in realtà non lo sono … casomai saranno intrighi, cospirazioni, intromissioni
            Lei puo’ sbizzarrirsi con i termini, puo’ cercare di sminuire le responsabilita’ ma, quando ci sono morti soprattutto civili, distruzione e fughe di massa e’ alquanto inopportuno e ridicolo disquisire se chiamare gli accadimenti : guerre,intrighi etc
            à bientôt

        • Ling Noi

          Come vedi ti hanno già risposto. Nella tua paranoia americanoide, non sai che ci sono 3 cose che non possono essere nascoste troppo a lungo: Il sole, la luna, la verità. (Confucio)

          • potier

            se continui a farneticare non è colpa mia bamboccio … ti riformulo la domanda …
            QUALI GUERRE Obama ha fatto in più di tutti i suoi predecessori …
            avanti … aspetto risposta sensata, ma ne dubito tu sia in grado, sei solo uno stupido troll disturbatore e stop.

          • Ling Noi

            Negare sempre l’evidenza, bisogna proprio essere iperzeloti per adorare l’impero americano e le loro carognate senza fine.

  • Zeneize

    Che roba, poi ci sono decine di milioni di americani che vivono in scatoloni, roulotte o baracche. Manco fossero soldi finti. Aspetta un attimo, forse lo sono, o lo diventeranno presto…