Opposition supporters clash with police during protests against unpopular leftist President Nicolas Maduro in San Cristobal, Venezuela April 19, 2017. REUTERS/Carlos Eduardo Ramirez      TPX IMAGES OF THE DAY

Venezuela, un narco-Stato
che piace agli estremisti islamici

Un narco-stato che vive e si alimenta di narcoterrorismo. E dove la ricchezza enorme derivata dal petrolio adesso è solo un lontano ricordo. Parlano così, del “loro” Venezuela agli Occhi della Guerra alcuni dei più importanti fuoriusciti rifugiatisi da qualche anno nella vicina Florida da dove cercano adesso di denunciare presso il governo Usa tutto quello che sanno sul regime corrotto di Chávez prima e di Maduro adesso.

E se il loro background è diverso, Mario Ivan Carratù Molina è un vice Ammiraglio, già comandante della Casa Militar durante la presidenza di Carlos Andrés Pérez, quella prima di Chávez per intenderci mentre Alberto Franceschi è tra i fondatori del partito socialista venezuelano dei lavoratori e già deputato eletto alla Costituente del 1999, su una cosa i due sono d’accordo. Il loro Venezuela, così come è adesso, oltre ad essere un paese sull’orlo di una crisi umanitaria senza precedenti rischia di trasformarsi presto in una bomba pericolosissima per tutta l’America Latina e, soprattutto, per i vicini Stati Uniti. “Una miscela incandescente a base di cocaina e radicalismo islamico complice un governo non spettatore passivo ma esso stesso protagonista del business criminale del narcotraffico” spiegano.

A confermare la denuncia dei due illustri venezuelani anche la Dea e il Dipartimento del Tesoro Usa. Che ha formalmente accusato di essere narcotrafficanti personaggi cruciali del governo venezuelano attuale. Primo nella lista nientedimeno che il vice presidente Tareck El Aissami. Gli sono stati congelati oltre tre miliardi di dollari e due aerei utilizzati per trasportare la cocaina dal Venezuela agli Stati Uniti, quantitativi enormi, secondo le stime 5mila kg al giorno. 42 anni Tarek el Aissami è diventato il simbolo di questo Venezuela ormai consegnato alla criminalità organizzata transnazionale. Oltre ad essere un “grande narcotrafficante” (parola del Tesoro Usa), infatti, el Aissami è collegato ad Hezbollah che ha sempre favorito nel riciclaggio e nei documenti falsi.

“E poi c’è Diosdato Cabello, ex presidente dell’Assemblea Nazionale” spiega Franceschi. “È il numero due di Chávez e vicepresidente del PSUV. È il vero stratega della fitta rete di riciclaggio attraverso banche e società controllate dal regime. Ci sono ampie prove per giustificare che sia una delle teste se non la testa del cartello de Los Soles. Il cartello prenderebbe il nome proprio dalle mostrine delle alte gerarchie militari venezuelane.coinvolte”. Accuse tutte rispedite al mittente da Cabello che ha anche dichiarato di essere “addolorato” perché non ha ricevuto “neanche una parola di scuse”. E invece a scusarsi dovrebbe essere proprio lui, soprattutto con i poveri che hanno sperato in lui e nel socialismo bolivariano per vedersi finalmente riconosciuta una possibilità di riscatto. “Infine – aggiunge Carratù Molina – ci sono i nipoti del presidente Maduro arrestati nel 2015 ad Haiti con 800 kg di cocaina che volevano far entrare negli Stati Uniti”.

Ma da dove arriva la cocaina visto che il Venezuela non risulta paese produttore? L’ex deputato Franceschi racconta così quello che da anni viene denunciato. “Le Farc – spiega – ‘Le forze armate rivoluzionarie della Colombia’- grazie a Chávez controllano ormai qualcosa come mezzo milione di kmq di territorio venezuelano. Qui hanno installato le loro rotte protette anche dai nostri militari che poi si spartiscono i profitti. Dal Venezuela la droga poi raggiunge gli Stati Uniti via America Centrale e Europa attraverso l’Africa occidentale e il Maghreb”.

Ed è proprio questa rotta che apre ancora di più le porte al radicalismo islamico. “In realtà è dall’era Chávez che l’Iran ha letteralmente invaso il Venezuela per aggirare le sanzioni internazionali sul nucleare – spiega Mario Ivan Carratù Molina – perché siamo ricchi di uranio. Così negli anni Hezbollah si è fatto sempre più presente sul nostro territorio arrivando a dedicarsi anche al narcotraffico per finanziare la sua attività terroristica”.

Ma la rotta africana adesso apre scenari e alleanze nuove come quella con al-Qaeda del Maghreb e con lo stato islamico. “Il narcotraffico sta vincendo sull’ideologia, anche religiosa – chiariscono sia Franceschi che Carratù Molina – una bomba che potremmo pagare tutti a caro prezzo”.

  • agosvac

    Tutto è possibile in questo mondo ormai fuori controllo. Ma che Hezbollah abbia fatto del Venezuela la sua base operativa per il narcotraffico mi sembra un po’ strano. Di narcotrafficanti l’America del Sud è più che ben fornita, non credo che lascerebbero spazio ad un nuovo venuto come Hezbollah. Lasciare i loro più che lauti guadagni ad Hezbollah senza combattere strenuamente mi sembra una vera corbelleria!!! Si sa che Hezbollah è limitrofa all’Iran. Non è che sia un modo come un altro per coinvolgere l’Iran in cose in cui mai si sarebbe sognato di coinvolgersi???????

    • montezuma

      Puoi anche crederci. I (veri) dati sulle operazioni anti-droga nell’America Latina sono molto (molto!) riservati. Una guerra senza esclusione di colpi. Sui personaggi stranieri uccisi o catturati dalle Forze USA (e non solo) ci sarebbe materiale per molti romanzi, purtroppo veri. D’altra parte gli islamici producono droga dal sud est Asia all’Africa alla penisola arabica. Perché non in sud America dove i capitali (sporchi) aprono le porte. La droga è un’arma di distruzione di massa, di fatto, usata contro l’Occidente. Il confine tra politica, finanza e guerra di civiltà è molto labile! Il tutto silla pelle dei poveri idioti che magari consumano anche la droga o, peggio, alimentano (in questo caso) un malinteso senso di umanità!

      • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

        … La droga è un’arma di distruzione di massa, di fatto, usata contro l’Occidente … Non torna, proprio perché anche l’Iran, come la Russia, sta subendo la droga …

        • Paolo Marcenaro

          Ma infatti i più grandi narcotrafficanti sono sempre stati inglesi americani ed ebrei…le guerre dell’oppio mica le hanno fatte i musulmani!

          • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

            Comunque i consumatori ormai sono ovunque … anche tra i più poveri …

          • montezuma

            Quindi i musulmani non procurano droga? Temo che dovresti informarti meglio. Magari fai qualche viaggetto. Lo fanno da secoli.

          • Silvio

            In PAQUISTAN e AFGHANISTAN L´OPPIO é il SUO** MONOPOLIO** che di QUELLO cent´anni e piu , la GRAN BRETAÑA **DROGAVA***la CINA per CONQUISTARLA.

          • montezuma

            I fatti non mi sembrano questi.

        • Silvio

          PRODOTTA con la COMPLICITA della **USA- DEA** con la SCUSA DELLA difesa contro il TERRORISMO

      • luigirossi

        E i soldi dei narcotrafficanti dove sono parcheggiati?Non saranno mica in qualche banca israelita?

        • montezuma

          I nostri “antenati culturali” dicevano pecunia non olet … quindi potrebbero essere ovunque. In ogni caso banche accoglienti ce ne sono a iosa. Con e senza “israeliti”.

          • AlbertNola

            Ama i banchieri come te stesso!

        • Silvio

          Principalmente nelle BANCHE USA ed i PARADISI FISCALI dove ci SONO gli altri MILIARDI dei CORROTTI EUROPEI,NORDAMERICANI,ARABI,ISRAELIANI,AFRICANI,AUSTRALIANI,ASIATICI. Etc,Etc,,

    • https://www.youtube.com/watch?v=wDJjcL9Ya4c Anita Mueller

      Wikipedia – HispanTV … è un canale televisivo iraniano appartenente all’IRIB che trasmette in lingua spagnola … Questo canale, creato il 21 dicembre 2011 per rafforzare i legami del governo iraniano con i paesi dell’America Latina, trasmette notiziari, film e programmi di carattere politico …

  • montezuma

    Direi che si tratta di un’alleanza “naturale”. Tra comunismo e islamismo c’è sempre stato … feeling. Già Chavez aveva aperto agli islamici. Ora che hanno scoperto il tesoretto e gli interessi reciproci, l’infiltrazione è legata solo al fattore tempo. Un’infiltrazione sottovalutata come è sottovalutato quasi tutto in tema di islam. E in tema di diffusione della droga. Chi avvisava, a suo tempo, che le FARC andavano eliminate ” senza prigionieri” per limitare il contagio dei Paesi vicini (alla Colombia), NON È STATO ASCOLTATO. Merito del buonismo peloso imperante sui “compagni che sbagliano”! Maledette balle!

    • Strange_days

      Volutamente sottovalutato, i muslim pagano profumatamente i maiali della cosiddetta informazione, mercenari schifosi traditori del popolo, insieme a quegli altri porci dei politici, i loro complici

  • Paolo Marcenaro

    Siete dei miserabili ma finirete tutti come il vostro amico grilz

  • fabinho2021

    Perché avete messo una foto che non è venezuelana? Nessuna uniforme venezuelana ha quei colori.
    Perchè dite che i due arrestati sono nipoti di Maduro? Non sono suoi nipoti, sono il figlio ed il nipote della sua compagna, peraltro entrambi oppositori di Maduro poiché firmarono per farlo destituire col referendum.
    Perché prendete come buone le affermazioni di 2 profughi dalla giustizia venezuelani scappati negli USA con milioni di dollari sui conti correnti?
    Siete Ridicoli.

    • Paolo Marcenaro

      Perché sono dei mentitori a gettone

    • Silvio

      Sebbene io non CREDA nel ´ONORE ,nel PUNDONORE ,nella GRATITUDINE , nella RETTITUDINE, nella ONESTA ,e nel GENTILIZIO di nessun ESSERE UMANO e alla PROVA mi rimetto Il PERCHÉ e facile ad INDOVINARE ed é SICURAMENTE che **PAOLO MANZO** che non conosce il VENEZUELA, una **FETTA** della ***EURITORTA*** preparata da CARRATU e FRANCESCHI la accettata per **SBAFFARE *** .
      Il VENEZUELA non la COCA e percio la COCAINA. TUTTA si coltiva in COLOMBIA, PERU e BOLIVIA . Cuasi TUTTA si PROCESSA in COLOMBIA e in PERU, Cuasi tutta 90% si trasporta a los USA via PACIFICO -MEXICO a USA. Si certamente una parte passa attraverso il VENEZUELA con a frontiera che
      TARECK EL AISSAMI no credo che sia UN CRETINO che, se fosse vero che é un NARCOPOLITICO , avrebbe messo TRE MILIARDI di US$** in bocca al **LUPO-DEA-CIA***. Lo stesso si puo pensare di CABELLO e neppure di possibili TESTAFERRI. Se hanno la tasca piena forse l´avrebbero in RUSSIA o CINA. Il MANZO dice di questi CELEBERRIMI ed ILLUSTRI venezuelani come il CARRATU che fu uno dei GENERALI che GIRAVANO attorno e SCORTAVANO portandogli la BORSA alla famosa **BARRAGANA** ( concubina) del miliardario EXPRESIDENTE CARLOS ANDRES PEREZ per ricevere anche lui i **MILIARDARI REGALI** e come pure al FRANCESCHI che tuttora PARLA cuando glielo permettono y VAPORI del RUM o del WHISKY .Il PRIMO appena arrivato CHAVEZ fece le valigie e a MIAMI dove ha in CONTO CORRENTE si fu a rifugiare. Il SECONDO si e vero che participo persino nella ASSAMBLEA pero non per molto ma ben si perche CHAVEZ si rese conto che sto FRACHESCHI non era, facendo il PURITANO, tan ONOREVOLE . Lo stesso si puo dire riguardo a una **gran parte** degli ITALIANI affamati emigranti che emigrarono in VENEZUELA ( 1.500.000) dopo la SIONISTA-SECONDA GUERRA e che buona parte di loro contribuirono alla RIPRESA della quasi distrutta ITALIA, siano **RITORNATI** scappando dal CHAVISMO. Sono scappati SI ,PERO per non PERDERE tutto quello che han GUADAGNATO ****CORROMPENDO e RUBANDO *** allo STATO ed al POPOLO VENEZUELANO. Molto e MOLTO si puo dire SI pero bisogna leggere ed essere **ONESTI** senza pregiudizi il quale, come DISSI ut supra, é quasi IMPOSSIBILE che qualcuno esista.

  • Silvio

    Come un TEDESCO invento come SINTETIZZARE partendo dalla FOGLIA di COCA la famosa *****COCAINA*** , e come un commerciante PSEUDO-NORD-AMERICANO la utilizzava per la BEVANDA che divento la DROGA LEGALE , la famosisima **COCA COLA ***,la DAMA **NORDAMERICANA***

  • https://www.youtube.com/watch?v=S31VLG8Qi78 Panthera Pardus

    Ma basta dai!!
    ” importanti fuoriusciti rifugiatisi da qualche anno nella vicina Florid” …. si dai, gli aspiranti wannabe presidenti del Venezuela post rivoluzione colorato o post regime change perché gli alieni di Vega si sono insediati e Vega è un pericolo…
    Dai basta.
    Next.

  • Hirpus Imperans

    L’estremismo “islamico” sì, di Hezbollah e delle sue fazioni sciite, sunnite, alawite, cristiane cattoliche ed ortodosse, in prima fila contro i vostri amici israeliani dell’isis e di alqaeda!

    Giornalaccio sempre più scarso!