Agent della polizia federlae fra le macerie della città vecchia di Mosul

“Mosul libera dall’Isis”

MOSUL – I proiettili sibilano sopra le nostre teste o rimbalzano impazziti sulle macerie nell’ultima, feroce battaglia che ha liberato Mosul, la “capitale” del Califfato in Iraq. Il generale Shaker Jawdat, capo della polizia federale irachena, ha annunciato ieri la conquista della città vecchia nella zona ovest. L’ultimo bastione jihadista, dove, in realtà, rimangono ancora cellule e sacche di irriducibili, ma le bandiere nere sono oramai sconfitte. Nonostante lo Stato islamico abbia risposto che i suoi uomini continueranno a combattere fino alla morte. E così è stato durante la battaglia finale di venerdì nella parte antica di Mosul. Il paesaggio nella città vecchia, ultimo ridotta dello Stato islamico, è lunare: le case, una attaccata all’altra sono sventrate, annerite delle fiamme o fatte a pezzi dagli attacchi aerei, dopo 9 mesi di furiosi scontri. Le raffiche di mitragliatrice degli ultimi jihadisti di Mosul sono rabbiose, ma è al fruscio della morte che non ti abitui. L’artiglieria tuona da chilometri di distanza. Quando il colpo arriva sopra le nostre teste fendendo l’aria, come una sciabola sguainata, sembra sempre che ti piombi addosso. Pochi secondi dopo la granata  esplode sulle postazioni delle bandiere nere con un pauroso boato. Un manipolo di 200 miliziani votati alla morte era asserragliato, con le unghie e con i denti, in un fazzoletto dell’antica Mosul. I seguaci del Califfo, completamente circondati e con alle spalle il fiume Tigri hanno continuato a combattere senza speranza.


Mappa a cura di Alberto Bellotto

Qualche ora prima dell’alba di venerdì un gippone blindato della polizia federale irachena porta in prima linea chi vi scrive ed il fotografo di guerra Gabriele Micalizzi. Gli uomini in armi ci fanno spazio, sui loro materassi luridi buttati nella polvere, per un po’ di riposo in una calura opprimente anche di notte. Alle cinque del mattino ci sveglia urlando un colonnello, che non vuole farsi riprendere e dire il suo nome per timore di rappresaglie alla famiglia.

L’ultimo attacco, su tutti i fronti, scatta alle prime luci del giorno. Le truppe d’assalto sono composte da ragazzini e veterani con il volto tirato di chi si chiede se arriverà a sera. “Dobbiamo aprirci un varco fino al Tigri e farla finita” annuncia il colonnello, ma l’avanzata è un incubo. Le bandiere nere sono nascoste nel dedalo infernale di viuzze e case che sembrano appiccicate nella zona del mercato dell’oro. I tetti più alti sono stati quasi tutti rasi al suolo. Gli uomini della polizia federale si fanno avanti attraverso i buchi nelle pareti e scalano le macerie provocate dai bombardamenti. Una volta allo scoperto vengono bersagliati da mitragliatrici o cecchini e noi dietro.

I droni volteggiano per individuare gli obiettivi e quando le truppe d’assalto rimangono inchiodate dal tiro nemico irrompe nel cielo il rombo dei caccia alleati. Poco dopo il solito fruscio della morte indica che una bomba teleguidata oppure un razzo spazza via i seguaci del Califfo.

La battaglia è dura: un giovane agente della polizia irachena viene portato verso le retrovie a spalle con un rivolo di sangue, che gli scorre dalla fasciatura attorno al petto. E’ quasi cianotico e si lamenta dal dolore con sempre meno forza, come se la vita gli sfuggisse dalle mani.

Bambino sfollato dai combattimenti a Mosul Cadavere abbandonato di un miliziano dell'Isis fra le macerie della moschea Al Nouri 2 Agent della polizia federlae fra le macerie della città vecchia di Mosul Agenti dlela polizia federlae irachena impegnati nell'avanztaa nella cottà vecchia di Mosul Avanzata verso il mercato dell'oro nella città vecchia di Mosul Cadavere abbandonato di un miliziano dell'Isis fra le macerie della moschea Al Nouri Combattimenti casa per casa nella zone del mercato dell'oro nelal città vecchia di Mosul

La parte più insidiosa è scendere dalle macerie dei tetti verso la rete di vicoli dove due persone passano a stento. Gli agenti rastrellano casa per casa con un sistema semplice, ma brutale. Prima lanciano delle bombe a mano attorno, dove potrebbero nascondersi i jihadisti. E poi irrompono nelle abitazioni sparando a raffica. Per fortuna i civili sembrano essersi volatilizzati, ma a Mosul tanti innocenti sono rimasti colpiti dal fuoco incrociato o falciati dai seguaci del Califfo perché stavano scappando dall’inferno.

Ieri un video diffuso da una tv locale ha immortalato un episodio atroce: una donna kamikaze che si è fatta esplodere con in braccio un bimbo di pochi anni, uccidendo se stessa, lui e un paio di soldati. Tra tanti orrori dell’Isis, questo mancava ancora.

Corpi speciali della polizia irachena nelal città vecchia di Mosul Nella città vecchia di Mosul la polizia federale irachena avanza casa per casa Sospetto miliziano dell'Isis catturao nei pressi della moschea al Nouri Nella città vecchia di Mosul avanztaa casa per casa Unità delal polizia federale attende l'ordine di attacco nella ciytà vecchia di Mosul Quello che resta della moschea  Al Nouri fatat saltare in aria dall'Isis nelal città vecchia di Mousl dove tre anni fa Abu BAkr al Baghdadi ha proclamato il Califfato Unità della divisione di reazione rapida irachena nella città vecchia di Mosul

In cinque ore al seguito delle truppe irachene siamo avanzati di soli 300 metri. La battaglia è durata tutto il giorno e alla fine la polizia federale è arrivata all’agognato fiume Tigri, che divide in due la città. Dopo tre anni di occupazione Mosul è praticamente libera con tutto il suo valore simbolico. In gran parte, però, è ridotta ad un cumulo di macerie insanguinate, come Berlino nel 1945. I soldati iracheni festeggiano, ma forse nessuno saprà mai l’enorme numero di militari, civili, jihadisti morti e feriti, che è costato il folle incubo del Califfato.

  • Ling Noi

    I terroristi islamici vanno sterminati, ma dovrebbero pagare anche gli stati dell’area che li hanno allevati, oltre ai traditori occidentali che li hanno coperti.

    • Maria

      Complimenti Ling lei ha centrato in pieno la verita dei fatti. C e un bellissmo libro ora purtroppo non piu reperibile dal titolo i regimi islamici correzione del titolo IL LIBRO NERO DEI REGIMI ISLAMICI 1914/2007 oppressione fondamentalismo terrore. L occidente regala il petrolio agli arabi. Infatti ha portato ai paesi arabi prosperita e benessere. Sino al maggio 2003 l occidente non hai sparato un proiettile se non richiesto dalla Lega Araba. Non hai abbattuto un regime arabo fatta eccezione per la Libia. Questa non vuol essere una provocazione ma una constatazione storica offuscata da investimenti d oro con stati canaglia e nemici dell occidente mettendo spudoratamente sulle loro vere intenzioni perche Pecunia non olet!!!! In Asia ed Africa la politica dell occidente fu caratterizzata dallo scambio ineguale di materie prime e capitali la Germania ha investito moltissimo in Qatar e a sua volta il Qatar ha investito moltissimo in Europa- Nel 1921 l occidente aiutano il nazionalismo arabo favorendo nel 1923 il fondamentalismo wahabita dell Arabia Saudita. Nessun altra religione rivelata ha un punto di riferimento cosi concreto e vitale come LA UMMA vale a dire la citta musulmana organizzata dal suo fondatore Maometto in nome di Allah. Quindi esame di coscienza senza cadere in pericolosi sensi di colpa. Maria

      • virgilio

        “ma dovrebbero pagare anche gli stati dell’area che li hanno allevati”

        guarda che quando si parla degli stati dell’aria si parla anche d’Israele!!

    • Buba17

      quindi vale anche per l’ iran ed i terroristi che finanzia?

      • Ling Noi

        L’Iran non finanzia terroristi, un’altro stato con la bandiera bianca e blu casomai fa ciò.

        • Buba17

          ah no? e chi finanzia hezbollah e gli houti?

          • Ling Noi

            Hezbollah e gli houti sono terroristi solo per i veri terroristi, arabi sauditi in testa, con i loro soci israeliani e tutto il codazzo Usa-UE.

          • Buba17

            per le persone normali sono terroristi. poi ci sono i vari comunisti antisemiti alla d’ alema o mogherini che li vedono come eroi. punti di vista ovviamente.

          • Ling Noi

            Cos’è, sei anche tu uno zombie mutante che crede di vivere negli anni ’50? I comunisti alla d’alema o mogherini in realtà la pensano proprio come te, siete tutti dei stupidi servi degli americani e dei loro padroni sionisti. E poi basta con queste stronzate dell’antisemitismo! Gli ebrei non hanno l’esclusiva deli’essere semiti, tutti i popoli della zona mediorientale sono di origine cosiddette semite, pure i maltesi.

          • Buba17

            ti stai confondendo di brutto. negli anni ’50 i comunisti erano dalla parte di israele: passarono dalla parte degli arabi a fine anni ’60 su ordine russo. d’ alema non ha capi sionisti altrimenti non farebbe l’ occhiolino agli hezbollah. semmai, come per la mogherini, i suoi capi sono i democratici usa: obama e la clinton sono un’ esempio di questa politica filo-islamica. antisemita è una parola che indica chi ha problemi con gli ebrei, non con i semiti, basta aprire un vocabolario per capirlo.

          • Ling Noi

            La Clinton è talmente filo islamica che ha distrutto la libia di Gheddafi e quasi riusciva a distruggere la Siria di Assad, Purtroppo per te, sei un fanatico filo-sionista, nella tua testa esiste solo Israele e tutto il resto del mondo vale zero.

          • Buba17

            tutti questi casini nascono dall’ appoggio di obama alla fratellanza musulmana, responsabile delle primavere arabe. ricorderai il discorso di obama in egitto. poi obama ha fatto quel pessimo accordo sul nucleare iraniano. la clinton avrebbe proseguito la politica di obama ed è quella che si definiva femminista ma si faceva finanziare dai sauditi. israele c’ entra di striscio. obama ha provato ad imporre ad israele una pace buona solo per i palestinesi e ha permesso all’ iran di proseguire i preparativi per ottenere armi nucleari. sicuramente il presidente usa più ostile ad israele e filo-islamico che la storia ricordi, con la clinton al seguito.

          • Ling Noi

            Obama, come tutti i presidenti Usa, ha fatto quello che voleva la preminenza della lobby ebraica, che è il vero potere. Imporre ad Israele la pace? Ma va là, solo teatrino. Se l’Iran che tu odi tanto volesse le armi nucleari, le avrebbe già comprate dal Pakistan.

          • Buba17

            i presidenti hanno certamente delle imposizioni ma su altre questioni decidono loro come procedere. ah quindi la “lobby ebraica” andrebbe contro gli interessi di israele? sembra difficile da credere: semmai a farlo sono ebrei “progressisti”, quelli che non vivono in israele, magari al sud sotto i razzi di hamas e che non conoscono affatto la situazione sul campo. la pace non era solo teatrino, prevedeva un ritorno ai confini del ’48: una vergogna. è vero che l’ iran avrebbe potuto averle ma magari anni fa non ne sentiva il bisogno ed ora non riescono a reperirle.

          • Ling Noi

            Quella del ritorno ai confini del ’48 è una barzelletta. Israele non accetterà mai nessuna pace con i palestinesi in quanto gli va bene lo status quo cosi come è, con Gaza che è il più grande campo di prigionia a cielo aperto. Rabin fu ucciso da un israeliano, non da un palestinese. Che all’interno della lobby ebraica ci siano varie correnti fa parte della normale dialettica, ci sono pure rabbini che sono contro il sionismo.

          • Buba17

            non è una barzelletta, è una condizione fondamentale per i palestinesi ed è stata appoggiata sia da obama che dalla francia. israele è disposto alla pace ed hanno proposto ottime offerte: certo i palestinesi dovranno accettare il fatto che sono loro a dover fare dei sacrifici avendo perso la guerra. gaza non è affatto un campo di prigionia, tanto da essere ben lontano dai paesi più poveri: considerato poi che israele è fuori da li da 10 anni le colpe delle sofferenze sono da imputarsi ad hamas.

          • Ling Noi

            Non è cosi, il problema principale sono i palestinesi scacciati e che vivono nei campi profughi, a cui Israele non vuole dare nessun diritto di ritorno, per cui non ci sarà mai nessun accordo di pace. Il fatto che tu dici che i palestinesi hanno perso la guerra ti tradisce e dimostra che i sionisti hanno fatto una guerra di aggressione e conquista, e che lo stato abusivo di Israele è stato imposto eliminando la presenza dei precedenti abitanti locali, i palestinesi, per l’appunto. Hamas è stato messo al potere a Gaza da Israele, scalzando al Fatah che era una organizzazione laica. Cosi quando l’esercito israeliano va a fare esercitazioni di tiro a segno può sempre dire al resto del mondo che i bersagli erano terroristi islamici.

          • Buba17

            eh no quei palestinesi vivono nei campi perchè i paesi arabi si rifiutano di integrarli. israele riconosce il diritto al ritorno ma solo ai profughi originali. i milioni di loro parenti hanno aquisito quello status illegalmente grazie all’ UNRWA che ha inventato lo status ereditario, cosa mai accaduta per gli altri profughi nel mondo. quindi sta a loro risolvere la questione, non ad israele. le guerre le hanno iniziate tutte gli arabi ed israele ha poi restituito i territori conquistati a chi voleva davvero la pace come egitto e giordania: fosse come dici non avrebbero restituito niente. lo stato d’ israele è nato con la partizione onu che divideva una regione, la palestina, abitata da 2/3 di arabi ed 1/3 di ebrei: quale parte del piano onu prevedeva l’ eleminazione dei palestinesi? hamas è stata eletta dai palestinesi, in accordo col loro programma.

          • Ling Noi

            Quindi secondo te è giusto lo jus solis, i negri e gli islamici che lo sgoverno va a raccattare sulle coste libiche non vanno rispediti a casa ma devono figliare per diventare maggioranza e poi cacciare via i gonzi italioti. Un palestinese è tale anche se nasce in un campo Onu che si trova sul territorio di un altro stato. Non è che se un topo nasce in un pollaio allora va considerato un pulcino. Il Sinai è un cassone di sabbia inutile, il possesso ha senso solo se controlli il canale di Suez, in cigiordania hanno “restituito” ciò che non potevano controllare militarmente, o perlomeno che gli costava troppo il controllo. Hamas è stata favorita da Israele, come attualmente appoggiano i terroristi islamici contro la Siria di Assad.

          • Buba17

            secondo me lo jus soli è sbagliato. certo che il palestinese nasce palestinese ovunque ma questo non vuol dire che erediti lo status di profugo dal padre ne che abbia diritto ad ritorno in israele. se ai palestinesi non fosse stata permessa questa eccezione, a differenza di tutti i profughi del mondo, il problema dei profughi sarebbe risolto e loro integrati nei vari paesi. la cisgiordania è stata restituita solo in parte per via delle migliaia di razzi ricevuti da gaza.

          • Ling Noi

            I “migliaia” di razzi ricevuti da gaza? Hanno fatto danni ridicoli. Il palestinese ha diritto di vivere in Palestina, non i “coloni”. Storicamente tutti i popoli invasi che non hanno eliminato i coloni, sono stati distrutti.

          • Buba17

            non contano i danni ma l’ intenzione di uccidere. quindi se domani la francia lanciasse migliaia di razzi su torino noi dovremmo star zitti e buoni perchè “non hanno fatto danni”? i coloni non sono un problema, gli israeliani si sono detti disposti a ritirarli in caso i palestinesi firmino la pace. sta a loro

          • Ling Noi

            Israele è una teocrazia mascherata, i coloni agiscono in nome della loro religione, lo stato non può fermarli perchè sono un tutt’uno.

          • Buba17

            lo stato li puo fermare eccome tanto che da gaza li hanno ritirati a forza.

          • Ling Noi

            Da gaza si ritirarono perchè la presenza di quei zeloti comportava enormi spese miltari.

          • Buba17

            lo fecero perchè la sinistra pensava che fare concessioni senza chiedere niente avrebbe portato la pace. sharon, di destra, ritirò i coloni ed israele ebbe in cambio razzi. ma anche se fosse come dici tu si dimostrerebbe comunque che comanda il governo e non i coloni.

          • Ling Noi

            Non è vero, i sionisti saranno anche delle canaglie ma sanno fare bene di conto, i costi per mantenere l’apparato militare di sicurezza a protezione di quei avamposti era abnorme e spropositato. Spostare quei coloni, qualunque indennizzo gli abbiano dato, è comunque stato un affare.

          • Buba17

            se cosi fosse avrebbero dovuto spostare i coloni in cisgiordania che sono decisamente numerosi.

          • Ling Noi

            Dove li hanno ricollocati non lo sappiamo, e comunque è non è da adesso che costruiscono nuovi quartieri man mano che espropriano terreni.

          • Buba17

            i terreni non vengono espropriati, le costruzioni avvengono su terreni sui quali non sia stato possibile stabilirne la proprietà. nessun edificio è costruito su proprietà di un palestinese, in tal caso verrebbero abbattute, come gia visto più di una volta.

          • Ling Noi

            Cosi disse il lupo a capuccetto rosso….

          • Buba17

            cosi disse chi ha finito gli argomenti…

          • Ling Noi

            Non sono io che ho finito gli argomenti, sei tu che sembri il portavoce del governo israeliano.

          • Buba17

            continuiamo con la linea di pensiero precedente attinente al rasoio di occam:
            – io espongo la mia idea basata su ricerche il più possibili obbiettive, citando fatti reali e facilmente verificabili.
            – tu ripeti slogan della propaganda araba ( gaza lager, occupazione, terra rubata…) da tempo confutati e senza nessuna prova.
            ora è più probabile che io sia una specie di troll ebreo e che tu sia male informato??

          • Ling Noi

            Tutti i governi spesso mentiscono, è la famosa “ragion di stato”, difatti non ne faccio una particolare colpa al governo israeliano, è il gioco delle parti, nel loro caso è normale che debbano falsificare le cose per rendersi accattivanti agli occhi del mondo, però il comune cittadino che non deve rendere conto a meccanismi superiori può, se vuole, andare oltre le versioni ufficiali e vedere che la realtà è diversa da come gliela si vuole dipingere. Riguardo a te, ricordo che descrivi gli Houthi come terroristi, e ciò è esattamente la versione ufficiale dell’Arabia Saudita alleata ad Israele contro gli sciiti. A te sta bene, in maniera acritica, qualunque cosa Israele dica o faccia, anche il non sense dell’alleanza con lo stato terrorista islamico n°1.

          • Buba17

            andare oltre le versioni ufficiali è giusto e doveroso ma non si può prenderle per false a prescindere. nella questione israelo-palestinese, scavando più a fondo, si puo notare come la versione israeliana sia più logica ed attinente alla realtà, nonchè basata su fatti dimostrabili. al contrario quella palestinese è frutto di una propaganda basata sul niente o, peggio, su prove inventate. emblematico fu il rapporto goldstone che avrebbe dovuto dimostrare le “atrocità” israeliane: invece venne fuori che le denunce palestinesi erano basate su foto false, video taroccati e testimonianze non verificabili. gli houti sono terroristi al soldo dell’ iran come fsa lo è per l’ arabia saudita: è una guerra per procura. israele non è alleato dei sauditi ma semplicemente sanno entrambi che il pericolo maggiore è l’ iran.

          • Ling Noi

            L’iran sarebbe un pericolo per Israele o per gli ebrei? No, perchè risulta che l’ebraismo non ha restrizioni in Iran e che ci sono sinagoghe che sono frequentate da ebrei iraniani. Sappiamo agli occhi di chi gli Houthi sono visti come terroristi, sono gli stessi che oggi hanno fatto questa perla: https://uploads.disquscdn.com/images/46bd5838d8473d34cba3af5bda3f574ae0c70756ccf2eff2d681363493127841.jpg

          • Buba17

            in iran fanno un festival di vignette antisemite, scrivono il nome di israele sui razzi, ne professano la distruzione, armano i suoi nemici di hezbollah ed hamas, hanno un contatore di giorni alla fine di israele, stanno piazzando uomini e mezzi sul golan… ti sembra abbastanza per costituire una minaccia? la vignetta fa ridere dicendo il vero. all’ ue (la sinistra europea), come i democratici usa, piacciono le fazioni islamiche estremiste. appoggiano la fratellanza musulmana quando nei paesi islamici è classificata terrorista, appoggiano hamas ed hezbollah contro israele, l’ isis in siria, l’ iran contro israele, boicottano i prodotti israeliani…uno schifo davvero.

          • Ling Noi

            Fai un po’ di confusione, la UE è si a favore dei Fratelli Musulmani e di tutte le formazioni terroriste che vogliono rovesciare Assad, è però contro hamas hezbollah e l’Iran, tranne quando fanno affari come la Total recentemente. Non dimenticare che la maggior parte delle fonti di informazione sono controllate da ebrei. La parola “antisemita” è una canagliata inventata dai sionisti, andrebbe abolita e al suo posto ci vorrebbe “antisionista”. I maltesi sono semiti, ma mai nessuno ha fatto l’antimaltese. Il Golan è Siria.

          • Ling Noi

            Fai un po’ di confusione, la UE è si a favore dei Fratelli Musulmani e di tutte le formazioni terroriste che vogliono rovesciare Assad, è però contro hamas hezbollah e l’Iran, tranne quando fanno affari come la Total recentemente. Non dimenticare che la maggior parte delle fonti di informazione sono controllate da ebrei. La parola “antisemita” è una canagliata inventata dai sionisti, andrebbe abolita e al suo posto ci vorrebbe “antisionista”. I maltesi sono semiti, ma mai nessuno ha fatto l’antimaltese. Il Golan è Siria. Ecco gli amici dei terroristi islamici: https://uploads.disquscdn.com/images/7df22234cd3f6ca1ea199ce2ae5c35803615e21498c0202d2f68425b968f55d4.jpg
            WORLD
            ISRAEL SECRETLY PAYING SALARIES OF SYRIAN REBELS ON GOLAN HEIGHTS BORDER: REPORT
            BY JACK MOORE ON 6/19/17 AT 9:34 AM

          • Buba17

            la ue non è affatto contro hezbollah tanto da non riconoscerlo come terrorista ma fingendo che sia un partito politico. di hamas fingono di non vederne i crimini, come nel 2014, nonostante ci siano prove schiaccianti. dell’ iran appoggiano la sua corsa al nucleare. la parola antisemita ha un significato preciso e non è un’ invenzione, dato che nessumo ha mai espresso odio per i semiti. semmai dovrebbe essere abolita antisionista, ad oggi senza più nessun significato ed usata dagli antisemiti per nascondersi.

          • Ling Noi

            L’entità terrorista della zona è Israele, do you forget Argo 16? Hezbollah sono resistenti libanesi, aiutati dall’Iran? Certo, e fanno bene, Israele tratta i vicini come campi di esercitazione di tiro a segno, ben venga qualcuno che gli faccia provare il male che loro rovesciano sui “gentili”. L’antisemitismo è un’invenzione della propaganda sionista, a me non me ne frega niente delle presunte razze e superiorità o inferiorità di una o l’altra, quanto hanno fatto i sionisti contro gli altri mi è sufficiente per detestarli.

          • Buba17

            e a cosa dovrebbero resistere quelli di hezbollah? israele ha mai parlato di conquistare il libano? semmai è vero il contrario.

          • Ling Noi

            Ma dove vivi? israele ha già invaso il Libano più volte, oltre a bombardamenti dal confine e attacchi aerei di routine.

          • Buba17

            ha invaso anche cisgiordania, gaza, sinai, golan….ma sempre in risposta ad attacchi arabi. i bombardamenti riguardano armi di hezbollah…a proposito, ma non erano un partito politico???

          • Ling Noi

            Cosa centra essere o meno un partito politico? Nel ‘800 si definiva la Prussia “un esercito che possiede uno stato”. La presenza di una entità ultra razzista e invasiva come Israele (loro dicono di essere cosi perchè lo ha deciso Dio) al confine comporta per forza di essere militarmente pronti.

          • Buba17

            c’ entra è quello che raccontano i politici di sinistra come d’ alema o la mogherini. torno a ripeterti che israele si è dovuto armare fino ai denti a causa degli attacchi arabi, non il contrario. israele non ha mai ne minacciato ne attaccato i paesi vicini.
            “una entità ultra razzista e invasiva come Israele” israele non ha mai invaso nessuno ed i suoi abitanti, ebrei islamici e cristiani, godono di pari diritti. magari ti confondi con qualche paese islamico…

          • Ling Noi

            Sei sempre più confusionario. Israele è nato con le armi e facendo stragi di civili. Gli arabi si sono dovuti adeguare. E non cercare di tirare in ballo le merdacce del PD e simili, non sanno quel che dicono, basta vedere che sono pro-islam ma pure pro-gay, anche perchè seguono gli ordine del padrone americano. In Israele solo gli ebrei hanno diritti, gli altri sono esseri inferiori, le cosiddette “scimmie parlanti”.

          • Buba17

            e certo quindi sono bastati alcuni attentati per piegare inglesi ed arabi e sottrargli la terra. il tutto in grande inferiorità numerica e senza armi. se a te sembra credibile puoi fare altri esempi di guerre vinte, con tanto di nazioni conquistate, con una manciata di attentati. in israele gli arabi-islamici siedono in parlamento e comandano brigate dell’ esercito, non mi sembra un trattamento da scimmie parlanti: per quello dovresti vedere la posizione degli ebrei nei paesi islamici.

          • Ling Noi

            Lo sai benissimo che gli ebrei comandano la finanza mondiale, e quando si hanno tanti soldi è più facile vincere le guerre, oltretutto con gli Usa che gli forniscono tutte le armi che vogliono. Fra l’altro gli ebrei potrebbero chiedere i diritti di copyright per una loro invenzione che è poi stata utilizzata da tanti, l’autobomba. In Iran gli ebrei sono come gli altri cittadini, mentre in Arabia saudita, alleata di Israele, ti arrestano se solo osi fare l’albero di natale.

  • Sergio

    Ora dovremmo liberara l’Italia.

    • Riff Borgia

      ma quanno!! Ce so’ ancora 4 persone su 0 che vonno l’immigrazione!!

  • Umberto Ciotti

    C´é chi vuole distogliere gli occhi degli Italiani dallo scempio interno al paese e convincerli che la guerra é fuori quando é dentro i suoi confini.
    Questi che seguono (A e B) i 2 interventi censurati questa mattina dalla oscena perversione autoritaria di questo giornalino.
    Un giornalino di vigliacchi, servi, corrotti e prezzolati al soldo di un ignorante buffone infermo di sete di potere.
    ODIANO LA VERITÁ QUESTI DEBOSCIATI MOLLUSCHI E ODIANO TUTTI COLORO CHE LA CERCANO
    Certo é che se l´Italia é in mano ai falsi comunisti é perché questa destra fascista, ottusa, ignorante e prepotente ha ostacolato in tutti i modi la crescita nel paese di una destra liberale, onesta e nobile che sopra a tutto ponga la Veritá.
    ABBATTIAMO QUESTA DESTRA VIGLIACCA, É QUELLA CHE SERVE LA SUDICIA SINISTRA DEI PAPPONI COME RENZI.

    A)
    Trattare con le tribú? … Ma non lo vedi quanto sei ridicolo e inadeguato? … E ci fai anche il generale? … L´Italia deve semplicemente chiudere i porti agli sbarchi come hanno fatto da tempo tutti i paesi che si affacciano sul meditterraneo, deve usare la marina militare per una barriera in mare agli scafisti e deve intervenire sulla costa libica per distruggere le loro basi … Caro Preziosa, sei l´emblema di un esercito italiano vigliacco e di un comando militare che sta lí solo per ingrassare la panza.

    B)
    LA COLPA DELLA INVASIONE DEI MIGRANTI É DELLA VIGLIACCHERIA ITALIANA QUALE MANCANZA DI CORAGGIO NEL PRENDERE DECISIONI, DELLA STUPIDITÁ ABISSALE CONSEGUENZA DELLA VIGLIACCHERIA E DELLA MAFIA DI UNA MASSA NAUSEABONDA DI POLITICI PAPPONI CHE STANNO IN POLITICA SOLO PER MAGNÁ SULLA PELLE DEGLI ALTRI.

    • Riff Borgia

      va bbbe’ ma io qui vedo solo Sergio e Ling Noi… ‘sta Preziosa ‘ndo’ sta???

      • geddylee2

        nun da retta… manco lui sa quello che dice

  • Maria

    Notizia contradditoria e confusa poiche se effettivamente Mossul fosse libera ebbene ci sarebbe solo sporadici attacchi di cecchini e non si combatterebbe come riportato dall articolo tipicamente mediatico e poco attendibile.Ci siamo dimenticati delle distruzione nostrane durante la seconda guerra mondiale non vi ricordate piu della totale distruzione dell antica abbazia di Cassino ridotta in macerie?? Cassino le citta circostanti ridotte in macerie chiese distrutte tutto era macerie peggio che in Siria oggi. In Italia infatti divisa dalla linea Gustav era sottoposta a terribili c bombardamenti e a combattimenti corpo a corpo. Andate a visitare il cimitero di guerra di Cassino e vedrete quante tombe di giovani soldati caduti!!! Ci sono state rimasi allibita e muta. Chi si ricorda piu dello sbarco in Normandia del D Day dove persero la vita giovani soldati tra i 18 e i 19 anni Oggi le rappresaglie in Siria sono terribili ma le nostre durante la seconda guerra mondiale piu catastrofiche. Marzabotto Santanna di Stazzena e molte altre citta finite nel dimenticatoio. Guardatevi i filmati storici su YOUTUBE. Piu serieta nell informazione divenutr errore divenuta troppo mediatica e fuorviante. Maria P.S. La pace si costruisce non sugli affari con paesi sponsorizzanti il terrorismo bensi nella difesa dei diritti umani della vita ma ahime i soldi non puzzano anche quando sono legati a centinaia di morti. Maria

  • fabiano199916

    il punto di tutto sembrerebbe l’Islam, il fatto che una cavolata sia scritta sul Corano vuol dire che bisogna seguirla? Perché è la volontà di Allah?

  • http://www.af.mil/AboutUs/Biographies/Display/tabid/225/Article/104769/general-philip-m-breedlove.aspx M. P. Breedlove ★ ★ ★ ★

    E non certo grazie alla Russia.