OLYCOM_20170120180021_21913711

Le inaugurazioni di Trump e Obama

La stampa Usa si è scatenata nella stima delle persone presenti alla cerimonia inaugurale di Trump, proponendo paragoni ingenerosi con l’apertura della presidenza Obama. Se i media mainstream hanno dunque potuto cullarsi nella presunta scarsa affluenza alla cerimonia del neo-Presidente, alcune considerazioni preliminari e contestuali non possono essere evitate.

Va innanzi tutto considerato che non esistono stime ufficiali sulle dimensioni delle manifestazioni negli Usa. Fino al 1995 vi provvedeva il National Park Service, ma fu sommerso di critiche (e anche minacce legali da parte della Nazione Islamica) quando stimò in 400.000 i partecipanti della Million Man March afro-americana. Da allora esistono solo stime non ufficiali, in genere proposte da organizzatori e giornalisti. I media americani, che non simpatizzano per Trump, si sono scontrati col portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, il quale si è permesso di avanzare una stima differente.

LEGGI ANCHE
Adesso Trump ci ripensa:
"Pronto a mediare per il Qatar"

Probabilmente, stando alle foto pubblicate dai media, Spicer ha torto – ma non hanno meno torto i commentatori mainstream quando considerano “fatti” (vedi polemica contro Kellyanne Conway) delle semplici stime. Ad esempio, tutti i media liberal (che sono la grande maggioranza negli Usa) presentano come un fatto che la prima inaugurazione di Obama abbia raccolto 1,8 milioni di persone. Tale stima è però contestata: ad esempio il professore Steve Doig (Arizona State University), specializzato nel misurare le dimensioni delle manifestazioni, ritiene che la cifra reale sia di 800.000; anche altri specialisti ritengono la stima “giornalistica” della mega-affluenza per Obama non solo falsa, ma persino inverosimile. Adottando il metro di giudizio che i giornalisti applicano agli altri, si dovrebbe concluderne che stanno spacciando imperterriti, da otto anni, una fake news.

Assumiamo pure, tuttavia, che l’irrealistica stima di 1,8 milioni di persone all’Obama I sia vera. Quando i media comparano l’inaugurazione di Trump proprio con quest’ultima, compiono un primo atto di selezione delle informazioni pro domo loro. Infatti scelgono quella che si ritiene essere l’inaugurazione con più pubblico di sempre: un’inaugurazione storica poiché del primo presidente nero. Inoltre all’epoca il tempo era più sereno e, questione per nulla secondaria, gli oppositori di Obama non inscenarono manifestazioni violente come invece hanno fatto quelli di Trump, con l’esplicito disegno di impedire l’accesso all’inaugurazione. Duecento manifestanti violenti sono stati arrestati quel giorno a Washington, sei poliziotti feriti, numerosi danni cagionati alla città. Sullo sfondo, un’ondata di violenze che in tutto il Paese hanno colpito sostenitori veri o presunti di Trump.

All’inaugurazione di Trump hanno partecipato tra 250mila (la stima giornalistica più bassa) e 900mila (stima degli organizzatori) persone. Cifre che non sfigurano, talvolta superano, quelle dei presidenti che hanno preceduto Obama. Ad esempio George W. Bush è accreditato di una presenza tra le 300.000 e le 400.000 persone alle sue inaugurazioni. Inoltre secondo la società Nielsen, l’inaugurazione di Trump è stata seguita in tv da 30,6 milioni di spettatori – dieci milioni in più anche dell’Obama II.

Infine, va considerato che le inaugurazioni di presidenti democratici hanno storicamente un’affluenza maggiore. Prima che la dubbia stima di cui sopra catapultasse Obama nell’Olimpo, si ritene che il maggior successo di pubblico fosse stato ottenuto da Lyndon Johnson nel 1965, con 1,2 milioni di presenti (stima ufficiale in questo caso). Per fare un raffronto, nel 1981 Ronald Reagan, destinato a diventare uno dei Presidenti più popolari di sempre, raccolse appena 10mila persone.

Ciò si può spiegare, oltre che con una probabile maggiore propensione dei democratici alla militanza, anche col fatto che le cerimonie d’insediamento si tengono a Washington. Parliamo di una città in cui Trump ha raccolto appena il 4,6% dei voti, stretta tra due roccaforti democratiche come Maryland e Virginia, e relativamente vicina al New England, che assieme alla California è il maggiore bacino elettorale del Partito Democratico.

Insomma: questo dato, dubbio e impreciso tra l’altro, non ha alcun concreto valore politico, così come non ce l’ha il fatto che la “marcia delle donne” abbia coinvolto più persone di quella dei “motociclisti per Trump”: le istituzioni democratiche americane funzionano in base ai risultati delle elezioni, non delle manifestazioni di piazza. Donald Trump quelle elezioni le ha vinte, e ciò gli dà piena legittimità a governare.

  • agosvac

    Ma che importanza ha se Obama ha ricevuto l’accoglienza di 1,8 milioni di persone??? Quel che conta è che ha fatto, nei suoi due mandati, 1,8 milioni di castronerie!!! Come si legge, giustamente, nell’articolo uno dei Presidenti più amati dagli americani ha avuto solo 10 mila persone a festeggiarlo ed è così amato perché ha posto fine all’incubo degli americani: la guerra fredda. Per dirne una, Obama quella stessa guerra fredda la voleva fare ricominciare!!! Ciò che conta realmente non è il numero di idioti che accolgono il nuovo Presidente, ma il numero di persone che restano contente di quanto ha fatto nella sua presidenza!!!

  • Valeria Vernon

    Si può arrivare ad una buona approssimazione calcolando tre persone circa per metro quadro. Controllate sulle mattonelle della cucina. Parlo di tre persone di stazza normale ben pigiate, con spalle non troppo larghe. Di più impedirebbe qualsiasi colpo di tosse o starnuto senza rompere le costole dei vicini. Si sa poi che buona parte degli americani sono grassotelli. Piazza del Campidoglio a Washington dovrebbe misurare 1,1 km2 (Wikipedia) compresa la vasca centrale che è circa un terzo della superficie. Ergo con tutta la buona volontà non potrebbe contenere più di 300 mila persone. Facciamo 400 mila in totale con gli spettatori lungo le strade della parata.

    • kyle80

      Ma che conto e’?
      Se i dati che dai sono corretti, 1.1 Km^2 significa 1.1 MILIONI (1000*1000) di metri quadri. Diciamo anche solo 300 mila metri quadri agibili e 3 persone per metro quadro fanno circa 900 mila. Un milione di persone facilmente.

      Post math much?

      • Anita Mueller

        Ha per caso cosi’ tanta importanza quante persone ci fossero alla cerimonia di giuramento di Obama o Trump? Sia l’articolo che tutti i vostri commenti sono veramente penosi ed inutili!

        • Byu Tech

          Anita e Mueller insieme sono una contraddizione unica. sei nata male già in partenza.

          • Anita Mueller

            Tu invece non saresti dovuto mai nascere neanche in partenza! Meriteresti di essere frustato sul tuo bel culetto per l’eternita!

  • luca63

    I numeri hanno detto il contrario anche sulla composizione dell’elettorato del Brexit e di Trump.
    Anziani,incolti,campagnoli,e quantaltro secondo le false statistiche dei “democratici”con la puzza sotto il naso.Tra l’altro come se questo avesse importanza sul piano della legittimita’ delle votazioni…
    Non era vero naturalmente,ma intanto hanno fatto passare il concetto che esista un voto di serie A ed uno di serie B.Alla faccia delle marce per l’uguaglianza delel donne,dei gay e delle settimane (non giornate)dell’olocausto …

  • Stefano61

    Pensavo che la feccia sinistra fosse quella italiana di derivazione pci ma vedo che purtroppo è un cancro mondiale, una malattia, una peste. Arroganti, faziosi, intolleranti, violenti, razzisti. E se poi a vedere il negro c’erano 1.8 milioni di idioti ce ne faremo una ragione, la madre degli imbecilli è sempre incinta.

    • KAVA

      …razzisti. E se poi a vedere il negro ….

      Appunto. Razzisti

      • ulanbator10

        Perché un ” negro ” come bisogna chiamarlo per non essere razzisti ? Il fatto che a qualcuno dia fastidio che si spacci per vero che 1,8 milioni di persone hanno presenziato al giuramento di Obama, non è razzismo, anche se chiama Obama negro. Direi che sarebbe comunque molto difficile per il sig. Stefano61 e per qualche miliardo di persone discriminare il sig. Obama per la sua razza. Il commento di ” negro ” non è riferito alla razza dei neri, ma solo al sig. Obama, che è nero sicuramente , e non è simpatico a chi ha postato.

        • Anita Mueller

          Intanto mi chiedo per quale motivo bisognerebbe fare riferimento ad una persona contemplando il suo colore della pelle, invece del semplice nome e/o cognome. Non mi sembra che quando gli altri lettori di questo o altri blog fanno riferimento a te o ad altri italiani menzionino pure il fatto che tu sia bianco, giallo, rosso o nero…tutt’alpiu solamente il fatto che tu possa essere un povero deficiente e immaturo che e’ rimasto col cervello di un bambino…non un bambino normale, ma con purtroppo un leggero handicap di tipo mentale.

          • Aaron Goodman

            Ms. Mueller mai nessuno mi ha considerato non bianco. E giro a tempo pieno o per il Canada e gli USA da 35 anni. Ma forse Lei e’ rom?

          • ulanbator10

            Queste sono considerazioni del pettine. Chiamare ” bianco ” qualcuno è universamente considerato normale, mentre invece dire ad un africano che è un negro, diventa razzismo, per quelli come lei. I veri razzisti non hanno certo come obiettivo dare del negro a chi è di pelle nera. Loro odiano l’altro solo perché di razza diversa. Gli altri motivi per cui si odiano le persone, anche se sono dei negri, non possono essere qualificati come razzismo, ma è uno dei tanti sentimenti, buoni o cattivi, che caratterizzano i comportamenti umani.

    • Marco Valli

      Anche quella dei razzisti di merda è sempre incinta, vedo…

      • telepaco

        I razzisti sono le merde di sinistra che preferiscono gli africani islamici agli italiani e che quando perdono le elezioni vanno in piazza a protestare con le tette al vento. Quelle sono le vere merde razziste incapaci di accettare il voto popolare

        • Marco Valli

          uomo di merda, asciugati la bava che stai sporcando la tastiera. Comunque ai rifiuti umani come te è preferibile qualunque cosa…

          • telepaco

            Uomo di merda siete tu, tuo padre e tuo nonno rincoglionito, vai a fanculo comunista di merda, crepa scimmia e poi ti buttiamo nell’umido feccia

          • Marco Valli

            salutami tuo babbo – quello sguardo triste che ha, o aveva, è la consapevolezza che sarebbe stato meglio farsi una sega intera piuttosto di concepirne una mezza

      • telepaco

        Si chiamano negri, si sono sempre chiamati negri, e anche loro si sentono negri, prova a parlarci e vediamo se preferiscono il tuo “diversamente bianco ” o “di colore”. Ma che significa di colore, che noi non abbiamo un colore? Che siamo trasparenti? Cazzate politicamente corrette per dementi che verranno spazzate via…..

        • Anita Mueller

          Pero’ a me non sembra che qualcuno a te ti apostrofi come bianco o come pelle-olivastra, visto che sei italiano, o mi sbaglio?

          • telepaco

            Tu con me non devi parlare bestia, non appartienei al genere umono ma a quello dei rompicoglioni inutili

          • Marco Valli

            non credo che esista niente di più inutile di gente di merda come te, dovresti esserci grati che rispondiamo ai tuoi rutti

          • Gio

            Ma stai scherzando ?
            In tutti i paesi del sudest asiatico, così come in tutti i paesi africani un individuo italiano viene chiamato “bianco” !

        • Marco Valli

          patetico razzista di merda, lo vuoi il mio indirizzo? così ti presento il mio amico Ettore: non fai in tempo a dire “ne…” che ti ha già staccato la testa con un manrovescio. Io poi piscerò su quello che resta di te, coglione

          • telepaco

            Il tu amico ettore, sentilo il coniglio. Vieni tu e il tuo amico ettore che vi cavo gli occhi e vi piscio dentro, animali zecche comuniste terzomondiste di merda. Per voi è finita subumani ignorati arretrati, si dice negro perchè anche loro vogliono essere chiamati negri, animale di merda! Il tuo politicamente corretto sai già dove infilartelo bestia

          • Marco Valli

            si si, dimmelo in faccia che per me è finita, mezzasega razzista 😀

          • telepaco

            Sei stupido come una capra, se chiedi a loro vogliono essere chiamati negri, il termine “di colore” non ha senso se non nelle menti delle zecche comuniste idiote. Negro non ha di per se nulla di offensivo, lo avete fatto diventare voi offensivo perchè siete stupidi dementi. Se vuoi venire a trovarmi comunque io vivo in Colombia, a Medellin, ti do’ l’indirizzo. Ma dubito che tu e il tuo amico ettore torniate vivi a casa, finireste in qualche fossa comune ai margini della città. Ti conviene star tranquillo perchè non sai con chi hai a che fare, bestia

          • Marco Valli

            avrò a che fare con un cocainomane di merda, presumo…

          • telepaco

            Pensa alla tua droga che consumi nel centro sociale da dove passi le giornate, fallito del cazzo.

          • Marco Valli

            cos’è un’offerta di vendita? no, grazie, gli spacciatori di merda come te e i tuoi amichetti ci fanno schifo, schifoso sorcio di merda

          • Marco Valli

            adesso capisco perché ti sfoghi qui, se lo fai dal vivo ti infilano un copertone intorno alla vita e gli danno fuoco, uomodimmerda

      • ulanbator10

        Quello di Stefano61 non è né razzismo, né insulto, il tuo è un insulto gratuito, anche perché discriminare per razza uno come Obama, non ci riesce neppure Renzi o Grillo, ci vorrebbe almeno un paio di Soros.

        • Marco Valli

          le razze non esistono, esistono solo le mezzeseghe razziste come voi…

          • ulanbator10

            La sua risposta identifica sufficientemente il suo livello. Lei non è razzista ,è solo un pover’uomo. Non è degno neppure di essere insultato.

          • Marco Valli

            ci penso io a insultarti, patetica mezzasega col cervello marcio

          • ulanbator10

            Appunto. Ogni altro commento non è necessario.
            Per gente come te sarebbe veramente auspicabile il perseguimento penale per reati via web. Ne stanno parlando e speriamo che ci arrivino. Perché non è accettabile che gente come te, scriva impunemente.
            Per inciso ho un’esperienza molto solida nel campo della comunicazione e della psicologia, e le espressioni da te usate abitualmente , delineano, con un buon grado di certezza, una persona con gravi problemi sessuali ed esistenziali. Forse uno psicologo potrebbe ancora guarirti. Te lo consiglio vivamente.

          • Marco Valli

            Conoscendo le mezzeseghe che affollano la rete, dalla denuncia facile, sto bene attento a non offrire il fianco ad alcunché giacché, nonostante quello che credono i rincoglioniti come te, le leggi che aneli esistono già. Perciò il mio consiglio è di studiare invece di scrivere cazzate, anonima merdina. Per il resto, rimbambito razzista di merda, le tue risibili conoscenze “nel campo della comunicazione e della psicologia” possono impressionare solo i tuoi amichetti falliti. Adesso smetti di farti le seghe davanti al monitor a vai ad aprire un libro, coglione :-)

          • ulanbator10

            Usare un simile linguaggio significa solo una cosa. Ha fallito tutto nella tua vita e sfoghi la tua rabbia come meglio puoi. Sei solo un poveretto e non si puo’ che compiangerti. Per quanto riguarda il venirti a cercare e denunciarti per i vari reati che hai commesso, è vero che lo posso fare, se un avvocato ed un giudice mi dessero una mano, ma se passa la legge che preveda che per quelli come l’incriminazione avvenga d’ufficio , non faresti tanto il gradasso.

          • Marco Valli

            Povero patetico sacco di merda, come farlo capire a quella ciste purulenta che tieni tra le orecchie? Io questo linguaggio lo uso solo con gli inutili parassiti come te. E non credere, non siete mica tanti… 😀
            ps e studia un po’ di diritto, ciarlatano.

          • ulanbator10

            Ok. Adesso basta , ti farò conoscere l’ebbrezza della frequentazione dei tribunali italiani. Domani darò mandato al mio avvocato di trovare il modo di identificarti e ti denuncerò per tutto il luridume che ha sparso. Vedremo se farai il gradasso in un’aula di Tribunale, per un reato che non ti mandera’ in carcere, salvo precedenti, ma non ti fara’ vivere bene per qualche anno.

          • Marco Valli

            Identificarmi? Povero coglione, mi chiamo Marco Valli, non sai leggere? Aspetto con ansia di poterti vedere in faccia, ciarlatano :-)

          • ulanbator10

            Marco Valli è un eurodeputato del M5S e mi rifiuto di credere che un essere come te possa identificarsi con lui. Vedremo fra qualche mese chi sei. E come vedi ci si puo’ parlare anche senza insulti, cioè senza commettere reati, grand’uomo. La tua rabbia , sfogatela su te stesso, se riesci.

          • Marco Valli

            Fin da subito ho avuto il sospetto di sfanculare non solo un verme razzista, ma anche un totale deficiente e ora tu me l’hai completamente fugato…. A presto, poveretto, salutami il tuo avvocato.

          • ulanbator10

            Stai tranquillo , pover’uomo, proverai l’ebbrezza della giustizia italiana.

          • Marco Valli

            Sono qui che aspetto, rimbambito…

          • ulanbator10

            Hai bisogno di sempre nuovi insulti per tranquillizzarti la psiche. Ma li pagherai tutti insieme, pover’uomo.

          • Marco Valli

            Come no, ti faccio un assegno: ulanbator10 è il nome o il cognome? 😀

          • ulanbator10

            Non me ne frega niente dei tuoi soldi, che peraltro difficilmente possiedi. Sono consapevole che un tipo come te non è certo aggredibile patrimonialmente. A me basta portarti a processo e sperare che tu abbia qualche precedente ( visto il tipo ) e magari farti passare qualche settimana dove non puoi nuocere piu’ di tanto al prossimo.

          • Marco Valli

            Sono in brodo di giuggiole: ci faccio sei mesi di vacanza a tue spese, pirla…

          • ulanbator10

            Preparati, potrebbe anche avverarsi il tuo sogno.

          • Marco Valli

            I miei sogni sono i tuoi incubi…

          • ulanbator10

            Hai sbagliato persona. Questa volta.

          • Marco Valli

            Sono proprio curioso…

          • Marco Valli

            Ciao cicciobello, sei ancora vivo? Ictus? Infarto? Niente?

          • ulanbator10

            Non si entra in comunicazione con un mitomane come te. Ricordati comunque, che l’esperienza insegna che porta molto male augurare la morte e brutte malattie al prossimo. In genere si schiatta prima del destinatario.
            E’ comunque in corso procedura per identificarti e darti una sistematina .

          • Marco Valli

            Ci sentiamo via disquus tra sei mesi: tornerò per accertarmi delle tue condizioni. Buona fortuna, eh?!

          • ulanbator10

            Vedo che insisti nel voler menar gramo agli altri. Probabilmente sei gia’ segnato. Un vero peccato.

          • Marco Valli

            Mi chiamo m – a – r – c – o – v – a – l – l – i, c – a – p – i – t – o ?

          • ulanbator10

            Finalmente ti abbiamo individuato. 29 Novembre 2017

      • Anita Mueller

        Bravo, anch’io la penso come te!

        • Marco Valli

          tra tutti ‘sti razzisti di merda che leggono le cagate del giornale qualche persona di buon senso c’è… :)

          • telepaco

            razzisti, razzisti, razzisti, fassisti fassisti, non sai dire altro, zecca sporca da centro sociale….ma ammazzati con la merda idiota, il termine razzista nel suo vero significato non sai cosa sia, l’avete inflazionato talmente tanto che non ha più senso usarlo bestia. Razzista è colui che pensa che una razza, o un’etnia se preferisci, sia superiore ad un altra ma se io chiamo negro uno sto solo rimarcando la sua razza e/o etnia, demente. Negro non è un epiteto, fino agli anni 70 tutti gli africani venivano chamiati negri, anche nei tg, ora per il politcamente corretto delle vostre menti malate volete che si dica “di colore”. Sei ignorate e stupido come una capra, bestia, io dico negro e continuo a dire negro, e tu prenditela in culo

          • Marco Valli

            per la gente di merda come te, schifosa testa di cazzo parassita, razzista è il termine perfetto. Tu scrivi pure quello che vuoi, povero coglione, io continuo a insultarti

    • Anita Mueller

      Io sinceramente mi domandoper quale ragione bisognerebbe fare riferimento ad una persona contemplando il suo colore della pelle, invece del semplice nome e/o cognome. Non mi sembra che quando gli altri lettori di questo o altri blog fanno riferimento a te o ad altri italiani menzionino pure il fatto che tu sia bianco, giallo, rosso o nero…tutt’alpiu solamente il fatto che tu possa essere un povero deficiente e immaturo che e’ rimasto col cervello di un bambino…non un bambino normale, ma con purtroppo un leggero handicap di tipo mentale. E poi vuoi saperla un’altra cosa? Nei paesi anglosassoni (Australia, Nuova Zelanda, Regno Unito, Canada e USA) i vari popoli italici non vengono considerati di razza bianca, ma storicamente a causa della loro pelle olivastra, come una razza non europea. Solamente i celti e i popoli germanici vengono considerati di razza bianca. Ti piacerebbe che qualcuno ti apostrofi come pelleverde o pelleolivastra? Ricordati: non fare agli altri cio che vorresti sia fatto a te!

      • Leonardo Zangani

        Anita, ‘BOMBAMA”ha sempre usato il colore della sua pelle per uscire da posizioni indifendibili. Quindi e’ sempre stato parte della loro linea di distorsione della verità ‘ PERCHÉ SONO NERO’…….e con cio passano dalla parte della ragione come vittime di sopruso.
        La madre del nostro grande eroe andava in giro per il mondo in cerca di nuove emozioni; il padre invece andava a caccia delle “galline dalla pelle bianca’.
        quello che deve essere ancora chiarito e’ se il pulzello “caffe e latte” e’ nato in Kenia oppure alle Hawaii…..?

      • mariobon

        #Anita Mueller – Mi permetto di correggerti.: ” Ricordati: non fare agli altri ciò che NON vorresti fosse (e non <> ) fatto a te! Per precisare, è stato proprio il “democraticume” ad enfatizzare l’elezione del primo colored alla Casa Bianca, dando per acquisito che, essendo tale, sarebbe stato, per definizione, il migliore Presidente di sempre! Stesso ragionamento per l’assegnazione del Nobel per la Pace, che rivela tra voi “sinceri democratici” un incontenibile razzismo al contrario. Ti confesso che ho sempre avuto un forte sospetto allorché si fa uso ed abuso dell’appellativo ” democratico”, si tratti di un partito politico oppure del nome di una Nazione (Repubblica Democratica di……………) che, immancabilmente, rivela una insopprimibile vocazione all’autoritarismo. Ti saluto, democratica.

      • Franco Maraschi

        Il sud italia ha subito l’influenza araba, per il resto dove c….li vedi tutti questi italiani dalla pelle olivastra.

      • Federico Albertini

        Ma cosa diamone c’entrano le vostre risposte? Uno dice: sei un bambino maleducato a indicare una persona con l’appellativo di “negro” (e ci mancherebbe altro, nel 2017). Oltretutto dopo aver dato del razzista a qualcuno. E le vostre risposte? “ti saluto, democratica”. MA CHE CAZZO C’ENTRA?

    • ToscoAmericano

      C’ero anch’io e non sono idiota.

      Idiota sei te e quell’imbecille di tua madre, che e’ sempre incinta perche’ le gambe chiuse non riesce proprio a tenerle.

      • telepaco

        Sei andato a vedere il negro bastardo assassino guerrafondaio diventare presidente? Ahi ai ai ai ai ai ai ai…..

        • Marco Valli

          dammi il tuo indirizzo: quando crepi vengo a cagare sulla tua tomba 😀

          • telepaco

            Vai a inculare tua madre, che la da via ai negri per 5 euro, stronzo. Obama è un assassino bastardo che ha ucciso 500.000 siriani per andare contro Assad, animale lui e tu, bestia

          • Marco Valli

            che obama sia un assassino come tutti i presidenti statunitensi – il tuo amico trump lo è già diventato – è pacifico, e infatti qui non si parla di questo, qui si parla dei sacchi di merda come te, la feccia dell’umanità che sbava davanti a un monitor. 😀 rosica rosica, grandissimo pezzo di merda, e salutami quella povera donna di tua madre che ha avuto la sfortuna di cagare una mezzasega come te

          • telepaco

            Impiccati, sei più stupido di anita mueller

          • Marco Valli

            ahahah,penoso bimbominkia razzista

        • ToscoAmericano

          Dal tuo commento non ho dubbi che tu abbia un’omossessualita’ latente che si acuisce alla vista di piselli di uomini neri superdotati.

          Presumo che qualcuno di quei superdotati di colore t’ha penetrato bene bene causando danni irreparabili al tuo sfintere, da qui la tua rabbia razzista.

          • telepaco

            Cosa c’entra l’omosessualità latente con il fatto che obanana sia un negro bastardo assassino guerrafondaio? Nergro è negro, solo i politicamente corretti idioti dicono “di colore”. Non ho mai sentito dire a un negro io sono “di colore” anzi molti dicono io sono negro e men ne vanto…bah. In quanto all’omosessualità latente potrei invece essere un omosessuale dichiarato, e tu quindi mi stai discriminando come un vile razzista, non lo puoi sapere. In ogni caso il negro continua ad essere un bastardo assassino guerrafondaio, ed io gli auguro il male nell proseguimento della sua vita, assime alla sua compagna di merende Illare. A te ti augura l’apertura anale provocata da un membro di un negro, che forse anche a me piace, chi lo sa? Non ti piace che dica negro assasino guerrafondaio? “Importa sega” direste voi toscani…

          • ToscoAmericano

            Dall’italiano stentato, direi che tu stesso sei probabilmente un extracomunitario illegalmente in Italia.

            “Le seghe” se le sarebbe dovute fare tuo babbo. Perche’ di razzisti al mondo non ce n’e’ proprio bisogno.

          • telepaco

            Ahahaahah che ridicolo.Basta con sto razzisti, avete rotto le palle. Non sai neanche che cosa significhi essere razzista, è non è quello che intendete voi democratici per cui una persona col color nero della pelle, detta negra da sempre, non puo’ essere criticata. Non capisci il concetto punto e basta, finiamola qua

  • montezuma

    Proprio facendo riferimento all’insediamento dell’ “odiato” Reagan, mi verrebbe da dire … chi se ne frega se erano pochi o tanti! Tuttavia se non esistono stime ufficiali o presunte tali, l’unico ragionamento serio è prendere le foto aeree e fare un calcolo sullo stile di “Valeria Vernon”. Non so se sia corretto, ma avendo visitato più volte quella zona di Washington e avendo interpellato vari amici e conoscenti negli USA, una presenza di almeno 500mila persone nel circondario è presumibilmente vera. Dubito fortemente che fossero presenti 1milione800mila persone per Obama … a meno di considerare un’area ben più ampia. Amen

    • Anita Mueller

      Ben detto montezuma! Ti regalo un “mi piaci”!

  • KAVA

    articolo molto curato ma non ha nulla a che vedere con il giornalismo.
    Mi sembra più un infantile gioco a chi “ce l’ha più grossa” (la folla)…

    • Anita Mueller

      Giustissimo, anch’io la penso come te! Questo articolo sembra scritto da uno di quei bambini deficienti e un po’ ritardati che giocano a scommettere qual’e’ la squadra di calcio migliore, se e’ meglio Goldrake o Mazinga Zeta, o se il pisello di uno e’ piu’ grande di quello di un proprio compagno. Il giornalista autore di questo articolo dovrebbe ritornare all’asilo, si un asilo per bambini leggermente ritardati!

      • mariobon

        Suggerisco a tutti i giornalisti che, prima di mandare in redazione un’articolessa, spediscano la bozza al Capo del Ministero dell’Informazione Corretta, tale Anita Mueller, per il necessario imprimatur.

      • telepaco

        Più ritardata mentale di te, bestia insulsa, non c’è nessuno

        • Marco Valli

          è un vero peccato che quella povera donna di tua madre (a cui va tutta la mia solidarietà) non abbia tirato lo sciacquone dopo averti cagato…

  • mortimermouse

    io invece mi domando come facciano, i cre.tini di sinistra, a criticare e insultare trump (viene visto come se fosse il berlusconi americano), quando il partito di renzi, di gentiloni, di letta, di monti, di obama e di altri, tutti rigorosamente di sinistra, si siano macchiati di inettitudine, incapacità, perversione criminale, predisposizione a imporre e non a sacrificare se stessi, non sono capaci di prevenire, nè di prevedere, ma di rubare, manipolare, uccidere, blandire, circuire, ricattare, ecc…..
    poi, vengono su queste pagine per dire che noi, silvioti, noi, bananioti, noi, idioti , ecc non capiamo niente…. loro eh!!!!! ai vari cre.tini come ANDREA SEGAIOLO, TOTONNO58, DREAMER_66, TZIGHELTA, ERSOLA, LUIGITIPISCIO, NERIANERI, PONTALTI, FAB73, MARINO.SCIROCCATO, ecc, posso solo dire: VAFFA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Anita Mueller

      Hai perfettamente ragione, il comunismo ha rovinato il mondo, vedasi l’ex URSS, la Cina e la Korea del Nord. E’ mia profonda convinzione che tutti i comunisti, socialisti o simpatizzanti di sinistra, dovrebbero essere tutti rinchiusi in istituti di rieducazione!

      • telepaco

        …assieme ad Obanana e tutti i progressisti merdosi democratici USA, eredi del mondialismo ticico comunista, tu per prima idiota!

  • baranzo

    “Insomma: questo dato, dubbio e impreciso tra l’altro, non ha alcun concreto valore politico”; verissimo e giustissimo, peccato che sia stato Trump stesso a usarlo pro domo sua, e giustamente è stato fatto notare che la sua era una pura falsità. È pure lui a sostenere il fatto che i 3 milioni in meno di voti presi rispetto alla Clinton siano colpa di votanti illegali. Trump deve smetterla di attaccarsi a queste assurdità, che finiscono solo con il sminuire la sua credibilità, deve governare, il resto non conta niente.

    • Tuvok

      Obama ha dichiarato pubblicamente, durante un intervista, che gli illegal aliens avevano pieno diritto di votare e quando l’intervistatrice Gina Rodriguez gli ha chiesto se esisteva il pericolo di essere scoperti e deportati a seguito del fatto di aver votato Obama ha risposto che non sarebbe successo. Può trovare l’intervista su youtube sul canale “we are mitù” titolo: “EXCLUSIVE: Gina Rodriguez interviews President Obama”, 3:24 se non vuole sorbirsi tutta l’intervista. Questo è un fatto GRAVISSIMO e senza precedenti e Trump ovviamente non può che portare avanti un’indagine sulle possibili frodi, sia a livello di clandestini che di votanti registrati in più di uno stato o che impersonavano persone decedute. “Se si scoprirà che ci sono stati dei brogli bisognerà rivedere il sistema elettorale” scrive Trump su twitter.

    • Anita Mueller

      Ben detto baranzo, concordo al 100% con quanto da te affermato!

    • mariobon

      Mi pare di rammentare (ma forse mi sbaglio; sono passati più di otto anni!) che in occasione dell’elezione di Obama qualcuno abbia fatto il raffronto tra i numeri dei votanti un candidato o l’altro. Raffronto che, visto il sistema elettorale USA, non ha alcun significato, se non di biscottino di consolazione per il perdente che nel caso, trattandosi dei democratici (sapete cosa penso io di chi si definisce tale….) dimostrano una volta di più di essere incapaci di accettare, DEMOCRATICAMENTE, il responso delle urne. Della serie:” O vinco io, o spacco tutto”.

  • mariacor61

    non sanno più come consolarsi….Prima si mettono in testa che Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti e, meglio è per loro….! Probabilmente si accorgeranno che sarà un bene. E, soprattutto, la Clinton e Obama devono capire che è il popolo che decide il presidente, non che il popolo deve sceglierne uno del Partito ‘Democratico’…

    • ToscoAmericano

      La maggioranza degli americani ha votato per Clinton:

      Clinton 65,844,610
      Trump 62,979,636
      Others 7,804,213

      • virgilio

        e allora??

      • mariacor61

        I presidenti americani, compreso Obama, sono stati tutti votati con la stessa modalità. Non vedo il motivo per il quale dovrebbe andar bene per tutti gli altri, ma per Trump no.
        Perché al partito democratico ora non va più bene? Che democrazia è quella che vede un presidente eletto in un modo e l’altro in un altro in base alle decisioni di un solo partito?

        • ToscoAmericano

          Gli altri presidenti eletti, fuorche’ in 4 eccezioni, hanno tutti vinto anche il voto popolare, cioe’ la maggioranza di tutti gli americani, non solo di certi Stati.

          Le 4 eccezioni sono:
          1876: Rutherford B. Hayes
          1888: Benjamin Harrison
          2000: George W. Bush
          2016: Donald Trump

          In tutti e quattro i casi, il presidente eletto (con la minoranza dei voti a livello nazionale) fu un Repubblicano.

          Lei capisce che sapere che vedere il candidato con meno voti divenire Presidente puo’ non essere gradito a coloro che hanno votato in maggioranza per l’altro che non e’ stato eletto.

          E’ un po’ se alle prossime elezioni il centro destra prende piu’ voti del centro sinistra, pero’ il Presidente della Repubblica da’ l’incarico a Bersani.

          Per anni in questo giornale avete gridato al ‘colpo di stato’ quando Napolitano dette l’incarico a Monti e a tutti gli altri, invece che a Berlusconi (che non prese neppure la maggioranza relativa alle elezioni del 2013). Figuriamoci come la prendereste voi del Centro-Destra se dopo aver vinto le elezioni, Mattarella desse l’incarico al centro sinistra con meno voti.

          • mariacor61

            le regole sono regole e si rispettano. Vale per uno e per l’altro, in America e in Italia.
            Lei, che mi definisce di centro destra senza nemmeno sapere cosa ho votato, forse non ricorda che, in Italia, il partito che alle ultime elezioni ha ottenuto la maggioranza dei voti, è stato il movimento 5 stelle. Però, per uno strano ‘magheggio’ chiamato Porcellum, il PD, arrivato secondo, ha avuto la maggior parte dei parlamentari, permettendosi così di fare leggi impopolari come quella del job act, senza chiedere parere a nessuno, oltre a portare in Italia migliaia di persone prive dello status di rifugiato e, lasciate senza controllo (e voglio tralasciare il discorso ‘elezioni’ Renzi..)
            Allora, in questo caso, la sua sinistra (che una volta era anche la mia), ha avuto diritto ad avere la maggioranza in parlamento, pur essendo arrivata seconda, mentre Trump che ha vinto nella maggioranza degli stati americani, con una differenza nemmeno tanto netta di voti (e, presumibilmente, con molta meno pubblicità rispetto alla Clinton, per cui partecipava perfino Obama), dovrebbe dimettersi?
            I democratici di sinistra, che ragionano alla sua maniera riguardo a Trump, stanno dimostrando che la democrazia per loro, è giusta solo se gli eletti sono di sinistra, se sono a destra, al centro o da qualche altra parte, non va mai bene e si devono ritirare senza discutere.

  • ToscoAmericano

    Inoltre all’epoca il tempo era più sereno

    Ma de che stamo a parla”!!!

    Forse Lei non c’era quel giorno del 2009 a Washington, ma io c’ero. Dal sabato precedente (l’inaugurazione fu di martedi, il giorno dopo il Martin Luther King Day).

    Sereno un po’ era, ma la mattina dell’inaugurazione c’erano SETTE GRADI CENTIGRADI SOTTOZERO e a mezzogiorno tre sottozero, con un vento siberiano. La massima temperatura fu un grado sottozero. Ho ancora le foto imbacuccato con passamontagna, piumone e guanti da sci. Il fiume Potomac era ghiacciato solido.

    A mezzogiorno durante l’inaugurazione di Trump, c’erano 4 gradi centigradi sopra lo zero (per Washington un record a gennaio).

    Posso anche essere d’accordo che la maggior affluenza per Obama e’ dovuta all’evento storico del primo nero eletto, all’entusiasmo che egli suscito’, e al fatto che le zone intorno a Washington (DC, Maryland, e Nord Virginia) sono prevalentemente democratiche, ma il tempo non ha nulla a che fare con l’affluenza.

    • Leonardo Zangani

      Nel 2009 erano stati portati con “viaggio turistico” dai vari sindacati, chiese, organizzazioni sociali,
      perditempo professionisti, Planned parenthood e gruppi simili.
      A tutti avevano dato una gazzosa ed un panino con la mortadella ed un buono da $5 da spendere per le sigarette…………I compagni insegnano.

      • Mark

        Ah sí in America esiste il panino alla mortadella?

        • Leonardo Zangani

          Certamente ed e’ anche buona prodotta da Parmacotto

          • Mark

            Saresti stato più credibile se avessi detto che gli davano l’hamburger e la coca cola 😉

          • Leonardo Zangani

            Mortadella e lambrusco ……sono definitivamente una scelta migliore.

      • ToscoAmericano

        Anche i tifosi di Trump sono stati portati con viaggio turistico da varie organizzazioni razziste.

        Planned Parenthood non ha fatto bene il suo lavoro, altrimenti una persona come te sarebbe stata abortita.

        • Leonardo Zangani

          Well….the reason you are here is because they do not abort “Stronzi”

  • Mark

    Insomma tutte ste parole per dire che alla fine per colpa del tempo, del Maryland, della militanza dei democratici e ovviamente, dei media mainstream, Trump ha avuto meno spettatori di Obama…