Ape_Occhi21rid

La presa del monastero

Cecchini, trincee, assalti notturni, combattimenti tra le macerie, duelli di artiglieria. Non siamo tra i vecchi camminamenti della prima guerra mondiale, ma in Ucraina orientale, nella città di Donetsk, dove da ormai due anni si combatte la prima guerra civile europea del terzo millennio. Un conflitto feroce, sanguinoso, totale, che sembra far capolino dagli anni più bui del ventesimo secolo.


Per approfondire: Donbass, perché la tregua non regge


Il monastero di Iversky si trova a un chilometro dall’aeroporto cittadino, dove per circa otto mesi i più agguerriti reparti dell’esercito di Kiev hanno resistito agli assalti delle milizie separatiste filorusse. Tra queste mura sbrecciate, poco più di un anno fa, si è combattuta una delle più dure battaglie dell’intero conflitto. “Noi eravamo asserragliati all’interno del convento – racconta “Lom”, uno dei miliziani del battaglione separatista “Vostok” che ha combattuto in questo settore -. Gli ucraini venivano avanti con i carri armati, dopo lunghi bombardamenti di artiglieria. Ricordo uno degli assalti più duri, nel novembre 2014: arrivarono a centinaia, e noi eravamo solo in quindici. Il combattimento è durato ventiquattro ore, senza pause. Tre miei compagni sono rimasti uccisi e molti altri feriti. Abbiamo fatto fuori almeno cinquanta ucraini in poche ore: potevamo vedere i loro corpi distesi nella neve, davanti alle nostre trincee”.

LEGGI ANCHE
Il nucleare ucraino torna a far paura

Anche il volontario italiano Spartaco ha combattuto tra queste mura, rimanendo ferito a una gamba durante l’ennesimo assalto dell’esercito di Kiev. Come lui, decine di altri ragazzi, molti dei quali non sono più tornati a casa. Oggi l’intera zona è ancora a rischio-bombardamento. Le nuove prime linee corrono a un paio di chilometri da qui, appena oltre la pista d’atterraggio del vecchio terminal aeroportuale. Tutta l’area è cosparsa di mine, ordigni inesplosi e trappole antiuomo.


Per approfondire: La guerra di Spartaco


Nessuno osa avventurarsi tra le lapidi del grande cimitero che circonda il monastero, le cui croci scintillano solitarie sotto il sole feroce dell’estate ucraina. “Le bonifiche? Arriveranno, certo, ma solo quando la guerra sarà finita – sorride “Lom” -. A poche centinaia di metri da qui vivono ancora decine di famiglie che non hanno voluto abbandonare le loro case. Ogni giorno, queste persone devono ingegnarsi per ottenere un po’ di cibo, dell’acqua, qualche vestito. I nostri uomini pattugliano regolarmente il quartiere per contrastare le razzie degli sciacalli. Non è facile, soprattutto durante i bombardamenti, ma per adesso non c’è altro da fare”.

Perché nessuno parla della guerra in Ucraina?

Scrivici quello che pensi nei commenti qui sotto

Camminare tra queste strade è come inoltrarsi nelle viscere di una antica città fantasma. Le vie sono infestate da immensi branchi di cani randagi, molti dei quali sono stati resi feroci dal frastuono delle artiglierie. Qualche solitaria babushka osserva il cielo da sotto l’uscio di casa, in attesa della prossima scarica di Grad. I negozi sono chiusi, gli autobus non funzionano da ormai ventiquattro mesi, così come i tram e tutti gli altri servizi essenziali.


Per approfondire: Tra gli sfollati di una guerra dimenticata


Per tornare in città bisogna attraversare i posti di blocco dell’esercito separatista, che dominano i principali snodi viari. Molte palazzine sono ancora presidiate dai soldati, che le utilizzano come punti di osservazione e di cecchinaggio. Avvicinarsi ad esse è praticamente impossibile, anche se si è forniti di tutti i necessari permessi militari. Oggi le grandi battaglie avvengono una mezza dozzina di chilometri più a nordest, tra le cittadine di Avdiivka e Yasynuvata, dove ogni giorno si combatte furiosamente casa per casa. La guerra continua. Nonostante tutto.

Foto di Alfredo Bosco www.alfredobosco.com

  • carlo

    il servizio senza volere sminuire il lavoro di nessuno … mi pare abbastanza fazioso e partigiano di una sola delle parti in conflitto, sarebbe opportuno per essere credibili … conoscere i punti di vista almeno anche della parte avversa, diversamente, ogni servizio diventa un affastellamento inutile e noioso …
    da apparire parecchio inattendibile e quindi superfluo e sterile, che non aiuta affatto a comprendere quella tragica vicenda ormai poco nota alla maggioranza dell’opinione pubblica.

    • Toni Mona

      ascolta troll sei veramente noioso sopratutto quando cerchi di fare la porsona
      seria allora che sei un pagliaccio di primo rango,anzi ho dei dubbi tu devi essere un po ebete!

  • carlo

    affermare che il battaglione “Vostok” di cui si accenna nel reportage, sia un battaglione separatista, mi sembra una forzature piuttosto azzardata … perché risultano essere un battaglione formato da Russi della Federazione, Ceceni ecc … tutti mercenari pagati direttamente dal governo di Mosca,
    ad esempio, sarebbe interessante conoscere il luogo di origine del “sorridente lom”
    che cosa lo ha spinto ad arruolarsi in quel gruppo di mercenari, quanto viene pagato, e altre cose
    simili … così giusto per farsi un idea …

  • pippo

    Vi sono due possibili soluzioni al conflitto dopo che Kiev ha rifiutato qualsiasi soluzione di compromesso con i separatisti, come ad esempio una autonomia limitata del Donbass (sul’esempio del Trentino Alto Adige) o una riforma in senso federale dello stato: la prima è una emigrazione di massa di tutta la popolazione del Donbass in Russia (circa 8 milioni di persone) e la completa sottomissione del Donbass a Kiev e quindi all’UE e agli USA- Russia permettendo. La seconda è una coalizione internazionale capeggiata da Russia, India e Cina che stabilisca che il trattato di Yalta sulla sfera di influenza è tuttora valido come mezzo di equilibrio per la pace mondiale e come tale va rispettato con le buone o con le cattive. E quindi l’Ucrina deve rientrare nella sfera d’influenza russa.

    • carlo

      e bravo lei ! per quale motivo l’Ukraina dovrebbe rientrare sotto l’influenza della Russia ?
      perché lo ha deciso un certo signore li al Cremlino ? ritorniamo ai tempi della sovranità limitata ?
      non pensa che quello dovrebbero casomai deciderlo i cittadini interessati ?
      ma è al corrente di come gli Ukraini hanno vissuto fino a ieri come paese sotto l’influenza Russa ? quasi come una dependance, come cortile della Russia ? qua non si tratta di rientrare sotto una qualche sfera d’influenza … qua si tratta del diritto di un popolo di scegliersi un sistema, una strada diversa da quella fino ad ora percorsa con esiti evidentemente poco redditizi, proficui …
      qua si tratta di potersi scegliere una via diversa in piena autonomia quali possano essere le incognite, si tratta di libero arbitrio ! di libertà !

  • marcello

    Ma chi paga questo signor “giornalista” disinformatore,
    Noi Italiani abbiamo messo in galera quatro amici di merenda, perche’ stavano saldando attorno ad escavatore delle lamiere come blindatura, Accusandoli di separatismo,mentre qui elogiamo mercenari russi, che combattono nel territorio ucraino, contro gli ucraini.pieni zeppi di armi e munizioni russe abbondantemente e continuamente fornite dalla federazione russa.Il separatismo e’ un’altra cosa, questa e’ invasione vera, mascherata da separatismo. Ma chi puo’ credere che siano minatori ed agricoltori a combattere ed a lanciare missili che abbattono aerei a 10000metri d’altezza.Ora che e’ stato dimostrato che son stati dei russi, non se ne parla piu’.La vera e grande forza della russia, sono la disinformazione e la propaganda. questo servizio ne e’ un chiaro esempio.VENDUTO

    • RB

      Marcello, sei sei leghista o lagunare non hai capito nulla.
      A – l’aereo a 10.000 mt l’ha abbattuto l’aviazione ukraina per stessa ammissione del pilota
      B – vero che le armi ai separatisti arrivano dalla Russia…ma quelle del cosidetto esercito regolare ??? dall’Europa/Obama.Clinton.Soros
      C – chi ha voluto la rivolta di Maidan contro un Governo eletto senza trucchi ? Ancora Obama.Clinton.Soros….che poi hanno pure messo loro persone a fare i ministri !!!
      Della guerra in corso laggiù non se ne parla semplicemente perchè Obama.Clinton.Soros non vogliono ammettere che HANNO PERSO.
      Vedrai che se vince Trump, tempo sei mesi e questa guerra si chiude. Non perchè sia più bravo, ma semplicemente a Trump di andare in giro per il monso a sparare non gliene frega nulla.

    • ilcorso

      vedi Marcello, non so se tu sei mai stato in donbass o crimea prima di questa guerra, io sì e piu volte, un pò di gente là la conosco, e ti assicuro che la vera disinformazione è quella che viene fatta qui da noi non quella di putin, che permette a te di avere la convinzione di quello che hai scritto, non perchè putin non supporti i separatisti, questo è ovvio, ma perchè non ti rendi conto che la gente di quei posti (e non solo, perchè la situazione a odessa e kharkiv non è certo diversa) è in larga maggioranza a favore della Russia e contro l’europa, certo se non c’era l’appoggio di Putin questa rivolta sarebbe stata subito soffocata nel sangue o forse neanche iniziata, ma allora è giusto che una minoranza degli ucraini (maidan) debba decidere anche per la maggioranza (le regioni a maggioranza filorussa, tutto il sud e sud est ucraino, sono ben piu popolose del resto) e tutto questo perchè il democratico occidente ha finanziato ed appoggiato tutta una serie di iniziative che hanno portato alla rivolta della minoranza, ti faccio notare che nelle precedenti elezioni (quando la gente andava a votare) hanno praticamente vinto sempre candidati filorussi… però la nostra stampa dice altro, dov’è la disinformazione?

      • carlo

        lei ha fatto perfettamente un preciso copia e incolla di quanto la propaganda di Mosca senza tregua diffonde qui in Occidente e naturalmente in Russia ai loro gonzi, pretendendo così di darcela a bere riguardo ai presunti filo-Russi che sarebbero secondo loro, voi … tutti uniti e orientati a spaccare nettamente l’Ukraina in nome di chissà quale Russofilia buona soltanto ad agitare cuori e menti deboli e plasmabili utili alla bisogna del momento, tutto quanto non è per il bene di quei poveretti naturalmente, ma tant’è, il vostro esercito di troll professionisti Russi è talmente agguerrito, che se fosse così efficiente, preparato, e battagliero l’esercito Russo vero e proprio non ce ne sarebbe per nessuno … in Russia non funziona nulla veramente bene, tranne l’esercito di troll, la corruzione, la dezinformatzya, i servizi segreti, e poca altra cosa, ma niente di veramente utile alla gente comune …

        • ilcorso

          i troll in realtà ce ne sono molti, ma sono tutti contro putin, anche quella è una bella storia, quella dei troll, che la dice lunga sulla qualità dell’informazione da queste parti, io sono un semplice cittadino italiano, che ha frequentato per alcuni anni dal 2008 fino a qualche anno fà, una donna di Lugansk (si proprio di quella città ora profondamente ferita) e che quindi ha visitato molto quei posti, ma anche la Crimea, dove lei ha parenti, beh le posso assicurare che non ho conosciuto una sola persona che avesse astio nei confronti dei russi, al contrario tutti si sentono orgogliosamente russi, tutti hanno parenti in Russia, ed efeftivamente sono proprio russi a tutti gli effetti, se dicevo che erano ucraini immediatamente mi correggevano, quindi secondo lei un popolo così può veramente essere contento di lasciare la Russia? Se poi a lei fà pensare che sono un troll faccia pure, del resto è la stessa cosa che io penso di lei, anche se ammetto che anche io se non avessi avuto esperienze dirette di quei posti con ogni probabilità l’avrei pensata come lei, ed è proprio questo che mi ha aperto gli occhi sulla qualità della nostra informazione, ed adesso sono molto più critico rispetto le cose che ci vengono proprinate, perchè se sono riusciti a raccontarci una storia che non stà ne in cielo nè in terra sul donbass, figuriamoci sul resto!!!

          • carlo

            si, di troll ne girano molti … ma distinguere quelli professionisti da quelli no, è piuttosto arduo, allora lei saprà che in Russia c’è una vera e propria scuola che si occupa di disinformare l’opinione pubblica sia quella Russa, e specialmente quella Occidentale, con un metodo che ricorda molto una catena di montaggio,un tanto a pezzo, un tanto a commento … più ne fai, più sei premiato, e se non mantieni il ritmo sei fuori …
            detto questo, lei mi ha sorpreso, perché la sua esperienza ha molte analogie, se fossero vere, con vicende mie personali … perché altrettanto io ho avuto una relazione con una ragazza di Lugansh City con cui mi sento saltuariamente ancora oggi, ma io dal 2007 ! ed proprio a partire da quell’occasione ho cominciato ad interessarmi di quel paese, diverse volte mi sono recato in Ukraina, e la prima volta è stato per me quasi uno shock nel vedere in quale condizione di quasi abbandono è stato lasciato dall’eredità Russo-Sovietico quel paese… comunque la ragazza mia in questione, l’ha racconta un po diversamente … è vero comunque, ma io non l’ho mai affermato, che non hanno astio nei confronti dei Russi … anche perché sono per la maggioranza Russi, e in qualche modo intrecciati con gli Ukraini DOC, e ciononostante la lingua è il Russo per tutti e non è un problema, fino a ieri chiunque andava e veniva da e per la Russia e viceversa senza problemi con una sorta di passaporto interno, mi sembrava di aver capito …
            come dicevo, a me ha raccontato che lo shock per loro, o per qualcuno di loro, o per tutti loro … è stato quello di vedere, non i Russi ! ma i carri armati e la soldataglia Russa ! il che è ben differente ! il fatto che siano di etnia ? di lingua ? Russa, non significa affatto che si vogliano sentire Russi della federazione. ma poi ci sono, e ci saranno certamente quelli decisi a far parte
            e amministrati da Putin ! è innegabile … comunque la mia lei, che cerco di aiutare come posso da qui, è dovuta fuggire dalla sua città di origine proprio per quel motivo e rifugiarsi all’ovest di Ukraina in precarie condizioni logistiche, lasciando famiglia, ora io in verità,sto programmando un viaggio, che spero poterlo effettuare entro Settembre proprio per poterla rincontrare. e così, al di là delle vicende personali, se vogliamo poco importanti rispetto al dramma di quelle terre, è il principio che non è possibile, è inammissibile che un paese terzo si arroghi il diritto di entrare a gamba tesa, molto pesantemente su questioni interne di un altro paese portando guerra e distruzione ! quelle terre avevano già di per se una situazione estremamente pesante e difficile, e non ne avevano certamente la necessità e il bisogno di tutto quello che mister Putin in modo molto cinico per questioni sue internazionali e interne ha deciso di compiere.

          • ilcorso

            il problema è che non è stato putin il primo a non farsi gli affari propri, anzi se non ci fosse qualcun altro che ha iniziato il lavoro di certo putin era ben felice di continuare a farseli, qualcuno ha sporcato ad arte il nome di Janukovich, qualcuno (che come i troll di cui parla lei, che secondo me sono un invenzione tutta occidentale, però è un mio parere) ha preso i soldi da UE-USA (soprattutto i secondi) l’esistenza di organizzazione non governative (finanziate di sicuro dagli USA non è un segreto per nessuno, a differenza dei troll, e non solo in ucraina, basti pensare a tutte le famigerate primavere arabe come sono nate…) e con questo non voglio difendere janukovich voglio solo far notare che di certo non era peggio dell’attuale Poroschenko, con una piccola differenza (per qcuno evidentemente enorme) e cioè non voleva entrare a tutti i costi con la UE, ma lo voleva fare a condizioni vantaggiose per il suo paese, mentre invece serviva qcuno che volesse entrare a tutti i costi… per quato riguarda Lugansk concordo sul fatto che non era un bel vedere, ma una mia amica di Krasnodar (Russia) mi ha detto che ha avuto la stessa impressione anche di Donetsk, le città Russe sono decisamente migliori…

          • carlo

            Janukovich era solo un volgare ladro e burattino nelle mani di Mister Putin,
            che in quel modo teneva a sé l’Ukraina senza sporcarsi le mani come è costretto a fare ora ! l’Ukraina è un paese potenzialmente molto più ricco della Russia, anche e sopratutto il materiale umano … molte armi ad alta tecnologia ai Russi li rifornivano proprio gli Ukraini, non per nulla, i Russi in Donbass la prima cosa che hanno fatto è stato quello di smontare le fabbriche tecnologicamente valide e rimontarle in Russia portandosi dietro le maestranze qualificate ! ladri ! ladri da sempre ! se ben ricorda, i presidenti non favorevoli ai Russi hanno sempre in Ukraina rischiato la vita, vedi Viktor Juscenko, e la paladina anti-putin Julia Timoshenko imprigionata con accuse fasulle alla maniera Russa.
            la salvezza dell’ukraina è soltanto una … quella di allontanarsi il più possibile dalla Russia ! Polonia docet !
            le città Russe saranno anche migliori … forse, ma non credo … ma per ora, con il Gas e il Petrolio così ribassato sarà un problema per loro se riusciranno a pagare ancora le pensioni mantenendole a livelli dignitosi … altro che a lustrare le loro città … dopo aver rubato la Crimea, non sono nemmeno in grado di mantenere le grossolane e illusorie promesse fatte agli abitanti li residenti per ingraziarseli e ottenere sostegno, perché ora che li ci sono, la Crimea si arrangi, l’importante per loro è avere il pieno controllo delle basi navali …

          • ilcorso

            in crimea, dopo il passaggio alla russia, si sono visti le pensione raddoppiate, pensi se possono essere scontenti…

          • carlo

            è vero … ma i prezzi al consumo sono quadruplicati ! ma in tanto sono ricominciate le lamentele, le lagnanze e le proteste della popolazione che prima si manifestavano e si indirizzavano verso il governo centrale di Ukraina, ora al contrario sono reindirizzate nei confronti delle autorità Russe per le prevedibili mancanze seguite all’annessione ( ma io preferisco chiamarla invasione )
            guardi, io da osservatore esterno, per quel che ne capisco …
            quella gente li di Crimea,votando l’annessione alla Russia ( ammesso e non concesso circa la sua regolarità,dal momento che i dubbi sono quasi certezza …)
            hanno fatto un errore storico, perché con l’Ukraina avrebbero potuto avere spazi di manovra e una prospettiva di un qualche miglioramento in tutti i sensi non ultimo sulle libertà civili, il che non guasta… mentre ora con la Russia, non saranno altro che molto ma molto periferici, bloccati da un immobilismo tipico di quel paese e privi di prospettive concrete a lungo termine, insomma, saranno soltanto un enorme base navale e nulla più … e se il buon giorno si vede dal mattino …

          • ilcorso

            lei non la racconta giusta… se fossero restati in ucraina altro che quadruplicati i prezzi! da prima della crisi i prezzi saranno aumentati almeno 20 volte in ucraina, e non è certo finita qui…

          • carlo

            l’Ukraina quest’anno nonostante la guerra, e tutto quanto, dovrebbe aumentare il suo PIL del +1,2%, la Russia dovrebbe vedere calare il suo PIL a -1% o al massimo rimanere in pareggio … quindi veda un po lei …

          • Kipelov

            Dovrebbe,potrebbe,sarebbe…lei è il top gun del “condizionale”

          • ilcorso

            ah ah bella questa, lei è veramente buffo, l’Ucraina è un paese non fallito ma di più… se spera che l’europa l’aiuterà non ha capito niente di cosa è l’europa, rimpiangeranno di brutto Putin, che comunque a loro riservava condizioni non affato male su tutto; per quanto riguarda la Russia a quanto pare, come prevedevo, le sanzioni li stanno aiutando, come ha detto un loro ministro che si augura che le sanzioni non cessino, in questo modo la Russia, che è stata sempre un po pigra nel fare manifattura, tecnologia (non militare) ecc… da sè, così invece è costretta a farlo, e nell’ultimo anno c’è stata una vera esplosione di nuove aziende Russe in tutti i campi… quando le sanzioni fineranno, ahimeè, non avranno piu bisogno dei nostri prodotti agro alimentari, ad esempio, capito chi ci rimette veramente con le sanzioni?

          • carlo

            già, bella questa ! le sanzioni li stanno aiutando ? lei e tutti i Beoti di ogni dove, pensate che una battuta di Mister Putin gli possano risolvere tutti i problemi ? ah ah ah … ma quando si capirà che quel tizio è il re dell’infinocchiatura fatta ad arte, il re dell’imbroglio … non sono riusciti a sviluppare un Industria Manifatturiera competitiva in un Secolo ! e pensate che ci riescano ora !? ma lei lo sa che un Russo medio benestante con qualche spicciolo in più appena può, corre ad acquistare prodotti Esteri,data la notoria bassa qualità del prodotto di loro fattura ? ma un Russo quando ha la possibilità economica, acquista un telefonino, o un Personal Computer Giapponese, Koreano, piuttosto che una lavastoviglie o un auto Occidentale, un bel mobilio o vestito Italiano e così via discorrendo, li vedrebbe forse lei acquistare invece, un loro scarso e poco appetibile prodotto ? e questo vale anche per i prodotti alimentari dell’industria ! ma lo sa lei quanti anni occorrono per formare una classe imprenditoriale !? penso proprio di no !
            ultimamente mister Putin non ne azzecca molte ! ora che l’affare con i Cinesi pare non essere più molto promettente come si sperava per loro …
            titolo da la “Stampa” di oggi : Basta super contratti, ritardi sui Gasdotti e pochi investimenti; si raffredda l’alleanza Russia-Cina, Putin incontra Xj Jinping,
            ma si indebolisce la “svolta Oriente” di Mosca ecc ecc …
            e poi sarei buffo io !?

          • ilcorso

            certo certo lei resti pure convinto delle sue verità, vedremo nel breve chi starà peggio… non sò perchè ma ho come la sensazione che sia una scommessa troppo facile da vincere, un pò come sparare sulla croce rossa!

          • Kipelov

            Lo lasci perdere, è un ripetitore di Kiev ultra convinto.Tutti a denigrare la Russia ,Putin e via discorrendo..senza neanche rendersi conto di chi ha veramente le pezze al fondoschiena.Da quando in qua poi la tecnologia hardware è occidentale..forse ignora che ogni scheda madre è fatta in Taiwan od in Korea.Apple inclusa.,al massimo la Intel se qualcosa di progettazione è rimasto ancora a Silicon Valley ,ma la manodopera è comunque nei paesi asiatici…sa,il solito sfruttamento democratico/economico delle risorse.Poi, parla di “russo medio” ed al massimo è arrivato in ucraina,nel DOnbass non ha mai neanche messo lontanamente piede….la russia non soltanto l’ha vista con il binocolo..non sa neanche cosa sia.

          • ilcorso

            secondo me è solo un troll… io di gente tra russia,bielorussia,ucraina ne conosco diversa, e anche chi non appoggia molte delle politiche interne di Putin (e ce ne sono sicuramente non pochi) però quando si parla di politica estera sono assolutamente tutti con lui (e parlo anche e soprattutto degli abitanti di donbass e crimea) e tutti contro le politiche egemoniche ed espansive EU-USA, cercare di far credere il contrario e come cercare di sostenere che domani il sole non sorgerà… i governi europei non sono assolutamente visti bene, e noi europei non siamo visti troppo male solo perchè sanno che il popolo (a differenza dei governi) è tutto con loro… come si evince dai commenti qui, altro che troll pagati da putin, anche questa un altra mossa della nostra propaganda che non vuole giustificare i tanti commenti prorussia e contro usa-ue perchè sarebbe come ammettere che hanno torto marcio!!! La cosa veramente incredibile è che abbiamo giustificato una vera e propria pulizia etnica perpretata da Kiev, noi che ci consideriamo civili, rispettosi dei diritti (di chi?) ed i cattivi sono sempre gli altri… vergogna più assoluta!!!

          • Kipelov

            Guardi,con il suo discorso sfonda una porta aperta.Italianissimo,ho famiglia nel Donbass e la Crimea la conosco abbastanza bene.In breve,il SIg. di cui sopra asseriva anche l’uso “preventivo” di arsenale nato nucleare a fallout limitato.Lascio a lei le dovute interpretazioni e valutazioni del caso.Per quanto riguarda il sottoscritto, so bene cosa significhi avere le bombe ucraine sulla testa,così come l’odio razziale e tutta la deriva di estrema destra che aleggia in quel di Kiev.Azov,Svoboda,Pravy Sektor ed addirittura l’assurgere Bandera ad erone nazionale.Proprio dei fantastici soggetti.La morte e la disperazione che hanno portato sui civili li possono conoscere solo chi nel Donbass ci vive.Per quanto riguarda la politica estera putiniana, vi è indubbiamente da riconoscere la stessa vincente da sotto ogni punto di vista.Le cose da migliorare sono molte,così come nessuno santifica nessuno,ma per il resto la realtà dei fatti ed i sentimenti della popolazione russa(così come quelli di gran parte degli europei che hanno ancora una briciola di logica e buon senso)si rispecchiano esattamente nelle sue parole.Tutti nicchiano sulle parole della Timoshenko prima(spazzare via gli abintati del Donbass perchè porci russi con le atomiche) e quelle di Poroshenko pubbliche alla tv locale di poi (“I nostri figli studieranno nelle università,i vostri staranno rifugiati sottoterra nelle cantine”.)Bella democrazia finanziata a euro/petrol/dollari.

          • Toni Mona

            ” è inammissibile che un paese terzo si arroghi il diritto di entrare a gamba tesa”

            finalmente troll lo ammetti che sti vermi di yankee hanno fatto il “golpe”

        • Toni Mona

          si blatera pure sapientone sostenitore dei vermi yankee piu troll di te qui non ce!
          povero illuso solo perche lavori in una dita americana che ti da quelle 4 bricciole per sopravivere spari tutte queste cazzate,
          ti ricordo che in ukraina ce stato un colpo di stato organizato
          dai tuoi amici yankee e in Crimea hanno votato piu del 90%
          del popolo per il ritorno in patria senza spargere sangue
          ma questo per delle belve come voi non va bene,
          e poi va cosi male in Russia che le strade di mosca sono piene di cadaveri e quelli che non muoiono di fame li fa fuori Putin vero?
          Putin non ha altro da fare che eliminare giornalisti,politici a tempo libero abatte aerei di linea e come passa tempo fornisce droga agli atletti olimpionici russi,il malloppo che ruba ogni giorno se lo porta a panama…….dai vai avanti tu che ne sai molto di piu!
          e con tutto questo Putin ha il 90% della popolazione che lo sostiene,ma sono veramente dei stronzi sti russi!?

        • MAUROC59

          di menti deboli all’orizzonte ne vedo solo una.. per il momento chiaramente:))

    • Toni Mona

      ” missili che abbattono aerei a 10000metri d’altezza.Ora che e’ stato dimostrato che son stati dei russi, non se ne parla piu”

      ascolta troll delle mie 2 porta la prova di questo che vomiti e se non hai la prova ritorna da dove vieni(nella fogna)

  • marcello

    naturalmente mi hannocensurato

  • marcello

    Vivendo io dal 94 fra russia ed ucraina, parlando ,capendo ,leggendo il russo, molto meno l;ucraino. essendo a contatto quotidianamente con i locali, conosco benissimo la situazione , durante maidan, abitavo a meno di un km. i miei interventi, vengono censurati, mentre quelli del MONA,presuntuoso, arrogante e molto ignorante in materia vengono pubblicate.

    • Kipelov

      Beh certo,se abitava a meno di un km,allora avrà visto i biscotti con il the’della Nuland per scaldare gli animi

  • bob

    per ordine degli usa che ricattano la germania

  • bob

    inoltre noi italiani per esempio tolleriamo che carogne ucraine naziste vengano in italia con documenti falsi rubati delinquano in tutti e non vengano neanche arrestati.molti nazisti responsabili della strage del 2 maggio ad odessa sono venuti in italia come se niente fosse con documenti falsi!